Ch 2 Luke

Luke 2

2:1 E si jiu a quelli ghjorni chì un decretu iscì da a Cèsare Augustu, cusì chì u mondu sanu fussi scrittu.
2:2 Chistu fu lu primu cuntrollu; hè statu fattu da u capu di Syria, Quirìniu.
2:3 È tutte e si n'andò à esse dichjaratu, ognuna à a so cità.
2:4 Allora Joseph dinù cullate da a Galilea,, da a cità di Nazareth, in Ghjudea, a la cità di Davìdiu,, unni veni chiamatu Betlemme, perchè ch'ellu era di a casa, è a famiglia di David,
2:5 in ordine per esse dichjaratu, cun Maria, a so moglia aduttatu, chì ghjera incinta.
2:6 Allora si hè accadutu chì, mentre ch'elli èranu culà, i tempi sò compie, cusì ch'edda avissi a fari nasciri.
2:7 È hà fattu nasciri u so figliolu primunatu. E idda cci atturcinata in impannillata è u messa in una stalla, perchè ùn ci hè micca stanza per elli à u locanda.
2:8 È ci era pastori in u stessu rughjonu, essa attenti è tinia tot in la notte più di a so banda.
2:9 Ed eccu, un ànghjulu di u Signore apparse vicinu à elli, è u splendore di Diu, ddu vecchiareddu attornu a li, è ch'elli eranu un colpu cù un gran scantu.
2:10 E lu Angel li disse:: "Ùn àbbia paura. For, eccu, I annunzià a vo na granni cuntintizza, chì hà da esse di tutti i populi.
2:11 Per oghje una salvezza hè stata nati per voi in la cità di Davìdiu,: Ghjesù hè u Cristu, u Signore.
2:12 E sta serà un segnu di voi: truverete i cherubini, vistuti in impannillata è chjinatu in un mangiatura ".
2:13 È di colpu, ùn ci hè incù i Angel una mansa di ghjente di l 'esercitu divinu, glurificà à Diu, è dicendu:,
2:14 "Gloria à Diu, in u più, è nantu à a pace in terra a l 'omi di bona vuluntà ".
2:15 E lu successu chì, quandu lu Anghjuli era partutu da elli in lu celu, i pastori si disse à una altra, "Chì ci croce sopra à Betlemme è vede sta parolla, chì hè accadutu, chì u Signore hà palisata à noi. "
2:16 È si n'andonu prestu. È si trova Santa Maria è Ghjiseppu; e la matri era chjinata in una stalla.
2:17 Allora, nantu à veda issu, ch'elli anu capitu a parolla chì era statu dettu à li circa stu picciottu.
2:18 È tutti quelli chì, avendu intesu stati culpiti da stu, è da quelli chì e cose chì eranu dittu di li da i pastori.
2:19 Ma Maria di tinni tutti ste parolle, li riflittendu in lu so core.
2:20 È i pastori si ne turnonu, glurifichendu è à Diu per tuttu ciò ch'elli avìanu intesu è vistu, cum'è lu statu dettu à elli.
2:21 È dopu à ottu ghjorni, si finìu, cusì chì u zitellu ùn pò circumcidit, u so nomu fù chjamatu Gesu, cum'è ci fù chjamatu da u Angel nanzu ch'ellu fù anch'ella in lu corpu.
2:22 È dopu à u ghjornu di a so purificazione passonu, secondu a lege di Mosè, si purtò à Ghjerusalemme, in ordine à u prisenti à u Signore,,
2:23 cum'è hè scrittu in la lege di u Signore,, "Per tutti li maschili apertura, u corpu sarà chjamatu santu à u Signore,,"
2:24 è in ordine per offre un sacrifiziu, secondu ciò chì hè dettu in la lege di u Signore,, "Un paru di turturelle o dui giovani Pigeons."
2:25 Ed eccu, ùn ci hè un omu chì in Ghjerusaleme, chjamatu Simeone, e issu omu hè ghjustu è Ddiu-scantannusi, dici la cunsulazioni di Israel. È di u Spìritu Santu era cun ellu.
