Sirarch

Sirach Sequentia

P:1 A saviezza di tanti granni e cose hè stata palisata à noi à u drittu, è i prufeti, e l 'àutri libbra chi seguita issi. Riguardu à sse cose,, Israel intese à ludà, perchè di duttrina è saviezza. Per hè necessaria, micca solu per quelli chì sò lingua, Ma ancu di li straneri, à esse minuziosu, tramindui in lingua francese, è à u scrittu, accussì comu a divintari assai amparatu.
P:2 U me missiavu di Ghjesù, dopu à li detti iddu tinuti à una lettura cuntinuu di u drittu, è i prufeti, e l 'àutri libbra, chi stati trasmissu à noi da i nostri antenati, dinù vulsutu à scrive qualcosa sè stessu, circa e cose chì cuncernanu a duttrina è saviezza, affinchì quelli chì brama à amparà è à divintà minuziosu in ste cose ci sarà più, è più attenta a la menti, è si pò cunfurtà a campà sicondu à u drittu.
P:3 e accussi, I esurtavvi voi à accustà cun Teutonichus, è à fà a lettura, incù lu studiu attenta, è à esse forbearing à sse cose, quandu avemu possinu, mentri ncegnu l 'imagine di a saviezza, a caduta cortu in a cumpusizioni di e parolle.
P:4 Per e parolle Hebrew sò deficient quand'elli sò statu traduttu in un altru lingua.
P:5 È micca solu ste parolle, ma ancu i liggi stessa, è i prufeti, e lu restu di l 'libbra, mancanu i picculi diffarenza da quand'elli sò state parlate in a so lingua.
P:6 Per in u tempu di rè di Tulumeu Euergetes, in u trenta-uttavu 'annu doppu I era ghjuntu in Egittu, dopu à I avìa statu ci per un longu tempu, I trovu, lassatu daretu ci, libri cù una duttrina nè picculu nè piu.
P:7 E accussì I cunzidiratu lu à esse à tempu bonu è nicissariu di mè per dumandà qualchi cosa impurtante, è lu travagghiu in ordine da traduce stu libru.
P:8 Allora, dopu tantu attentiveness a duttrina più di una lunghezza di tempu, I purtò à un vicinu e cose essa cunsidarata, accussì comu a porghju stu libru di quelli chì sò voli à dalli a so mente, è à amparà si intese à cunduce u so modu di vita,
P:9 per quelli chì anu decisu di furmari a so pratica in accordu cù a lege di u Signore,.

Sirach 1

1:1 Tutti a saviezza hè da u Signore Diu, è hè sempre stata cun ellu, è hè prima di tuttu tempu.
1:2 Quale hà cuntatu a rena di u mare,, è i gocci di u prighjuneru, è i ghjorni di u mondu? Quale hè misurata a so altezza di u celu, e la corde di a terra,, e lu tremenda di l 'abissu?
1:3 Quale hà interrugatu a saviezza di Diu, unni veni misu prima di tutti li cosi?
1:4 Wisdom statu creatu davanti à tutte e cose, e la cumprinzioni di prudenza hè prima di tuttu tempu.
1:5 A parolla di Diu, u altu hè u surgente di a saviezza, quale passi sò Cumandamenti eterna.
1:6 À quellu chì hà a ràdica di a saviezza stata palisata, è chì hà ricunnisciutu a so astuteness?
1:7 À quellu chì hà l 'auturità di a saviezza stata palisata è scupartu? È chì hà capitu a multiplicità di i so passi?
1:8 U più altu à tè Puissant hè One, e iddu è lu maistusu King, e iddu è tantìssimu hè à esse si scantau, à pusà nantu à u so tronu, è ch'ellu hè u Diu suvranu.
1:9 Iddu creatu a saviezza à traversu u Spiritu Santu, e vitti, è u so contu, è a so misura.
1:10 Eppo i so spartu nantu à tutti i so opari, è nantu à tutti i carni, à u puntu di a so favuri, è si i so hà rigalatu a chiddi chi àmanu.
1:11 A paura di u Signore, è a gloria, e unuri, è aligria, è una curona di Exultation.
1:12 A paura di u Signore, chì incanta i cori, è vi dà gioia è allegria è a durata di ghjorni.
1:13 Ci hà da esse bè, in lu fine assai, per quellu chì teme u Signore,, è nantu à u ghjornu chì si passa luntanu, ch'ellu hà da esse benedettu.
1:14 L'amore di Diu, hè a saviezza preziosi.
1:15 È quelli chì à quellu chì hà Cumpariscerà di u so deve u so amore per via di ciò chì si vede è cunnosce u so gran opere.
1:16 A paura di u Signore, hè u principiu di a saviezza, è fù creatu cù u fidu in u corpu, e cammina cun donne surella, è hè cunnisciuta da u ghjustu è u fidu.
1:17 A paura di u Signore, hè l 'santità di a cunniscenza.
1:18 Santità vi surviglià è fattu dâ lu cori, è vi danu a felicità e gioia.
1:19 Ci hà da esse bè cù quellu chì teme u Signore,, è à u PARTICULARITY di i so tempi, ch'ellu hà da esse benedettu.
1:20 A paura à Diu hè a pienezza di a saviezza, è hè una pienezza da u so frutti.
1:21 Idda vi cumpleti tilatica so casa, da a so discindenza, e storehouses da i so tesori.
1:22 A paura di u Signore, hè u regnu di a saviezza, u cumpiimentu di a pace, è u fruttu di a salvezza.
1:23 È lu scantu di u Signore hà vistu è saviezza contu; ma tramindui sò doni di Diu,.
1:24 Wisdom vi distribuisce un sapè è un intelligenza di prudenza; e idda na punta, su la gloria di quelli chì vale à a so.
1:25 A radica di a saviezza è a paura u Signore,, e so fronde sò longu-stava.
1:26 In i tesori di a saviezza hè intelligente è i santità di a cunniscenza. Ma a ghjente di, a saviezza hè un abumineghju.
1:27 A paura di u Signore, Zingari u piccatu.
1:28 Per quellu chì hè senza paura ùn hè capaci à esse ghjustificata. Per u so dispusizioni di u so spiritu hè a so undoing.
1:29 Quelli chì sò pacienza chì soffre di 'na brevi tempu, è dopu, filicità vi tornatu.
1:30 A menti nòbbili vi piatta u so parolle per un brevi tempu, e poi la labbra di parechji vi cuntaraghju a so intelligenza.
1:31 À mezu à i tesori di a saviezza hè u segnu u viaghju di disciplina.
1:32 Ma à quelli chì piccatu, u cultu di Diu, hè un abumineghju.
1:33 Figliolu, s'è tù brama a saviezza, fighjulatu a ghjustizia, è tandu à Diu vi i so offre à voi.
1:34 Di l 'pi lu scantu di lu Signore hè a saviezza è disciplina.
1:35 È ciò chì ci futti hè a fede è a pietà. E accussi sarà ch'ellu compie i so tesori.
1:36 Tù ùn deve esse incredulous a paura di u Signore,. È ùn vi deve piglià vicinu à ellu incù un core duplicitous.
1:37 Tù ùn deve esse una réservé à la vista di l'omi. È ùn vi duvite scandalize cù u to labbre.
1:38 Assiste à ste cose, altrimenti vi pò falà è purtà offisa a to anima.
1:39 È tandu à Diu pò uncover vostri sicreti, è ch'ellu pò attaque voi falà puissamment in u mezu di l'assemblea.
1:40 Per voi fù vicinu à u Signore, wickedly, è u to core hè pienu di a bugia è perfidy.

Sirach 2

2:1 Figliolu, quandu se vo dumandà à u serviziu di Diu, tengu in ghjustizia è a paura, è priparà a vostra anima di a tentazione.
2:2 Umili to core, e persevere. Tendi a to arechja, è accetta e parolle di a capiscitura. È ùn vi duvite fala luntanu in lu tempu di stranu.
2:3 Suppurtà chjari di Diu,. Setzi a Ddiu, e persevere, tantu chi a to vita pò cresce in la fini assai.
2:4 Accetta ciò chì vi hè accadutu à voi, e persevere in u vostru duluri, e hannu pacenzia in u vostru umiliazione.
2:5 Per d'oru e argentu sò messu à u focu, ancu cambiatu, l 'omi accittabbili sò messu in l' high di umiliazione.
2:6 Chjama à Diu, è ch'ellu hà da stallà si per a salute. È addirizzà u vostru modu, e speru in ellu. Fighjulatu u so timore, è crescia vechji a si.
2:7 Tù chì teme u Signore,, aspittà per a so misericòrdia. È ùn piattà da ellu, paura chì tù innamurà.
2:8 Tù chì teme u Signore,, credi in ellu. È a vostra ricumpenza ùn sarà livatu.
2:9 Tù chì teme u Signore,, speranza in u. È a so misericòrdia si avvicina tù, à u to piacè.
2:10 Tù chì teme u Signore,, àmanu. È u to core ti pò éclairé.
2:11 I mo figlioli,, guardà i pagani di l'omi, e sacciu ca non unu d 'iddi la spiranza in u Signore, è fù cunfusi.
2:12 Per chì hè firmati in i so cumandamenti è stata abbannunata? O chì hà invucatu u, è ancora cci disprizzava?
2:13 Di Diu, hè ghjustu è misericurdiosu, è ch'ellu hà da pardunà i piccati in u ghjornu di a tribulazione. È ch'ellu hè u prutettore di tutti i quelli chì ci cercanu a verità.
2:14 Guai à i cori duplicitous, è à i labbra, gattivu, è à a manu chì fà male, è à u piccatu chì cammina a terra, da dui maneri:!
2:15 Guai à i dissoluti in core, chi nun fidàrisi à Diu! For, di cunsiguenza, ch'elli ùn seranu prutetti da u.
2:16 Guai a chiddi chi sò pirdutu resistenza, è quale sò lacati i modi ghjustu, è quale sò girava latu à modi dépravé!
2:17 È ciò chì vi si fà quandu u Signore, cumincia à studià li?
2:18 À quelli chì teme u Signore, ùn vi pò incrèdula versu u so Verbu. E chiddi chi àmanu purteraghju à a so manera.
2:19 À quelli chì teme u Signore vi cercanu e cose chì sò beni-piacia à ellu. E chiddi chi àmanu sarà pienu di u so drittu.
2:20 À quelli chì teme u Signore vi appruntà u so core, e si vi sanctify i so animi in i so ochji.
2:21 À quelli chì teme u Signore, tena i so cumandamenti, e si vi hannu pacienza ancu finu à u so esaminazioni,
2:22 dicendu:: "Sè noi ùn fà pinitenze, poi avemu Per buccali in i mani di u Signore,, è micca in e mani di l'omi. "
2:23 Di cunfurmassi à a so grandezza, tantu hè dinù a so misericordia, cun ellu,.

