Ch 16 Matthew

Matthew 16

16:1 E fariseus e sadduceus e si cci avvicinò di pruvà u, e si cci dumannò di mustrà li u segnu da u celu.
16:2 Ma iddu tantu da dicendu à elli: "Quandu sera, arriva, Polish, 'U vi esse tranquilli, di u celu hè rossu,'
16:3 è in la matina, 'Oghje ci hà da esse una burrasca, di u celu hè rossu è scura. 'allura, sai quantu à ghjudicà lu aspettu di u celu, Ma tù sì capace à cunnosce i segni di i tempi?
16:4 Una generazioni à u male è adulterous difficultà un segnu. È un segnu ùn sarà datu à u, francu u segnu di u prufeta, Jonah. "È, lassannu li daretu, si n'andò.
16:5 E quandu i so discepuli si n'andò à traversu u mari, si scurdò a purtari pani.
16:6 È li disse:, "Guarda, stati accura di u lèvitu di i Farisei è i sadduceus."
16:7 Ma si pinsava nella elli, dicendu:, "Hè perchè noi ùn sò purtati u pane."
16:8 Allora Ghjesù, sapennu stu, dissi: "Perchè ùn vi guardà voi stessi, O pocu in a fede, chì ghjè perchè avete micca u pane?
16:9 Nun voi ùn ancu capisce, nè sapere, i cinque pani à mezu à i cinque mila omi, e quantu cuntinitura vi pigghiò su?
16:10 O di li setti pani à mezu à i quattru mila omini, e quantu e sporte vi pigghiò su?
16:11 Perchè ùn vi ùn capisce chì ùn hè per via di u pane chì aghju dettu: a voi: Talìati di u lèvitu di i Farisei è i sadduceus?"
16:12 Allora anu capitu ch'ellu ùn hè cusì chì si deve stati accura di u lèvitu di u pane, ma di u duttrina di i Farisei è i sadduceus.
16:13 Allora Ghjesù intrì in la parti di Cesarea di Filippu. Eppo dumanda i so discìpuli, dicendu:, "Chi fà l 'omi dì chì u Figliolu di l'omu hè?"
16:14 E iddi rissiru:, "Certi dì Ghjuvan Battista, è altri, Elia, ancora, autri dicinu Jeremiah, o unu di l'antichi prufeti ".
16:15 Ghjesù li disse:, "Ma chi ti dicu chi sugnu?"
16:16 Simon Petru emi da dicendu:, "Tu sì u Cristu, u Figliolu di u Diu, vivant. "
16:17 È in risposta, Ghjesù li disse:: "Beati voi, Simon, figliolu di Jonah. Di carne è u sangue ùn hà palesu stu à voi, ma u mio Babbu, chì hè in lu celu.
16:18 È vi dicu à voi, chì tù sì Petru, è nantu à issu scogliu I vi custruì u mo Church, e porte di Hell ùn sarà giustizia contra lu.
16:19 E ti dugnu la chiavi di u regnu di i celi. È tuttu ciò chì vi sarà lià à a terra sarà liatu, ancu in lu celu. È tuttu ciò chì vi sarà publicava nantu a terra sarà publicata, ancu in lu celu. "
16:20 Eppo urdinatu di i so discìpuli chì si duvia dì à nimu, ch'ellu hè Ghjesù, u Cristu,.
16:21 Da chi tempu, Ghjesù, si messe à palesani à i so discìpuli, chì era necessaria per ellu à andà à Ghjerusalemme, è à soffre assai da l 'anziani è i scribi, è i capi di i sacrificadori, è à esse tombu, è di a risurrezzione di novu nant'à u terzu ghjornu.
16:22 è à Petru, pigghiannu u latu, cuminciò à castichi ellu, dicendu:, "Signuri, po si esse luntanu da voi; stu ùn ti metti à voi ".
16:23 È allegria luntanu, Ghjesù disse à Peter: "Tu daretu à mè, Satan; tù sì un ostaculu à mè. Per voi ùn sò cumpurtarisi secondu ciò chì hè di Diu,, Ma sicondu à ciò chì hè di l'omi. "
16:24 Allora Ghjesù disse à i so discìpuli: "Sì qualchissia hè vuluntaria à vene dopu à mè, làssalu ricusà sè stessu, e pigli a so croce, è à mè seguitate.
16:25 Per quellu chì ùn salvà a so vita, pirdarà. Ma quellu chì vi aghju persu a so vita per via mio, truvarete lu.
16:26 Di quantu ùn lu prufittà di un omu, guadagnà u mondu, added suffremu cambiatu danni à a so 'anima? O di ciò chì sarà un omu chì dà in cambiu di a so 'anima?
16:27 Di u Figliolu di l'omu hà da ghjunghja in a gloria di u Babbu, cù i so Angels. E allura iddu hà resu ugnunu sicondu a so opari.
16:28 Amen a vi dicu à voi, ci sò parechji à mezu à quelli chì sò quì, chì ùn ti gustu a morte, finu à ch'elli vede u Figliolu di l'omu entri in u so regnu. "