2:26 È ch'ellu avia ricevutu una risposta di u Spiritu Santu: chi nun avissi a vidiri a so morte, prima ch'ellu avia vistu u Cristu, di u Signore,.
2:27 È si n'andò cù u Spìritu Santu à u tempiu. E quandu u zitellu di Ghjesù fù purtatu in da i so parenti, in ordine à agisce nant'à u so nomi, secondu à a tradizione di u drittu,
2:28 dinù ci pigliavanu à, in le so bracce, è ch'ellu benedettu Diu, è disse::
2:29 "Avà vi pò salutari u vostru servitore, in pace, O Signore,, secondu a to parolla.
2:30 Per mio ochji aghju vistu u to salvamentu,
2:31 chì vo avete preparatu davanti à u visu di tutti i populi:
2:32 la luci di lu sonu di la nazioni, è a gloria di u to pòpulu. "
2:33 È u so babbu è a mamma eranu stupiti di più di sti cosi, ca si dicìanu rinoma.
2:34 E Simeone i benedisse, e dissi a so mamma Maria: "Eccu!, issu unu hè statu stabilitu di a ruina è di a risurrezzione di parechji in Israele, e comu nu signu chi vi pò contradicted.
2:35 È una spada vi passà à traversu u to ànima, tantu ca li pinsera di tanti cori pò esse à palesu. "
2:36 È ci hè ancu una prufetessa, Anna, una figliola di Fanuellu, da a tribù di Asèriu. Idda fu assai avanzata in anni,, è ch'ella avia vissutu incù u so maritu per sette anni, da a so virginità.
2:37 È tandu ch'ella hè una vedova, ancu à i so ottanta-quarta annata. E senza partenza da u tempiu, ch'ella era una serva à dighjunu è prighera, notte è ghjornu.
2:38 È chì intria in u listessu ora, idda confessed di u Signore,. E idda parrava giru à tutti quelli chì si dici la liberazione di Israel.
2:39 E doppu avìanu guaritu tuttu ciò ch'ella urdinava a lege di u Signore,, turnaru a Galilea,, à a so cità, Nazareth.
2:40 Avà u zitellu criscia, e iddu si furtificava cù u pienezza di a saviezza. E la grazia di Diu, era in l '.
2:41 È i so genitori, andò ogni annu à Ghjerusalemme, à u tempu di u sulinnità di Pasqua.
2:42 E quannu avìa addivintatu dodici anni, ch'elli cullate à Ghjerusalemme, secondu a tradizione di u ghjornu di a festa.
2:43 È avè compiu i ghjorni, quandu si ne vultonu, lu picciottu Jesus firmati in Ghjerusaleme. È i so parenti ùn capisci issa.
2:44 ma, era ch'ellu era in la sucetà, Partinu viaghju un ghjornu l', à circallu à mezu à i parenti è à l'amici.
2:45 È ùn ci truvannu, si ne vultonu in Ghjerusalemme, à circallu.
2:46 E lu successu chì, dopu à trè ghjorni, si cci trova in lu tèmpiu, à pusà in u mezu di i medichi, à sente à elli, è li dumandonu.
2:47 Ma tutti quelli chì à sente à ellu sò u spaventu più di a so prudenza è a so risposti.
2:48 È nantu à u postu, si dumandava. È a so mamma li disse:: "Figliolu, per quessa chì vi mette in stu modu versu noi? eccu, u to babbu, è ti circàvanu a tristezza. "
2:49 È li disse:: "Cumu hè chì vo mi circàvanu? Per ùn vo ùn sapete chì hè necessariu per mè à esse in ste cose chì sò di u mio Babbu?"
2:50 È ch'elli ùn capisce a parolla chì parlava à elli.
2:51 Eppo esciuti cun elli, è si n'andò à Nazareth. È ch'ellu era dipinnenti a iddi. È a so mamma tinni tutti ste parolle in lu so core.
2:52 È Cristu avanzati in a saviezza, è in età, e in grazia, cun Diu, è l 'omi.