Sirach 3

3:1 I figlioli di a saviezza sunnu la Cresia di l 'appena: è e so generazioni hè pòpuli e amore.
3:2 figlioli, sente à u tribunale di u vostru babbu,, e cuntu assecunnu, tantu chi vi pò esse salvatu.
3:3 Di Diu, hà unuratu u babbu, in i figlioli, e, quandu à inventà u tribunale di a mamma, Hà cunfirmatu lu in i zitelli.
3:4 Quellu chì ama a Diu vi solu incù ellu nantu à nomi di i piccati, e purteraghju sè luntanu da u piccatu, e sarà schivà à l 'canzuni di li so ghjorni.
3:5 e, cum'è quellu chì caramelle su tesoru, tantu hè dinù quellu chì unurari a so mamma.
3:6 Quellu chì unurari u so babbu hà da truvà rifughju in a so figlioli, è ch'ellu hà da esse schivà à u ghjornu di a so preghiera.
3:7 Quellu chì unurari u so babbu hà da campà una longa vita. È quellu chì obeys u so babbu hà da esse un RAFRAICHISSIEZ à a so mamma.
3:8 Quellu chì teme u Signore unurari i so parenti, e li vi servinu cum'è lingue, di hè quelli chì cuncepisce.
3:9 In parolla è azioni, è in tutte e cose, glòria u vostru babbu, cu la pacenzia,
3:10 cusì chì una binidizioni pò vene à voi da ellu, e tantu chi a so benedizzione pò stà à la fini assai.
3:11 A benedizzione di u babbu, furtifichessi i casi di i figlioli,; ma l 'empiu di la matri uproots ancu u so fundamentu.
3:12 Nun parrari in u disunori di u vostru babbu,; di i so brutteghji ùn hè micca a to gloria.
3:13 Di a gloria di un omu chì hè da l 'onori di u so babbu:, e un patri, senza onori hè un scridità à u figliolu.
3:14 Figliolu, pussede u vostru babbu, in a so vichjàia, è micca ellu ùn rattristari in a so vita.
3:15 È s'è a so menti ci curanu, mostra nostru Ridinturi; è micca ellu ùn infame quandu vi sò in a to forza. Per almsgiving à u babbu, chì mai esse dimenticatu.
3:16 Per ancu in ritornu per u piccatu di a mamma, bonu ca n gnornu di voi.
3:17 È voi vi serà custruitu à a ghjustizia, e voi sarete ricurdatu in u ghjornu di a tribulazione. È u to piccati ti dissolve cum'è Ghiaccio, in la météo andarinu.
3:18 Cosa una forma male hà quellu chì forsakes u so babbu:! È quellu chì exasperates a so mamma hè accursed da Diu.
3:19 Figliolu, di fà a vostra works in a pietà, è vi sarà amatu fora di a gloria di l'omi.
3:20 Tuttavia maiò tù pò esse, sbatterà stessi in tutti li cosi, è voi vi truvà grazia à l 'esistenza di Diu,.
3:21 Per solu u putenza di Diu, hè maiò, è ci hè unuratu da u gratu.
3:22 Tù ùn avissi a circari e cose chì sò troppu altu per voi, è tù ùn deve esaminà ciò chì sò fora di u vostru abilità. Ma cum'è per ciò chì Diu hà assignatu à voi, guardà sti sempre. Ma ùn vi deve esse curiosu in troppu parechji di i so opari.
3:23 Per ùn hè necessariu per voi di vede cù u so 'occhi e cose chì sò piatte.
3:24 In cose micca necessariu, ùn sceglie à esse un Eclesiolog di tanti cosi diffirenti, è tù ùn deve esse curiosu di troppu parechji di i so opari.
3:25 Di parechje cose sò stata palisata à voi, fora di l 'intelligenza di l'omi.
3:26 Eppuru incertezza in ste cose hè dinù undermined parechje persone è hà detained a so menti in vanitusa.
3:27 A lu cori induriti vi hannu u male in la fini assai, è quellu chì ama perìculu vi pessi in lu.
3:28 A lu cori avanzavanu in dui indicazione ùn vi hannu successu, è u core dépravé sarà scandalized in stu modu.
3:29 A lu cori tintu sarà burdened cun maddalena, è un piccatu vi aghjunghje prumove i piccati.
3:30 A sinagoga di u tamanta ùn vi pò guarì. Di l 'canna di sinfulness vi purterà radica in li, è ùn vi pò capì.
3:31 U core di l 'omu saggiu hè capitu da a saviezza, è 'na bona' arechja chì sente a saviezza, cù tutte e so brame.
3:32 A lu cori saggiu e intelligenza vi astènesi piccati, è vi hannu successu in opere di ghjustizia.
3:33 Water DISPARUS un focu ardenti, e almsgiving supportanu piccati.
3:34 È Diu hè u Pineau per quellu chì repays un nostru Ridinturi. Iddu ci ricorda pü, è in u tempu di a so cascata, ch'ellu hà da truvà un sustegnu, però.

Sirach 4

4:1 Figliolu, Ùn vi duvite ingannà lu poviru fora di a limòsina, nè vi duvite aviatrice i to ochji da a un poviru omu.
4:2 Tù ùn ci disprezzanu l 'anima a fame, è tù ùn avissi aggravava un poviru omu in lu so bisognu.
4:3 Tù ùn avissi a turmintà lu cori di la limòsina, è tù ùn avissi sùbitu una offerta à calchissia in ag.
4:4 Tù ùn avissi a fari richiesti di quellu chì hè assai frasturnati, è tù ùn avissi aviatrice a vostra faccia da i indigent Pronuncia.
4:5 Tù ùn avissi aviatrice i to ochji da u fora limòsina di zerga. È ùn vi deve abbandunà quelli chì cercanu aiutu da a voi, tantu chi si parla fa vutu daretu à u to ritornu.
4:6 Di l 'pleadings di quellu chì parla fa vutu di voi, in l 'amarezza di a so' anima, sarà schivà. Di l 'unu chi fici iddu cci vi State.
4:7 Fate se un amicu à l 'assemblea di lu poviru, e sbatterà anima davanti à una vechja, e sbatterà u vostru capu nanzu u grande.
4:8 Spinghje a vostra arechja senza tristezza versu lu mischinu, è resu u vostru debitu, e rispunnì à ellu tranquillamenti a pietà.
4:9 ellu libirari chì soffre inghjulia à a manu di l'arruganti, è ùn purtà animusità in a vostra anima.
4:10 in ghjudicà, esse dunque à i paroli urfaneddi, cum'è un babbu, e sia dunque à a so mamma, cum'è un sposu.
4:11 E poi vi sarà, comu un figghiu ubbidienti di u Altìssimu, è ch'ellu hà da piglià pietà u voi di più cà una mamma avissi.
4:12 Wisdom riciata a vita in i so figlioli,, e idda na punta, su quelli chì sò à inventà i so, e idda li vi precede in u modu di ghjustizia.
4:13 È quellu chì i so ama ama a vita. È quelli chì veghja di a so Ellu abbraccià u so veru.
4:14 À quelli chì vale à a so vi lascita di a vita. È tuttu ciò chì postu ch'ella t'avissi, Diu ti benedica.
4:15 À quelli chì u so essa vi renderà à ciò chì hè santu. E Diu, ama a chiddi chi 'amuri a saviezza.
4:16 Quellu chì à sente à a so Ellu ghjudicherà u nazione. È quellu chì gazes nantu à u so vi stà prutettu.
4:17 Sè si crede in a so, ch'ellu hà da a lascita di u so, è tuttu ciò Nasci da ellu hà da esse cunfirmatu.
4:18 Per ch'ella cammina cun ellu à a tentazione, e idda cci sceddi da u principiu.
4:19 Idda ti porta lu scantu e sbannutu e tribulazioni nantu à u, e idda cci vi crucifìssalu incù u tribulazione di a so duttrina, sinu à ch'ella ci hà messu in lu so core è ch'ella pò fidàrisi in a so 'anima.
4:20 E allura idda vi ci dà forza, e cci purtari, lungo, un percorsu drittu, è aligria in lu.
4:21 È ch'ella vi ùn dice i so sicreti à ellu, è ch'ella vi mmagazzinari su tesoru, di u sapè è intelligente di ghjustizia, in u.
4:22 Ma s'ellu hè granni far, ch'ella ci hà da lascià daretu, e idda ci sarà liberatu in i mani di u so nimicu.
4:23 Figliolu, esse cuntinuà Observant, e tene luntanu da u male.
4:24 Per u nome di u to 'anima, Ùn vi duvite s'affrunta di parrari a verità.
4:25 Per ci hè una vergogna chì danu u piccatu, è ci hè una vergogna chì danu a gloria è a gràzia.
4:26 Tù ùn avissi accittari na facci cuntrariu à a vostra a so faccia, nè vi avissi accittari na minzogna cuntrariu à a to ànima.
4:27 Tù ùn avissi a gudiri lu caduta di u vostru vicinu di casa.
4:28 Nè vi duvite impedì e parolle à un uccasioni di a salvezza. Tù ùn avissi a fàrilu a vostra a saviezza in a so bellezza.
4:29 Di a saviezza hè ricunnobbe nella discursu. È intelligenza è a cunniscenza è duttrina sò ricunnobbe in e parolle di quelli chì capisce è da u so steadfastness in l 'òpiri di ghjustizia.
4:30 Tù ùn avissi cuntrariu una parolla di verità, in ogni modu. altrimenti, da un munzignarii nati di ignuranza, vi sarà cunfusi.
4:31 Tù ùn deve esse di falli a cunfessu a to piccati, ma nun se nun assughjittà à qualchissia per via di u piccatu.
4:32 Ùn sceglie à piglià u visu di i putenti, per ùn vi duvite strive contru à i currenti di u fiume,.
4:33 Soffre di ghjustizia, u nomi di u to 'anima, e di lutta, ancu à i morti, u nomi di la justizzia, è Diu vi luttà contru à a to nemici in u vostru nomi.
4:34 Ùn sceglie à esse prestu incù u to parolle, nè modu o neglectful in u vostru opere.
4:35 Ùn sceglie à esse cum'è un lione in a vostra casa,, fridda quelli di a vostra famiglia, e annica quelli chì sò sughjettu à voi.
4:36 Ùn chì a to manu esse aperta quandu Piglianu, ma chjusu quandu dannu.

Sirach 5

5:1 Ùn sceglie à circà li pussidimenti iniquitous, è tù ùn rispundimu: "I hannu tutti I bisognu di a vita." Per lu sarà di nudda à prò di voi in lu tempu di grossa è a bughjura.
5:2 Tù ùn deve cuntinuà, in a to forza, i brami di u to core.
5:3 È ùn vi rispundimu: "Comu putenti sugnu I?"o, "Chi mi attaque falà per via di u mio malfatte?"Per Diu vi vindicate cù a vindetta.
5:4 You micca rispundimu, "I piccatu, è ciò chì lu duluri mi capitò?"Per u Altìssimu hè una recompensor pacienza.
5:5 Ùn esse voli à essa senza scantu chì tocca un piccatu, perdonatu, è tù ùn deve aghjunghje u piccatu nantu à u piccatu.
5:6 È ùn vi rispundimu: "The cummossu di u Signore, hè maiò; ch'ellu hà da piglià pietà u abitanti di u mo piccati. "
5:7 Pè tramindui misericordia è zerga si ne vanu subitu da ellu, è a so zerga pripara u so sguardu nantu à i piccatori.
5:8 Tù ùn avissi sùbitu esse cunverta à u Signore,, è tù ùn ci misi lu latu da ghjornu à ghjornu.
5:9 Per u so furore vi avvicina scattu, è in u tempu di vinciguerria, ch'ellu hà da lampà vi.
5:10 Ùn sceglie à esse bramosu di ricchezza inghjusti. Per ste cose ùn ti prufittà in lu iornu di lu bughju è grossa.
5:11 Tù ùn avissi winnow in tutti i venti, è tù ùn ci ne vanu in ogni chjassu. Per cusì hè ogni piccatu pruvati cu a so lingua duplicitous.
5:12 Esse fermu à u modu di u Signore, è in la verità, di a vostra intelligenza è a cunniscenza, è chì e parolle di a pace è ghjustizia ti jùnciu.
5:13 Esse mansu quandu à sente à una parolla, tantu chi vi pò capisce. È prupostu una vera risposta à a saviezza.
5:14 Sè vo capisce, poi risponde à u to prossimu. Ma s'è vo ùn fà, tandu chì a to manu, esse nantu à a to bocca,, affinchì vo ùn sò pigliatu da una parolla inept, e poi cunfusi.
5:15 'Onuri e gloria di Cristu sò in e parolle di quelli chì capisce, ancu cambiatu, la lingua di l 'omu Imprudent hè u so undoing.
5:16 Tù ùn deve esse chjamata un biancalani, è tù ùn deve esse pigliatu da u vostru propriu lingua, e poi cunfusi.
5:17 Di cunfusioni e lu rimorsu è nantu à un latru, è un Marque gattivu hè nantu à u doppiu-tongued; ma per u biancalani, ci hè odiu è animusità è disunori.
5:18 Ghjusti i chjuchi è i maiò similaire.

Sirach 6

6:1 Ùn esse voli divintari un nimicu 'nveci di un amicu à u to latu. Per un omu gattivu vi lascita vituperiu è disunori, comu si ogni piccatu chì hè invidia è doppia-tongued.
6:2 Tù ùn avissi celebraraghju présenter, cum'è un toru, in u core di a to anima, paura chì forse a vostra forza pò esse à falà à stupidizza,
6:3 quali avissi cunsuma u to casci, è lampà u to fruttu, è lascià vi darreri comu un arvulu seccu in u disertu.
6:4 Per un 'anima gattivu vi lampà quellu chì hà u. Di parmette accittonu nemichi di u, e si cci vi porta a lu distinu di la npitiusa.
6:5 A parolla dolce, piccatu amichi è helluaturus nimici. E parolle ringrazziallu latte à un omu di bè.
6:6 Permettenu di tanti à esse à a pace cun voi, ma permettenu una fora di un migghiaru di esse u to lascivious.
6:7 Sè vo ùn avè un amicu, ellu pruvà davanti à voi ci accunsente, e nun fidàrisi ellu accetta.
6:8 Per ci hè un amicu, secondu à u so tempu, Innò, ùn vi stà in u ghjornu di a tribulazione.
6:9 È ci hè un amicu chi si pò vultò à animusità. È ci hè un amicu chi vi palesani odiu e ridicule francese è insulti.
6:10 È ci hè un amicu chì hè un cumpagnu à tàvula, Innò, ùn vi stà in un ghjornu di bisognu.
6:11 Un amicu, s'ellu si mantene fermu, sarà à voi cum'è tù sì per te, e si vi cuntu cu fideltà à mezu à quelli di a vostra famiglia.
6:12 Sì ellu stessu humbles davanti à voi, è ellu stessu cartoons da u vostru visu, tù ti hannu un amicizia nobile è armuniosu.
6:13 Luntananza se da i vostri nimici, e pagari attente à tuoi amici.
6:14 Un amicu fidu hè un riparu forti, è chì quellu chì hà trovu unu hà trovu un tesoru.
6:15 Nunda hè paragunabbili sulu a un amicu fidu, è senza pesu d 'argentu, o d'oru hè tene più di la buntà di lu so fideli,.
6:16 Un amicu fidu hè una medicina per la vita e 'eternità; è quelli chì teme u Signore, truvarete una.
6:17 Quellu chì teme à Diu vi hannu un listessu bona amicizia, parchì lu so 'amicu sarà cum'è u.
6:18 Figliolu, da a vostra ghjuventù sennu, e poi vi truverete a saviezza, ancu à a to capelli grisgiu.
6:19 Accostu saviezza, cum'è quellu chì plows è troii, e poi aspittari di i so bè, frutte.
6:20 Per in fendu u so travagliu, vi sarà lu travagghiu tanticchia, ma voi vi appena manghjà da i so prudutti.
6:21 How tantìssimu siveru è a saviezza di l 'omi unlearned! e accussi, u witless ùn vi stà cù i so.
6:22 Ci sarà a iddi comu 'na granni petra di ghjudicatu, è si i so vi attaque luntanu da li senza fiuritura.
6:23 Di l 'a saviezza di duttrina hè in accordu cù u so nomu, è ch'ella ùn hè micca manifestazione di parechje. Ma ella, cuntinueghja cù quelli da i quali ella hè ricunnisciutu, ancu in l 'ochji di Diu,.
6:24 Listen, figliolu, è accetta un pinseri intelligenza, per voi ùn deve discard mio cunsiglii.
6:25 Piazzà u to pedi in u so intravatu è u to collu à u so catene.
6:26 Tendi a vostra spalla, è purtà a so, per voi ùn vi pò turmintate da u so lattice.
6:27 u so avvicina incù tutti i vostri 'anima, è dà u so maneri cù tutti i to forza.
6:28 esaminà a so, è ch'ella vi pò rivilatu à voi, e quannu tu a so aghju acquistatu, Ùn vi deve abbandunà u so.
6:29 For, in lu fine assai, truverete riposu in i so, è ch'ella hà persu in u vostru campa.
6:30 Dopu a so intravatu sarà una prutezzione forti è una criazione ferma di tè, e so catene, sarà un vistitu di a gloria.
6:31 Di a so hè a bellezza di a vita, è u so lattice sò un bandage, miraculosa.
6:32 Vi sarà vistutu cù i so cum'è cù un vistitu di a gloria, e voi a so vi stabilitu nantu à a vostra testa comu 'na curuna di aligria.
6:33 Figliolu, siddu mi voi State, tu vi amparà. È s'è vo addattà a to menti, vi sarà sàviu.
6:34 Sè vo tendi a vostra arechja, ricivarete una duttrina. È s'è vo tinite caru à sente, vi sarà sàviu.
6:35 Dumanda à mezu à l 'abitanti di l' anziani prudenti, e setzi a so saviezza, da u core, tantu chi vi pò esse in gradu pè stà à sente tutti i discursi circa à Diu, e tantu chi u li pruverbi di lode ùn pò fughje da voi.
6:36 È s'è vo vidite un omu intelligente, addritta tot per ellu, è chì i vostri pedi vèstinu falà i passi di u so porte.
6:37 Piazzà u vostru core u urdunanze di Diu, è esse sanu focu in u so cumandamenti. E iddu stissu ti dugnu 'na lu cori di voi, è lu disìu di saviezza, hà da esse data à voi.

Sirach 7

7:1 Ùn sceglie di fà u male, è u male ùn ti pigghiari pussessu di voi.
7:2 Ritirava da u iniquitous, è u male vi ritirava da voi.
7:3 Figliolu, ùn suminatu u male in u vica di inghjustizie, è voi ùn vi n'avemu li sevenfold.
7:4 Ùn circà un rolu di cumandu di u Signore,, è ùn cercanu un assediu di onore da u rè di.
7:5 Tù ùn avissi fattu dâ se voltu à Diu, per ellu hè l 'Knower di cori. È da Innò ùn vo vulete à parenu sàviu davanti à u rè.
7:6 Ùn circà a divintà una ghjudicà, quannu vo avete a forza bastò à frantumi anderebbe. altrimenti, vi pudia teme u visu di i putenti, è cusì dà un scandalu in a vostra sincerità.
7:7 Tù ùn avissi fattu piccatu contru à l 'abitanti di una cità, nè vi duvite attaque te contra lu pòpulu.
7:8 È ùn vi duvite lià dui piccati nsemmula. Per ancu à unu u peccatu, tù ùn ti punita.
7:9 Ùn esse cowardly in a vostra anima.
7:10 Tù ùn deve esse senza vulìrilu a raccumannarisi, nè a limosina faciti.
7:11 You micca rispundimu: "Diu vi taliari cu favuri u abitanti di u mio doni, è quandu I offri à u più altu Diu,, ellu vi accittari u mo rigalu ".
7:12 Tù ùn avissi ri ridicule un omu in amarezza di anima. Per ùn ci hè unu chì humbles è chì exalts: u Diu, tutte e-vidennu.
7:13 Ùn amuri na minzogna contru à u to fratellu, nè vi duvite cuntu u listessu versu u vostru amicu.
7:14 Ùn esse voli à mette una falsa di ogni tipu. Di u travagliu di dire ùn hè micca bonu.
7:15 Ùn sceglie à esse verbose à mezu à una mansa di ghjente di l 'anziani, è tù ùn ci torna e parolle di a to prichera.
7:16 Tù ùn avissi a noia li travagghi boni, nè la vita rusticu creatu da u Altìssimu.
7:17 Tù ùn deve guardà se à esse à mezu à a folla di u disciprinatu.
7:18 Ricurdativi di zerga. Per ùn sarà vosi.
7:19 Umili u vostru spiritu assai. Di l 'grossa contru à a carne di u npitiusa hè cù u focu è i vermi.
7:20 Ùn piglià u vostru amicu di u palu di soldi, è tù ùn avissi infame u vostru fratellu, anima di u palu d'oru.
7:21 Ùn scegli à chì partenu da a na bona è intelligente moglia, cui vi sò stata data in lu timore di u Signore,. Di l 'grazia di u so simplicità è sopratuttu d'oru.
7:22 Tù ùn avissi a manu addossu u servitore chì opari sò onestu, nè i mani ind'è chì entrusts a so vita à voi.
7:23 Chì un servitore intelligenza esse amatu da vi piaci a to ànima. Tù ùn ci duvia ingannà fora di a libertà, nè ellu abbandunà a destitution.
7:24 Sò i toi vaccina? Tendini à elli. È si sò utuli, chì li stà cun voi.
7:25 Sò figlioli di a toia? li ch'iddu, e arcu falà da a so zitiddina.
7:26 Sò figliole a toia? Watch più di i so corpi. È ùn vi deve fà cumparisce una strana luci-Tours versu li.
7:27 Vogliu Scrive u to figliola in matrimoniu, è u so dà à un omu intelligente, è voi vi pò fà un gran travagghiu.
7:28 Sè una moglie in accordu cù a vostra anima hè a toia, Ùn vi duvite rifiutà a so. Ma ùn se nun cunfidarà à a so chì hè tirannia.
7:29 Cù tuttu lu to core, glòria u vostru babbu,. È ùn vi duvite scurdà di u lagnanza di a to mamma.
7:30 Ricordati ca tu nun avissi statu nati fora à traversu elli. e accussi, dà daretu à elli è ch'elli dinù anu fattu per voi.
7:31 Cù tutti i to anima, teme u Signore,, è guardà a so curati di esse santu.
7:32 Cù tutti i to forza, cci 'amuri chi tu fatti, è tù ùn deve abbandunà u so ministri.
7:33 Glòria Diu, da tutta a to anima, e dari onuri nantu à i sacrificadori, è cuntinuà à tè se cù a vostra forza.
7:34 Dà li a so parte, cum'è si hè statu urdinatu di voi, da u prima-frutti è da u purifications. È per a vostra offenses gnuranti, cun tè, cù un 'offerta urigginariu.
7:35 Tu avissi a porghju à u Signore, u donu di a to forza, è u sacrifiziu di sanctification, è i primi-frutti di ciò chì hè santu.
7:36 E lompi a fora a vostra manu à lu mischinu, cusì chì u vostru pinitenza e to benedizzione pò esse pirfiziunatu.
7:37 A cipolla hè grazia à l 'ochji di tutti i vivi, ma ùn vi duvite drammaturgu grazia di i morti.
7:38 Tù ùn avissi curanu a Retour à quelli chì sò pienti, nè à marchjà cù quelli chì sò luttu.
7:39 Ùn chì invece si lenta à visità i malati. Per in stu modu, vi sarà cunfirmatu in amore.
7:40 In tutte e to òpere, ricordu u vostru assai fine, e accussì tu ùn vi piccatu, disse eternità.

Sirach 8

8:1 Tù ùn avissi liticate micca incù un omu putente, paura chì forse vi pò falà in i so mani,.
8:2 Tù ùn avissi presentata cù un omu chì ricchi, paura chì forse si pò fà una azzione contr'à voi.
8:3 Per d'oru e argentu anu distruttu parechje, e anu raghjuntu e currutti ancu u core di i rè.
8:4 Tù ùn avissi liticate micca incù un omu chì hè piena di e parolle, per voi ùn deve attaque legnu nantu à u so focu,.
8:5 Tù ùn avissi confide in un omu gnuranti, paura chì si parla male di a to famiglia.
8:6 Tù ùn ci disprezzanu un omu chì si gira luntanu da u piccatu, nè u vituperiu cun ella. Ùn vi scurdate chi semu tutti i sughjetta à agisce.
8:7 Tù ùn avissi infame un omu chì in u so vichjàia. Per noi sò tutti i sughjetta à crescia, vecchio.
8:8 Ùn esse voli à fà festa à a morti di u to nemicu, sapennu chi avemu tutti i mori, è chì noi ùn vulemu altri sò raligratu sopra à noi.
8:9 Tù ùn ci disprezzanu i discursi di quelli chì sò vechju è sàviu; inveci, Riflettu e so pruverbi.
8:10 Per da li, tu vi 'mparari a saviezza è duttrina intelligenti, accussì comu a serviri gran 'omi senza sb.
8:11 Ùn permette u discursi di u vostru anziani à passà per voi da. Per ch'elli anu amparatu da i so babbi.
8:12 E da li, tu vi amparà intelligenza, è voi vi amparà chì risposta à dà à un mumentu di a nicissità.
8:13 Tù ùn ci stà u lanterni di ghjente da basendusi nant'à cun elli. Per voi pudia esse strinatura da u fiara da u focu di u so peccati.
8:14 Tù ùn ci sò contru à u visu di una persona inglese contemptuous, altrimenti si pò pusà cum'è s'ellu aspittava in imbuscata contru à a to parolle.
8:15 Tù ùn avissi prèstanu à un omu chì hè più forte cà voi. Ma s'è vo ùn prèstanu, lagnà si perdi.
8:16 Tù ùn ci prumetti cavallieri u vostru abilità. Ma s'è tù ti prumetti, cunziddirati comu a rializzari lu.
8:17 Tù ùn deve ghjudicà contru à un ghjudicà. Per ch'ellu ghjudicheghja secondu ciò chì hè ghjustu.
8:18 Tù ùn ci ne vanu à a strada incù un omu audacious, paura chì forse si pò tù sana cù a so gattive. Di iddu va mal, secondu a so vulintà, è voi vi pessi cun ellu, in a so pazzia.
8:19 Tù ùn avissi principiatu un cunflittu cù un 'omu in còllera, è tù ùn deve andà in u desertu incù un omu audacious. Per shedding sangue, hè nunda à ellu, è in un locu induve ci hè micca aiutu per voi, ellu vi rimbarscià tù.
8:20 Tù ùn deve suvità u cunsìgliu incù u scimproriu. Per ch'elli ùn sò capaci à amuri nunda, fora di ciò chì li futti.
8:21 Tù ùn avissi avaraghju pinseri in la vista d 'un Outsider. Per voi ùn sapete ciò ch'ellu hà da fà ghjornu.
8:22 Tù ùn avissi palesani u vostru core à ogni omu, paura chì forse si pò prupone una gattiva pari à voi, è tandu di parlà reproachfully circa tù.

Sirach 9

9:1 Tù ùn deve esse ghjilosi di a moglia di u vostru senu, paura ch'ella palesani, à causa di tè, u malignità di una lezziò di gattivu.
9:2 Tù ùn duvia dà autorità nantu à a vostra anima di una donna,, paura ch'ella ottene a to forza, e poi tu avissi a èssiri cunfusi.
9:3 Tù ùn avissi a taliari cu favuri nant'à una donna, incù tanti brami, paura chì forse vi pò falà in u so trappule.
9:4 Tù ùn deve esse cuntinuà à bisognu di divertimentu, nè ci vo esse cunvintu da u, paura chì forse vi pò stirpate da u so jammi.
9:5 Tù ùn avissi a taliarlu at a vèrgine, paura chì forse vi pò esse scandalized da a so bellezza.
9:6 Tù ùn avissi a dari a to anima, in ogni modu, à fornicators, paura chì tù perde se è u vostru làscita.
9:7 Ùn sceglie a taliari versu in i carrughji di a cità, nè vi duvite vuleria longu u so CURCULIONIDE.
9:8 Avert u vostru visu da una donna, pieve, per ùn vi duvite fissi nantu à stranu belleza.
9:9 Parechje sò persi cù a causa di la biddizza di una donna,; e par stu, brama hè à scuppià, comu un focu,.
9:10 Ogni donna chì hè una fornicator sarà calcicata sottu à falà, cum'è u impure in u carrughju.
9:11 assai, mirendu la biddizza di la muggheri di un altru, hannu reprobate divintatu. Di familiarità incù u so flares finiri comu un focu,.
9:12 Tù ùn deve pusà à tutti cù moglia l'altru 'omu, nè mittaranu incù u so nantu à u lettu.
9:13 È ùn vi duvite cuntesta cù i so più vinu, paura chì forse u vostru core pò girari versu a so, è da u vostru emuzioni, tu avissi a essiri arruzzuliati in punition.
9:14 Tù ùn deve abbandunà un amicu, vecchio. Pè una nova unu ùn sarà listessu à ellu.
9:15 Un novu amicu è comu lu vinu novu. Ci hà da cresce, vecchio, e poi tu godi bere lu.
9:16 Tù ùn avissi Sanctum la so gloria e ricchezze di u piccatu. Per voi ùn sapete ciò chì pò esse a so undoing in u futuru.
9:17 U preghjudiziu di l'esiliatu ùn deve fariti tù, sapendu chì, finu à ch'elli sò in lu nfernu, l 'npitiusa ùn vi fariti.
9:18 Cecceccu e te luntanu da un omu chì avia u putere di tumbà, e poi tu non vi hannu lu scantu di la morti suspesi nantu à voi.
9:19 Ma s'è vo ùn ci avvicina, fà nunda à certej, paura chì forse si pò caccià u to vita.
9:20 Sapendu chì sta hè una cummunione cù a morte. Per tù avissi esse armatu nta lu menzu di Snares, e marche nantu à l 'armi di u addulurata.
9:21 Sicondu à a vostra abilità, esse sicurezza di u vostru vicinu di casa, è ellu di curà cum'è l 'omu saggiu e prudenti avissi.
9:22 Chì appena l 'omi esse u to' cumpagni, è chì a to gloria esse in lu timore di Diu,.
9:23 È chì u pensamentu di Diu sia in a vostra menti, è chì tuttu u vostru discursi esse u urdunanze di l'Altìssimu.
9:24 Opere hà da esse cuntentu di e mani di l'artisti, è un capu di u populu sarà cuntentu di a saviezza di i so parolle, ancu cambiatu, a parolla di l'anziani vi esse cuntentu di a so intelligenza.
9:25 Un omu piena di e parolle è nu sbannutu a lu so cità, ma quellu chì parla rashly vi pò udià per a so parolla.

Sirach 10

10:1 A ghjudicà sàviu vi ghjudicherà u so pòpulu, è u cumandu di un omu intelligente vi esse fermu.
10:2 Comu u ghjùdice di u populu hè, tantu dinù sò sö bóccia. È tuttu ciò tipu di l 'omu a capu di' na cità hè, di un tali tipu dinù sò quelli chì campanu in lu.
10:3 A re scimproriu sarà a ruvina di u so pòpulu. Di cità vi serà abitata à traversu l 'intelligenza di quelli cun forza.
10:4 Putiri supra a terra, hè in la manu di Diu,, e, in tempu a causa, ellu vi suscità un capu Corsets nantu à a terra,.
10:5 A crescita di un omu chì hè in manu di Diu,, e si vi dugnu lu so 'onuri, sopra u visu di u sigritariu.
10:6 Vi duvite scurdà di tutti i preghjudiziu fattu à vo da u vostru vicinu di casa, e tu avissi a fari nunda à mezu à l 'òpiri d' inghjulia.
10:7 Arruganza hè tirannia in l 'ochji di Diu è di l'omi. È tutte e iniquità, à mezu à la nazione hè abominable.
10:8 A regnu veni spustatu da un populu di un altru per via di ingiustizi, è gravi, è disprezzu, è ogni tipu di latrucime.
10:9 Ma ùn ci hè nunda di più gattivi chè un latru. Perchè ci ciò chì hè a terra è malanni esse tamanta?
10:10 Ùn ci hè nunda di più iniquitous cà a amuri soldi. Per tale una unu hà vindutu ancu a so anima. Di a so vita, si casts latu so persona innermost.
10:11 Tutti i puteri è di a vita corta. A malatia prulungati hè di tomba mente di u duttore.
10:12 A mèdicu nascenu una malatia à esse Accurtatu. So dinù, un rè hè quì oghje, è dumane ch'ellu hà da more.
10:13 Pè quandu un omu mori, ellu vi lascita serpents, è animali salvatichi, è vermi.
10:14 U principiu di u arruganza di l 'omu hè apostasy da Diu.
10:15 Per u so core hè arritirata da u populu chì u fattu. Per arruganza è u principiu di tuttu u piccatu. Quellu chì tene à u, sarà pienu di e parolle u male, e si cci vi rimbarscià in fine.
10:16 A causa di stu, u Signore hè siciliani u calori di u male, è ellu li hà distruttu, ancu à a fine.
10:17 Diu hà distruttu u massimu di i capi arruganti, è ch'ellu hè causatu u so core à esse assittata a lu so locu.
10:18 I radiche di e nazioni arruganti, Diu hè secca, è u gratu à mezu à sti pagani, ch'ellu hà postu à.
10:19 U Signore hà pututu canciari i terreni di i pagani, è ch'ellu hà manghjatu li distruttu, ancu à u so fundamentu.
10:20 Hà asciuvata qualchi d 'iddi, è ch'ellu hà manghjatu li distruttu, è ch'ellu hè causatu a so memoria di a partenza da a terra,.
10:21 Diu hà luvatu a memoria di u arruganti, e iddu ha lassatu daretu à solu u ricordu di quelli chì sò gratu à menti.
10:22 Arruganza micca statu creatu per l 'omi, nè fù un timperamentu arraggiatu creatu per a voce di e donne.
10:23 À quelli chì teme Diu, à mezu à u niputi di l 'omi seranu unuratu. Ma quelli chì à mezu à i prole chì ùn cunnosci micca i cumandamenti di u Signore sarà siciliani.
10:24 In u mezu di i so fratelli, un capu hà onori. È quelli chì teme u Signore vi hannu onore in i so ochji.
10:25 U timore di Diu, è a gloria di i ricchi, è di i preziosi, e di lu poviru.
10:26 Ùn sceglie a disprezzanu un omu ghjustu chì hè mischinu, è ùn sceglie a esalta un omu chì piccatu chì hè riccu.
10:27 U gran 'omu, è u ghjùdice, è i putenti hannu onori. Ma nimu hè più grande chè quellu chì teme à Diu.
10:28 Quelli chì sò senza vi dà un servu a capiscitura. È un omu prudenti è disciplinati ùn vi armurier à agisce. Ma un omu gnuranti ùn sarà unuratu.
10:29 Ùn sceglie a celebraraghju invece in pràtica u vostru travagliu, è ùn esse modu durante u tempu di stranu.
10:30 Quellu chì lavora, e accussì abbunna in tutte e cose, hè megliu chè quellu chì vanta, e accussì havi lu pani.
10:31 Figliolu, priservà a vostra anima in pietà, e dugnu lu onuri, secondu à u so meritu.
10:32 Quale sarà fattu dâ quellu chì i piccati in a so 'anima? È chì vi glòria quellu chì dishonors a so 'anima?
10:33 U poviru omu hè glurificatu da a so disciplina è timore. È ùn ci hè un omu chì hè unuratu perchè di a so vita,.
10:34 Ma s'è qualchissia hè glurificatu in puvirtà, quantu di più in sustanza? È quellu chì hè Diu in sustanza, làssalu paura puvirtà.

Sirach 11

11:1 A saviezza hè di quellu chì hè umili vi fin'à u so capu, è ellu vi causari à pusà in u mezu di grandi omini.
11:2 Tù ùn avissi ludà à un omu di a so bellezza, è tù ùn ci disprezzanu un omu di a so visioni.
11:3 L'ape hè chjuchi à mezu à e cose vulannu, Ma u so fruttu teni i monti di ducizza.
11:4 Tù ùn avissi a gloria in panni in ogni tempu, è tù ùn avissi ch'elli se pò extolled à u ghjornu di u to onori. Per i travagli di u Altìssimu, solu sò meravigghiusu; e gluriusa e ammucciatu e unseen sò i so opari.
11:5 Parechje tiranni sò messe nantu à u tronu, è quellu chì nimu ùn imprissioni hà sfinitu un nerite.
11:6 Assai l 'omi putenti sò state spartu à falà, è u famosu sò statu datu in la manu di 'altri.
11:7 Davanti à voi cerca, tù ùn avissi locu sb nantu à qualchissia; e quandu vi sò precisione, reprove rendini.
11:8 Davanti à voi canta, Ùn vi duvite rispunnì una parolla; è tù ùn avissi stacciare in i media di u discursu.
11:9 Tù ùn avissi presentata in un tentativu chi ùn cuncèrnanu tù, è tù ùn deve pusà in tribunale, insieme cù i piccatori.
11:10 Figliolu, tù ùn deve esse attivu in parechje cose. È s'è vo divintari ricchi, tù ùn serà senza da a malfatta. Per sè vo cuntinuazione, tù ùn ti apprehend; e se tu curriri avanti, tù ùn ti scappari.
11:11 Ci hè un omu npitiusa chì fatichi è hurries è n'angustia, ma tutti lu più vi lu esse senza abbunnanza.
11:12 Ci hè un omu chì debilitated in bisognu di ripresa, chì hè scarsa in forza è bona a miseria.
11:13 Ma l 'occhiu di Diu, hà taliari cu favuri nantu ad ellu per a so benefizii, e cci hà pisatu da a so 'umiliazione, è ch'ellu hà innalzatu u so capu. È parechji sò smaravigliati di Ghjesù, è ch'elli anu unuratu à Diu.
11:14 Quant'è e cose è disgrazia, a vita è a morte, puvirtà e ricchezze, sò da Diu.
11:15 Wisdom, è disciplina, è a cunniscenza di u drittu sò cun Diu,. Amore è i modi di mègliu sò cun ellu.
11:16 Errore è bughju sò statu creatu da i piccatori. È quelli chì manc'unu frà in u male, crisciri vechji à u male.
11:17 U donu di Diu, resta cu l 'omu ghjustu, è u so avanzamentu vi hannu successu ind'è eternità.
11:18 Ci hè quellu chì hè s'arricchiu da stassi sparingly, e chistu è lu puntu di a so ricumpensa.
11:19 About stu, si dici:: "Aghju trovu restu di seriu, è avà I sulu vi manghjà da i mio bè ".
11:20 Ma ellu ùn cunnosce quantu tempu vi passà nanzu avvicinamenti a morte, e poi cci lassu tuttu arreri a àutri è more.
11:21 Dumanda viloci in u vostru allianza, è divintatu pràticu cun ella, è crescia, vecchio in u travagliu di u vostru Cumandamenti.
11:22 Tù ùn avissi a passari tempu a l 'òpiri di i piccatori. inveci, fidàrisi in Diu, è di stà à u so postu.
11:23 Per hè facile, in l 'ochji di Diu,, pi fari un pauper scattu riccu.
11:24 A benedizzione di Diu hurries à ricumpinsà l 'omu ghjustu, è in un ora fugace u so avanzamentu fruttu.
11:25 You micca rispundimu: "Cosa fà I bisognu?"o, "Cosa bonu vi ci sia per mè in sta?"
11:26 You micca rispundimu: "I ti serebbe abbastatu di seriu,"o, "Cosa pudia esse peggiu di stu?"
11:27 In un ghjornu di mègliu, Ùn vi deve esse forgetful di disgrazii. È in un ghjornu di disgrazii, Ùn vi deve esse forgetful di mègliu.
11:28 Per hè facile, in l 'ochji di Diu,, nantu à u ghjornu di l'unu, passànu, à pacà ognunu secondu a so 'maneri.
11:29 U patimentu di un ora ti unu a scurdari gran diliziu, è à a fine di un omu chì hè u ischiarì di i so opari.
11:30 Tù ùn avissi ludà à ogni omu davanti à a morte. Di un omu chì hè cunnisciutu da i so figlioli.
11:31 Tù ùn deve purtà ogni omu in a vostra casa,. Per parechji sò i Snares di u vulpera.
11:32 Di comu un corpu cu na mala odore vomits, e comu nu Patrijshond hè purtatu in una cabbia, è cum'è un cervu purtatu in una tràppula, tantu hè dinù u cori di l 'arruganti. E ghjè cum'è un bystander veghjanu da a so caduta prossimu.
11:33 Per lu si trova in imbuscata, è poi gira bè in u male, e si vi dugnu lu sb u surella.
11:34 Da unu étincelle, un gran focu crisci; e da quellu omu vulpera, scorri assai sangue. Ma un omu assai piccatu si trova in imbuscata di u sangue.
11:35 Pacà chiudi attente à présenter nanzu un omu dannusu, per ch'ellu fabricates gattive. altrimenti, si pò purtari più di voi un vituperiu araciu chi.
11:36 Riceve una facci a te, e si vi rimbarscià voi cù un sarà, e si vi alluntanatu voi da ciò chì hè a vostra assai a so.

Sirach 12

12:1 Sè vo fate u bè, cunnosce à quellu chì vi feremu, è ci hà da esse assai grazie per a vostra cosi boni.
12:2 Fà u bè à u ghjustu, è vi truverete gran ricumpensa, è s'ellu ùn da ellu, di sicuru da u Signore.
12:3 Per ùn ci hè micca bonu per qualchissia chì hè sempre occupata in u male, o chì ùn dà a limòsina. Di l 'Altìssimu teni odiu di i piccatori, ma iddu pigghia pena u pintutu ora.
12:4 Dà à i misericurdiosu, è tù ùn avissi assistenti a lu piccatu. Di l 'npitiusa è u piccatu ca n gnornu cu la vinnitta essa pòpuli di li nantu à u ghjornu di grossa.
12:5 Vogliu à la bona, ma ùn vi deve riceve da un piccatu.
12:6 Fà u bè à u gratu, ma ùn vi deve dà à i npitiusa; impedì u vostru pane, ùn dà si à ellu, altrimenti si pò overpower tu cu si.
12:7 Per truverete duie volte u male di tuttu u bè voi vi aghju fattu à u. Di l 'Altìssimu tene dinù odiu di i piccatori, è ch'ellu hà da pacà a vindetta di u npitiusa.
12:8 Un amicu ùn sarà cunnisciuta a bona volte, è un nimicu ùn sarà piatte in cuntrarietà.
12:9 By la furtuna di un omu, i so nemichi sò turmintate; è da u so disgrazia, un amicu hè palisata.
12:10 Tu avissi nun fidàrisi u vostru nimicu. Per u so rusts gattivera comu 'na pignata cu lu bronzu.
12:11 È s'è iddu stissu humbles e va circa si prusternonu davanti, cresce u vostru alertness è surviglià se da ellu.
12:12 Tù ùn deve pusà partutu vicinu à u, nè vi deve permette à ellu à pusà à a to manu diritta, paura chì forse si pò fari versu u to locu, è cercanu a vostra sede, è dopu, in lu fine assai, tu avissi a capisce u mo parolle è esse peddhi da u mio sfogu.
12:13 : Quale hà da piglià pietà nantu una enchanter creata da una sarpe, o nantu à calchissia chì t'hà vicinu à animali salvatichi? E accussì si tratta cù quellu chì teni cumpagnia cù un 'omu iniquitous è hè privitti in i so piccati,.
12:14 Per una ora, ellu vi fermi cun voi. Ma s'è vo comincia a girari latu, Ghjesù ùn vi permette si.
12:15 Un nimicu parla duci duci cu li labbra, ma in u so core, ch'ellu aspetta in imbuscata, tantu ca si pò jittari voi in una cisterna.
12:16 Un nimicu hà làcrime, in i so ochji. Ma s'ellu si trova una uppurtunità, ch'ellu ùn serà cuntentu cun sangue.
12:17 È s'è disgrazii succede nantu à voi, tu cci pìansu ci prima.
12:18 Un nimicu hà làcrime, in i so ochji, ma mentri finta à aiutà vi, ellu vi scavari sottu à i vostri pedi.
12:19 Iddu vi mosse cu la testa, e libere e so mani, e whisper assai, e canciari lu so 'espressione.

Sirach 13

13:1 Quellu chì tocca Afghanistan sarà cuntaminata da u. È quellu chì associa incù u tamanta sarà vistutu da arruganza.
13:2 Quellu chì supra incù quelli più preziosi ca iddu duna la libirtà a un pisu u stessu. e accussi, tu avissi hannu nuddu fraterna cun calchissia chì hè wealthier cà voi.
13:3 Cosa vi la pignata cucina hannu a cumuna cù u vasu culuri? È quandu si collide cun unu altru, unu sarà ruttu.
13:4 L'omu riccu hà permessu ùn inghjustizia, e ancu si fumes. Ma lu mischinu, eddu hè stata ferita, vi stà zitti.
13:5 Sè vo site generosu, ellu vi purterà à; è quandu avete nunda, ellu vi attaque voi latu.
13:6 Sè tù pussedi, ellu vi festa cun voi, e si vi sviutà tù, e nun vi rattristari nantu à voi.
13:7 S'ellu hà bisognu di voi, ellu vi burlatu tu; e mentri sorridente, si vi dugnu speranza. Iddu vi jumelle cun voi piacèvuli, è si diciarà: "Cosa hè chì vi tuccherà?"
13:8 Eppo vi impress voi cù i so cibi, finu a iddu tu ha fasgioli dui o trè volte, è in fine assai, ellu vi ri ridicule tù. è dopu, quannu tu vidi, ch'ellu hà da abbandunà tù, e si vi mosse cu la testa a voi.
13:9 Sbatterà se voltu à Diu, è aspittà di e so mani.
13:10 Stai attentu. altrimenti, avè statu sidutti stupidizza, vi sarà firutu.
13:11 Ùn sceglie à esse suttana in u vostru saviezza, altrimenti, avè statu purtatu suttana, vi sarà sidutti stupidizza.
13:12 Sè vo sò invitati da calchissia chì hè di più putente chè tù, tu avissi a calà. altrimenti, ch'ellu hà da vene voi tutti u più.
13:13 Tù ùn pò esse veru tintu à ellu, paura chì tù esse rispinta luntanu. È ùn vi pò giranduloni luntanu da u, paura chì tù sia scurdatu.
13:14 Tù ùn ponu chjappà una discussione cun ellu cum'è cù un paru. Tu nun fidàrisi sò parechje parolle. Per da assai aggiu, ellu vi probe tù, e mentri sorridente, ch'ellu hà da ragiunà vo circa u vostru misteri.
13:15 A so menti crudeli vi mmagazzinari vostre parolle; e si non vi vi pietà da patimentu, nè da a prigiò.
13:16 Ma fate di te, è assiste infurmazioni esatte per ciò chì vi sò intesu. Per voi hè marchja versu u vostru propriu distruzioni.
13:17 ma in verità, mentri à sente à sse cose,, guardà comu si era un sonniu, è voi vi rintrunari.
13:18 Amore Diu di u vostru intera vita, è chjama nantu ad ellu per u to salvamentu.
13:19 Ogni animale ama a so 'bona; tantu dinù ogni omu ama chiddi cchiù vicinu à sè stessu.
13:20 Tutti i carni vi junciu cun tuttu ciò chì hè listessu a stessa, e ogni omu hà da liassi cu quale hè listessu à ellu stessu.
13:21 Sè un lupu chì in ogni tempu hannu fraterna cù un agnellu, accussì macari avissi un piccatu hannu addiventanu amici cu lu ghjustu.
13:22 Cosa fraterna ùn un omu santu hannu cù un ghjacaru? O di ciò chì parte ùn la ricchi hannu cu lu poviru?
13:23 In u disertu, lu sceccu salvaticu hè a preda di u leone,. So dinù sò lu poviru i pascuri di u riccu.
13:24 È cum'è Megliu hè abumineghju à l 'arruganti, tantu dinù ùn l 'omu riccu abominer lu mischinu.
13:25 Quandu un omu ricchi has been scuzzulata, ci hè lochi da i so amichi. Ma quandu un omu ùmili hè falatu, ch'ellu hè scacciò ancu da quelli chì u cunnosce bè.
13:26 Quandu un omu riccu hè statu arrubatu, tanti m'aiuti ellu ritruvà; Hà dettu spavaldo, è ancu ellu si ghjusti.
13:27 Quandu un poviru omu hè statu arrubatu, in più ci hè u minacciò; ch'ellu hà parlatu cun intelligenza, è ùn locu hè datu à ellu.
13:28 L'omu riccu hà parlatu, è tutte e ristò mutu, e si torna a so parolle, ancu à i nivuli.
13:29 U poviru omu hà parlatu, è si pò dì: "Quale hè stu?"È s'ellu stumbles, si ellu hà da rimbarscià.
13:30 Sustanza hè bonu di quellu chì hà micca peccatu nant'à a so cuscenza. E miseria hè chjamatu assai gattivi, da a bocca di l 'npitiusa.
13:31 U core di l 'omu cambia a so faccia, sia per megliu, o per peggiu.
13:32 Truverete, cù difficultà è assai lu travagghiu, u segnu di un bon cori e 'na bona faccia.

Sirach 14

14:1 Beatu l'omu chì ùn hà ammuttau a causa di na parola da a so bocca, e chi nun ha statu peddhi da dulori per via di una occasione.
14:2 Felice, hè quellu chì ùn hannu tristezza in a so menti, è chì ùn hè falatu luntanu da a so spiranza.
14:3 Sustanza hè stùpidu per un latru è stingy |. È ciò chì avia un omu spiritus fà cun d 'oru?
14:4 Quellu chì piglia mughjà, secondu a so menti, avà per altri. Per altru vi passanu u so bè lavishly.
14:5 Quellu chì hè gattivu, à sè stessu, à quellu chì hà da ch'ellu sia bonu? Perchè ùn vi purterà di gioia in a so bè.
14:6 Quellu chì hà mali vuluntà versu sè stessu, ùn ci hè nunda di più gattivu di iddu è. Ma cum'è hè a ricumpenza di u so gattivera.
14:7 È s'ellu ùn face bè, ch'ellu accunsenti ignorantly è li. È in fine assai, si si mittissi a so malignità.
14:8 L'ochju di l 'omu spiritus hè gattivu, è ch'ellu averts a so faccia è disprezza a so 'anima.
14:9 L'ochju di u latru hè insatiable nel a so parte di cascà. Ch'ellu ùn serà cuntentu finu à ch'ellu ha cunzumatu a so 'anima, Withering si luntanu.
14:10 Un ochju gattivu hè direttu a li cosi gattivi. E nun vi pò cuntintari di u pane; inveci, ch'ellu hà da esse limòsina è pienghje à a so tola.
14:11 Figliolu, s'è vo avete qualcosa à, fà u bè a te, è offre oblations degnu di Diu,.
14:12 Ùn vi scurdate chì a morti ùn hè stata rinviata, e chi l 'allianza di u tomba hè stata palisata à voi. Di l 'allianza di stu munnu, vi passà per andà in a morte.
14:13 Fà u bè di u to amicu nanzu tu mori. È, secondu à a vostra abilità, ingrandà a to manu, è dà à i pòvari.
14:14 Ùn ingannà se fora di 'na bona ghjurnata, è ùn chì u più chjuca bona rigalu vi passà da.
14:15 Duvia ùn vi lassu a 'altri à sparte u vostru maddalena e fatichi da mori?
14:16 Vogliu, è riceve, è fattu dâ anima.
14:17 Nanzu u vostru passari, rializà ghjustizia. Di a morte, ùn ci hè micca manghjà a esse trovu.
14:18 All carne Cresce vechju cum'è l 'arba, e comu l 'fogliame chi santa esce da un arvulu, verde,.
14:19 Certi, primavera, su, è altri arrassarisi. Tale hè a generazione di carne è u sangue. Unu hè finitu, è un altru hè natu.
14:20 Ogni travagliu canadese corruptible vi curanu a la fini. È u so misciu vi andà cun ella.
14:21 Ma ogni attore u travagliu hà da esse ghjustificata. È quellu chì travaglia si vi pò unuratu da u.
14:22 Beatu l'omu chì ti fermi in saviezza, è chì hà da midità in u so ghjustìzia, è chì, in a so menti, ti lagnà u generale di Diu.
14:23 Si cunsidareghja i so modi in lu so core, è si ritrova intelligenza in i so sicreti. Iddu va, dopu a so cum'è un cori, e iddu è focu in u so modu.
14:24 Iddu gazes à traversu i so finestri, è si sente à a so porta.
14:25 Iddu nnû dopu à a so casa,, e, Juanni un greg in i so muri, si pripara i so alloghji da i so mani,. e accussi, mègliu vi truvà riposu in i so alloghji comu passa tempu.
14:26 Iddu vi stazione i so figlioli sottu à u so cosa, e si vi fermi sottu à i so rami.
14:27 Iddu vi esse prutetti da a so cosa da u calori, e si vi firmamu in a so gloria.

Sirach 15

15:1 Quellu chì teme à Diu vi fà u bè. È quellu chì tene a ghjustizia hà da ottene u.
15:2 È cum'è una mamma preziosi, ch'ella ci hà da scuntrà, e comu 'na càmera vèrgine, ch'ella vi ghjunghjerà u.
15:3 Idda cci vi pasce cù u pane di a vita è intelligente. E idda dàrici a vìviri da l 'acqua, di a saviezza salvific. È ch'ella vi esse cunfirmatu in u, e nun vi vuciannu.
15:4 È ch'ella vi chjappà à ellu, e nun vi pò cunfusi. E idda cci vi fin'à, nsemi a chiddi cchiù vicinu a iddu.
15:5 È in l 'internu di l' église, idda apre a so bocca, e idda cci vi cumpleti cù u spiritu di saviezza, è intelligente, e idda cci vi clothe cù un vistitu di a gloria.
15:6 Idda vi mmagazzinari up in ellu un tesoru di sua e Exultation, e idda cci vi rallentà a lascita di un nomu eternu.
15:7 Ma l 'omi scimproriu Ùn ti pigghiari pussessu di a so. E si l 'omi capì vi risponde à u so, l 'omi scimproriu ùn vi acchiappari a vista di a so. Per ch'ella hè luntanu da a arruganza è latrucime.
15:8 l 'omi è chjinata sarà suspittusi di u so. Ma l 'omi chì parlanu a verità, vi pò trovu cù u so, e si vi hannu successu, ancu quandu interrugatu da Diu.
15:9 Praise ùn hè micca bella a bocca di una donna di piccatu.
15:10 Di saviezza, fù mandatu da Diu. E lode vi tengu davanti à a saviezza di Diu, e lode vi latte in a foci di u fidu, è u Signore, Basti, darà loda à a saviezza.
15:11 You micca rispundimu: "Hè per via di Diu, chì a saviezza hè assenza." Per ùn vi deve fà ciò ch'ellu detests.
15:12 You micca rispundimu: "È m'hà cundottu far." Per i dont npitiusa di ùn usu di u.
15:13 U Signore, Mg tutte e errore abominable, è quelli chì ci paura Ùn tinarà ss'affari.
15:14 Diu criau 'omu da u principiu, e cci lassaru a li manu di a so intimità,.
15:15 Iddu agghiunciu lu so cumandamenti e urdunanze.
15:16 Sè voi di sceglie à tena u Cumandamenti, è s'ellu, ad avè li scigghiuti, vi li sirviziu cù fideli parpetuu, ch'elli vi possa tu.
15:17 Iddu hà stabilitu, acqua è focu, davanti à voi. Ingrandà a vostra manu à whichever unu tu avissi a sceglie.
15:18 Nanzu omu è a vita è a morte, u bè è u male. Whichever unu si sceddi vi sarà datu à ellu.
15:19 Di l 'a saviezza di Diu hè numarose. E iddu è forte in lu putiri, virennu tutti li cosi senza universu.
15:20 L 'ochji di u Signore sò nantu à quelli chì u teme, è si sà chì ognunu di i travagli di l'omu.
15:21 Hà urdinatu à nimu à agisce impiously, è ch'ellu hà datu, nuddu lu pirmissu di piccatu.
15:22 Per ellu ùn brama una mansa di ghjente di i figlioli tromper è nutili.

Sirach 16

16:1 Tù ùn avissi aligria in i zitelli npitiusa, si sò riisciuti; nè vi deve piglià campa in li, siddu lu timore di Diu, ùn hè micca in li.
16:2 Tù ùn avissi appruvazioni di a so vita, nè vi deve circà cu favuri supra li fatichi.
16:3 Per unu zitellu chì teme Diu, hè megliu chè mille zitelli npitiusa.
16:4 È ghjè megliu à more senza i zitelli, chè di lascià daretu à i zitelli npitiusa.
16:5 By significa una persona cù a capiscitura, un paese hà da esse abitata. A tribù di i npitiusa p'addivintari deserta.
16:6 Parechje ss'affari mio ochji aghju vistu, e cchiù li cosi cchiù sti mio arechja hà intesu.
16:7 In la sinagoga di i piccatori, un focu, vi vampata a nasciri; e mezzu un populu incrèdula, zerga vi flare up.
16:8 Li gicanti di antichità ùn venenu perdonu di i so peccati; ch'elli eranu distrutte da a firucia in a so capacità.
16:9 È ch'ellu ùn hà pietà u locu di sughjornu di Lotu, e si li abhorred a causa di l 'arruganza di e so parolle.
16:10 Iddu nun pigghiari pena nantu ad elli, distruggennu un pezzu populu, chì ancu elli extolled riguardu à i so piccati,.
16:11 E chistu era cusì cù sei centu mila omini, chì sò riunite in a durezza di u so core. È s'è ancu una sola persona tistarda avianu nna punita, si saria una ricchezza.
16:12 Di misericordia è zerga sò cun ellu. Iddu hè putenti in u pirdunu, è ch'ellu pours nasciri zerga.
16:13 Comu hè a so misericòrdia, tantu hè dinù u so currezzione; si ghjudicheghja un omu chì, secondu a so 'travagghi.
16:14 u piccatu, in lu so pettu, Ùn vi scappari; ma la pacenzia di lu Unu chì mostra a so misericòrdia ùn sarà diminished.
16:15 Ogni grazia farà un locu per ogni omu, secondu a trinca di i so opari, è, secondu à a cunniscenza di u so sughjornu.
16:16 You micca rispundimu: "I sò piatte da a Ddiu,"o, "Quale, da u altu, vi purterà nota di mè?"
16:17 o, "Ntra un granni nùmmaru di pirsuni, I Ùn vi pò capisti. Per ciò chì hè a mio ànima ammenzu una criazioni com'è quand'eddu?"
16:18 eccu: u celu, e lu celu, di u celu,, l 'abissu, è u web in terra, e cose chì sò ind'issi, sarà scuzzulata da u so sguardu,
16:19 assemi e muntagne è culline, è i fundamenti di a terra,. Quandu Diu casts u so sguardu nantu à elli, si sarà un colpu cù e trimava.
16:20 È chì tocca tutte sse cose, u core hè senza intelligenza; Ma ogni core hè capitu da ellu.
16:21 E chi vi capisce a so modi, o di u vinna, chì ùn ochju di l 'omu hà da vede?
16:22 Per parechji di i so opari sò vilata. Ma chì vi annuncià l 'òpiri di a so ghjustìzia? O chi li hà da suppurtà? Per lu Club Svidisi hè luntanu da parechji parsoni, e lu esaminazioni di ogni cosa hè a so fine.
16:23 Quellu chì diminishes u core, Dice pinsamenti viotu. Per l 'omu Imprudent è isuli pensa su stupidizza.
16:24 Duna cuntu a mia, figliolu, e 'mparari a disciplina di a capiscitura, è assiste à e mio parolle in u vostru core.
16:25 È ti parla cun corsi di disciplina, è ti strive to annuncià a saviezza. So assiste à e mio parolle in u vostru core, è ti parla cun corsi di spiritu, circa la virtù chì Diu hà fissatu di a so opere da u principiu, è ti annuncià i so sapè fà in a verità.
16:26 Cù u tribunale di Diu, i so opari sò statu fattu da u principiu; è da u so istitutu, iddu distintu e so parti è pona i so principiu, in a so sorti.
16:27 Hà beautified e so opere à eternità. Hanu nè pigliò, nè affannusu, è ch'elli ùn hanu cessatu da i so opari.
16:28 Nè vi unu alcunu di li causari ag a lu so 'prossimu, Cintamu.
16:29 Tù ùn deve esse incredulous à a so parolla.
16:30 Infine, Diu, taliaru cu favuri nantu à a terra,, e si inchiu cù a so buntà.
16:31 L'anima di tutti i rèttili vivant purtatu parolla da davanti à u so visu, è u so ritornu hè dinò à u.

Sirach 17

17:1 Diu c'avia criatu 'omu da a terra,, e cci fici, secondu a so maghjina.
17:2 E iddu cci turnò arrè a lu, e cci vistutu cu la virtù, secondu à ellu stessu.
17:3 Iddu ci detti u numaru è tempu di a so ghjorni, e cci detti 'auturità nantu à tutte e cose chì sò nantu à a terra,.
17:4 Si misi a paura di u più di tutte e carne, è avia dicenu più animali salvatichi, è e cose vulannu.
17:5 Hà criatu da ellu un aiutu, listessu à ellu stessu. Iddu detti a li pinseri, è lingua, è ochji, e sintennu, e un core, in ordini di a pinsari. Eppo li pieni cù u disciplina di a capiscitura.
17:6 Iddu creatu in li u sapè fà di u spiritu. Anchì so core cun intelligenza, e si li mustrò tantu bonu è gattivu.
17:7 Si misi a so ochju nantu à u so core, à palesani à elli a maestà di i so opari,
17:8 tantu ca si putissi assai ludà lu nomu di sanctification, è dà a gloria à u so righjoni, tantu ca si putissi cuntaraghju a maestà di i so opari.
17:9 In più, li dete una disciplina è a lege di a vita, cum'è a so làscita.
17:10 Iddu stabbilìu un allianza eterna cun elli, è si à palesu a li so 'giustizia e ghjudicamenti.
17:11 È u so ochju vistu a maestà di i so 'onuri, è lu so 'aricchi' ntisi l 'onuri di a so voce, è li disse:: "Talìati di tutte e iniquità."
17:12 È cumandava ogni unu riguardu à u so prossimu,.
17:13 E so manere sò sempre in i so ochji; ch'elli ùn sò piatte da a so ochji.
17:14 Over ognunu e tutti li populi, ch'ellu hà stabilitu un capu.
17:15 E Israele, fù fatta à esse la purzioni manifestazione di Diu.
17:16 È in l 'ochji di Diu,, tutti i so opari sò cum'è u sole,. È i so ochji, senza universu, inspect i so modi.
17:17 U covenants ùn sò piatte da a so iniquità, è tutte e anderebbe sò in l 'ochji di Diu,.
17:18 U almsgiving di un omu chì hè cum'è un segnu nantu à u, chi vi surviglià a grazia di l 'omu, comu lu eleva di un ochju.
17:19 è dopu, si vi possu alzà è rende li i so ricumpensa, ognunu nantu à u so capu, è si ritorna à i lochi ammucciatu di a terra,.
17:20 Now, à l 'pintutu ora, ch'ellu hà datu u modu di ghjustizia, è ch'ellu hà da cunfurtà quelli chì mancava in pacenzia, è ellu li hà fissendiddu à un distinu di a verità.
17:21 Niari a lu Signuri, e dari a to piccati.
17:22 Fate prichera hè davanti à a fàccia di u Signore,, e perdita a vostra offenses.
17:23 Torna a lu Signuri, è piattà da a to inghjustizia, e hannu immensa oddiu di abumineghju.
17:24 È ricunnosce i statuti è ghjudicamenti di Diu, e tèniti ferma in i circustanzi misi davanti à voi, è in prichera à u più altu Diu,.
17:25 Andà à u latu di u santu in purleva, à quelli chì campanu in ordine per dà loda di Diu,.
17:26 Tù ùn avissi terria in l 'errore di u npitiusa; cunfissatu davanti à a morte. Confession infini da i morti, comu si fussi nenti.
17:27 Cunfessu, mentri vivant; vo duvite dà à traversu un'interfaccia chì tù sì sempre vivu, è sana. E tu avissi a ludà à Diu, è a gloria in lu so cumpassioni.
17:28 How maiò hè a misericordia di u Signore,, è u so pardonu, per quelli chì a cunversione di u!
17:29 Per ùn tutte e cose ponu esse in l 'omi, perchè u figliolu di l'omu ùn hè immurtale, è perchè ùn sò sempri da i lassatu di malignità.
17:30 Cosa hè cresce chè u sole? Eppuru stu vi curanu. O di ciò chì hè di più gattivi chè ciò chì carne è u sangue hà inventata? E sta serà via.
17:31 Iddu beholds lu putiri di l 'altezza di u celu. È tutte e ghjente sò a terra è malanni.

Sirach 18

18:1 The One chì dwells in eternità creatu tutte e cose inseme. Diu sulu vi esse ghjustificata, è ch'ellu ferma un re, invincible di eternità.
18:2 Quale hè capaci à dichjarà a so opari?
18:3 Per chì pò esaminà a so grandezza?
18:4 È quale hà da annuncià a putenza di u so rannizza? O chi saria capaci à discriva u so misericordia?
18:5 Ùn ci hè micca stima, è ùn fa crìsciri, è ùn ci hè nimu scupria, l 'amichi di Diu.
18:6 Quandu omu hè arrivatu a la fini, allura vi mittite. E quannu finisci, ch'ellu hà da esse in lu bisognu.
18:7 Cosa hè omu, è ciò chì hè a so grazia? È ciò chì hè u so boni, o di ciò chì hè u so male?
18:8 U numeru di u ghjornu di l 'omi sò com'è tanti com'è centu anni. Cum'è una candella d'acqua in lu mare, cusì ch'elli sò cunziddirata. È comu un grana di rena nant'à u riva, accussì nun sti pochi anni, lu parauni di i tempi di tutte e tempu.
18:9 Per stu mutivu, Diu hè pacienza cun elli, è ch'ellu pours esce a so misericòrdia nantu à elli.
18:10 Hà vistu chì u presumption di u so core hè u male, è si sà chì a so ribeddu hè gattivu.
18:11 dunque, ch'ellu hà datu u so pardonu à elli, è ch'ellu hà palisata à elli lu modu di ghjustizia.
18:12 A cumpassione di l 'omu hè versu chiddi cchiù vicinu a iddu. Ma la misericordia di Diu, hè nantu à tutte e carne.
18:13 Iddu hè misericurdiosu, e si ricìa è corrects, cum'è un pastore cù a so banda.
18:14 Iddu pigghia pena nantu à quelli chì accetta a duttrina di cumpassione, è ch'ellu hè u so ghjudicamenti promptly.
18:15 Figliolu, in u vostru bonu travagghi, Ùn vi duvite lamentu, è a dàricci nenti, Ùn vi duvite causari dulori cù parolle gattive.
18:16 Hè caldu ùn FRAICHIS da a guazza? So hè dinù una bona parolla megliu cà un donu.
18:17 eccu, hè una parolla ùn più cà un donu? Ma dui sò cù un omu assai.
18:18 U locu sb scimproriu antu. È un donu di u disciprinatu ti l 'occhi to fail.
18:19 Davanti à voi ghjudicà, mette ghjustizia in ordine nella présenter, è davanti à voi di parlà, amparà.
18:20 Davanti à voi divintatu malatu, venenu midicina. È davanti à voi ghjudicà, esaminà présenter. E poi vi truverete u pirdunu in l 'ochji di Diu,.
18:21 Davanti à voi divintatu debuli, sbatterà présenter; è in un tempu di fiacchezza, mostra a vostra manera di a vita.
18:22 Chì nunda tù espadar sulità da pricava sempre. E poi tu non vi sbannutu esse ghjustificata, ancu à i morti. Per lu ricumpenza di Diu dwells in eternità.
18:23 Prima vi precu, priparà a to anima. È ùn sceglie a èssiri comu un omu chì tempts à Diu.
18:24 Ricurdativi di lu zerga chì sarà nantu à u ghjornu di PARTICULARITY, e ricordu u tempu di grossa, quandu ellu hà da piattà a so faccia.
18:25 Ricurdativi di miseria in un tempu di bundanza, e ricordu u eu di miseria in un ghjornu di ricchezze.
18:26 Da la matina finu a sira, u tempu hà da esse cambiatu, è tutti sti sò sveltu, in l 'ochji di Diu,.
18:27 Un omu saggiu sarà sicurezza, in tutte e cose, è durante un tempu di parechji offenses, ch'ellu hà da esse attenti contr'à inaction.
18:28 Quant'ella hè astute ricunnosce a saviezza, e si diciunu qualchissia chì a trovi.
18:29 À quelli chì mostra à capì incù e parolle dinù sò agitu camurrìi elli, è ch'elli anu capitu a verità è a ghjustìzia, è ch'elli sò cumpiimentu li pruverbi e ghjudicamenti.
18:30 Tù ùn deve andà dopu à a to primure; inveci, piattà da a vostra propria vuluntà.
18:31 Sè tu offri a to primure di a vostra anima, stu vi causari voi à diventà una gioia di i to nimici.
18:32 Pagliacci, ùn campa in calori undisciplined, s'ellu grande, o picculu. Di a so permissione di offenses hè unanimità.
18:33 Tù ùn deve esse riduci da i sdignu di assumendoni, ancu s'è ùn ci hè nunda in u vostru portamuniti. Per voi ci pò cuntistava contru à a to vita.

Sirach 19

19:1 An misciu inebriated ùn esse ricchi. È quellu chì disprezza littleness Per buccali un pocu in un tempu.
19:2 Lu vinu e li fimmini causari maghi à arrassarisi, e allura si ti lagni contru à quelli chì capisce.
19:3 È quellu chì si iunci à fornicators p'addivintari gattivu. Curruzzione è vermi ellu vi lascita, è ch'ellu hà da esse d'comu l 'esempiu di più, è a so anima sarà dedutu da u numaru.
19:4 Quellu chì hè prestu à crede hà un core autori è sarà diminished. È quellu chì offends contru à a so 'anima vi hannu ancu menu.
19:5 Quellu chì ralegra in iniquità sarà cundannati. È quellu chì Paulina currezzione vi hannu menu in a vita. Ma quellu chì Paulina eccessivu conversazione DISPARUS u male.
19:6 Quellu chì peccati contru à a so 'anima sarà punitu. È quellu chì si ralegra in malignità hà da esse cundannati.
19:7 Tù ùn ci torna una parolla gattivu è duri, e poi tu non vi pò diminished.
19:8 Ùn palesani u vostru la menti a 'amicu, o ogni peccatu. È s'ellu ci hè un peccatu nella tù, ùn ùn dice u.
19:9 Per ch'ellu vi sente à voi, è voi fighjulà, e mentri finta a difesa di u vostru piccatu, ellu vi disprezzanu tù, e accussi iddu sarà Oghji ci hè cun voi.
19:10 Avete voi intesu una parolla contr'à a vostra prossimu? Chì si mori ind'a tù, crìdiri chi nun crepa esce da a voi.
19:11 Nanzu u visu di una parolla, una fisseria fatichi omu, cum'è una donna, smisurati comu hà dà a nascita di un ziteddu.
19:12 Cum'è una freccia fissu à a carne di a coscia, tantu hè una parolla in u cori di l 'omu scimproriu.
19:13 Mette un amicu, si forse ci era un indiferenza, è si pò dì, "Nun fuvu ju!". Or, s'ellu ùn feremu, ellu mette, tantu ch'ellu ùn pò fà lu di novu.
19:14 Mette u vostru vicinu di casa, di forse ch'ellu ùn dicenu. Ma s'eddu ùn dicenu, ellu mette, tantu ch'ellu ùn pò dì hè dinò.
19:15 Mette u vostru amicu. Per spessu has been ingagiatu una curpa.
19:16 È ùn cridite ogni parolla. Ci hè quellu chì Sole cù a so parolla, ma micca cù u so core.
19:17 Per quale hè ci chì ùn hà fattu incù u so parolle? Mette u vostru vicinu di casa, prima vi ci currezzione.
19:18 È fà un locu di l 'pi lu scantu di lu Altìssimu. Per tutti i saviezza hè timore di Diu,, e ghjè saggiu a paura à Diu, è in tutti i saviezza hè a dispusizioni spiicalli di u drittu.
19:19 Ma l 'auturità di a gattivera ùn hè micca a saviezza. È ùn ci hè nimu prudenza in u core di a ghjente.
19:20 Ci hè una gattivera, è in lu ci hè abumineghju. È ùn ci hè un omu chì scimproriu chì hè statu diminished in saviezza.
19:21 Megliu hè un omu chì hè statu diminished in saviezza, parchì a so menti hè pudere, ma cù u timore di Diu,, chè quellu chì abbunna in ntilliggenza, ma cu malfatta contru à a lege di u Altìssimu.
19:22 Ci hè una certa cleverness, e ghjè inghjusti.
19:23 È ci hè quellu chì utters una parolla attentu, spiigà luntanu a verità. Ci hè unu chì ellu stessu humbles wickedly, di u so internu hè pienu di latrucime.
19:24 È ci hè quellu chì si cala essa incù un grande debasement. È ci hè quellu chì inclines u so visu downward, e pretends com'è s'eddu ùn vede ciò chì ùn hè statu fattu cunnosce.
19:25 È s'ellu hè défendu da sinning da una mancanza di mezi, è po ritrova un uccasioni di evildoing, ch'ellu hà da fà u male.
19:26 Un omu hè ricunnisciutu da u so apparizioni. Ma quannu tu scuntratu un omu intelligente, ch'ellu hè ricunnisciutu da a so faccia.
19:27 I muri di u corpu, e la risata di i denti, è u caminu di un omu, dà un rapportu di u.
19:28 Ci hè una currezzione chjinata in u zerga di un omu chì inglese contemptuous. È ci hè un dirittu chì ùn pruvà à esse bè. Ma ci hè quellu chì hè mutu, e lu stissu hè meddu.

Sirach 20

20:1 Quantu megliu hè di reprove, cà a divintari arraggiatu, accussì comu micca à trattinite quellu chì pò aviri cunfissatu in preghiera.
20:2 U lussuria di un eunucu vi deflower una ghjovana giuvanotta;
20:3 listessu hè quellu chì da a viulenza dà una sintenza iniquitous.
20:4 How bonu hè, quandu vi sò corrigée, à mustrà contrition! Per in stu modu, tu vi di scappari piccatu dilibbirata.
20:5 Ci hè quellu chì, da stà zitti, hè trovu à esse venuti. È ci hè un altru chì hè tirannia è chì inghjenna da parlà fora.
20:6 Ci hè quellu chì, Ùn avendu u intelligente à parlà, ferma mutu. È ci hè un altru chì resta mutu, sapennu lu tempu giustu.
20:7 Un omu saggiu vi stà mutu sinu à u tempu. Ma una persona unrestrained è Imprudent ùn vi State i tempi.
20:8 Quellu chì adopra assai parolle vi facissi lu so 'anima. È quellu chì mughjà hè auturità nantu à sè stessu vi pò udià.
20:9 Ci hè prugressu in u male per un omu disciprinatu, è ci hè un pianu chi gira à a so dépens.
20:10 Ci hè un rigalu chì ùn hè micca Corsets, è ci hè un rigalu, u repayment per cui hè doppia.
20:11 Ci hè una perdita di u palu di vantavanu, è ùn ci hè unu chì vi pesa u capu da a murtalità.
20:12 Ci hè quellu chì Buys assai di un picculu prix, è chì paese hè daretu sevenfold.
20:13 Ogni omu saggiu in parole face ellu stessu amatu. Ma l 'Grâces di u scimproriu sarà spartu luntanu.
20:14 Un rigalu di u decision ùn vi prufittà tù. Per u so sguardu hè divisu, sevenfold.
20:15 Si ti dugnu a picca, è vituperiu assai. È i scogli di a so bocca hè cum'è una fiara ardenti.
20:16 Ci hè quellu chì appurtà oghje è imponi repayment dumani. Un omu cume issa hè tirannia.
20:17 Un omu scimproriu ùn hannu un amicu, è ùn ci serà micca per via di u so boni.
20:18 Per quelli chì manghjà u pane hannu na nutizzia lingua. Comu à spessu, è quantu sò quelli chì ellu vi ri ridicule!
20:19 Per ciò ch'ellu pussedi, ch'ellu ùn distribuisce cun intelligenza curretta. Eppo mette similaire cù ciò ch'ellu ùn pussedi.
20:20 U slip una gattiva lingua hè cum'è un omu chì cadi supra piastrelle. un tali caduta di u gattivu vi site subitu.
20:21 Un omu disagreeable hè cum'è un Fable privu; si sarà cuntinuà in a bocca di i disciprinatu.
20:22 A paràbula di a bocca di una burla sarà riittatu. Per ellu ùn parla si a lu tempu giustu.
20:23 Ci hè quellu chì hè défendu da sinning da miseria, è in lu so riposu, ellu vi s'inzerga.
20:24 Ci hè quellu chì hà da perde a so 'anima per via di finta, e si pirdarà da un esempiu di Melisande. Per da inventà a vuluntà di un altru, ch'ellu hà da arruvinà 'iddu.
20:25 Ci hè quellu chì, di u nome di ciò chì altre l'mulleri mia, faci una prumessa à un ami, e accussi cci guadagnà cum'è un nimicu per ùn ragiuni.
20:26 A bacia hè una disunori gattivu à un omu, è ancu minzogni sarà cuntinuà à l 'erusioni di quelli senza disciplina.
20:27 A latru hè megliu chè un omu chì si trova sempri à. Ma à tempu di li vi lascita punition.
20:28 L'usi di l'omi chjinata sò senza unuri. È i so brutteghji hè cun elli senza universu.
20:29 Un omu saggiu vi prufittà ellu stessu da i so parolle, è un omu prudenti vi fariti i putenti.
20:30 Quellu chì lavora a so terra hà da addivà altu un enriched di a grana. È quellu chì travaglia ghjustizia hà da ellu stessu risuscità altu. ma in verità, quellu futti i putenti vi scappari cure ingiustu.
20:31 Prisenta e rigali orbu l 'ochji di ghjudici, è muti so foci, li duni latu da u so compitu di currezzione.
20:32 Wisdom piatte, e trisoru unseen: di ciò chì usu si manifisteghja di issi?
20:33 Quellu chì cartoons so stupidizza hè megliu chè un omu chì piatta a so saviezza.

Sirach 21

21:1 Figliolu, sò vo piccatu? Tù ùn deve aghjunghje prumove i piccati. Allora troppu, di u vostru ex piccati, priari tantu chi si pò tù sia perdunatu.
21:2 Fughje da piccati, comu si da u visu di una sarpe. Per se li voi avvicina, ch'elli ti pigghiari pussessu di voi.
21:3 I so denti sò cum'è i denti di un lione, purtannu a morte à i animi di l'omi.
21:4 All iniquità, hè cum'è una asperge dui-musculi; ùn ci hè micca una guariscenza in u so ferita.
21:5 Vituperiu è inghjulia farà risorsi inùtuli. È una casa chì hè felice ricchi diventanu powerless à fil. In sta manera, i risorsi di l'arruganti sarà struncatu.
21:6 Supplicazioni, da a bocca di u pauper hà da tuccà tutte e la manera di l 'aricchi di Diu, è tribunale vi vene à u subitu.
21:7 Quellu chì Paulina currezzione hè camminare in i passi di un piccatu. Ma quellu chì teme à Diu vi cunvertisce ind'a so core.
21:8 Quellu chì hà puteri par via di una lingua, passu hà da esse cunnisciutu da luntanu. Ma un omu intelligente cunnosci a sciddicari passatu cci.
21:9 Quellu chì costruisce a so casa, pagatu per da un altru, hè cum'è quellu chì si avvicinanu u so naturali bastimentu in winter.
21:10 A sinagoga di i piccatori hè cum'è stubble piled up; di la fini di li dui hè un focu ardenti.
21:11 A via di i piccatori hè asfaltata è livellu, è à e so fine hè infernu è scuru e punishments.
21:12 Quellu chì osserva ghjustizia hà da acquistà una cunniscenza di lu.
21:13 U PARTICULARITY di u timore di Diu hè a saviezza è intelligente.
21:14 Quellu chì ùn hè micca venuti à u bonu ùn accetta istruzzioni.
21:15 Avà ùn ci hè una saviezza chì abbunna in u male. Ma ùn ci hè micca à capì induve ci hè amarezza.
21:16 A cunniscenza di u filosofu ti cresce cum'è una piena, è u so pinseri sarà cuntinuà, comu 'na funtana di a vita.
21:17 U core di l 'scimproriu hè cum'è un vasu rottu, per ùn vi tèniri ogni saviezza.
21:18 Un omu astuti vi ludà à ogni parolla omu saggiu si sente, è ch'ellu hà da dalli à sè stessu. L'omu self-indulgent francese hà intesu, e si cci displeases, e accussi iddu casts lu in daretu à u so ritornu.
21:19 A cultura di l 'scimproriu hè cum'è un pisu supra un viaghju. Ma in i labbra di a intelligenza, grazia vi sia trovu.
21:20 A bocca di u meddu hè circava in la chiesa, e si vi guardà i so parolle in lu so core.
21:21 Cum'è una casa chì hè stata scunfitta, tantu hè a saviezza di i scimproriu. È i sapè fà di a decision hè cum'è e parolle meaningless.
21:22 Duttrina di l 'omu stùpidu ùn hè cum'è intravatu nantu i pedi, è cum'è i farri à i manu diritta.
21:23 Un omu scimproriu na punta, su so 'vuci di a risata. Ma un omu saggiu ùn vi ancu ridiri tranquillamenti à sè stessu.
21:24 Doctrine hè a meddu cum'è un urnamentu d'oru, è comu un armband u bracciu dirittu.
21:25 I so pedi di u passu scimproriu facili in a casa di u so prossimu. Ma un omu di spirienza sarà apprehensive a la prisenza di lu putenti.
21:26 Un omu stùpidu ùn vi guardate à traversu una finestra in a casa. Ma un omu chì hè statu bè insignatu-ti tengu fora,.
21:27 Hè scimproriu di un omu chì à sente à a porta. È un omu prudenti sarà turmintate à stu disunori.
21:28 A bucca di u Imprudent vi numaru di e cose stùpidu. Ma e parolle di u meddu sarà pisò nant'à un equilibriu.
21:29 U core di l 'scimproriu sò in a so foci. Ma l 'erusioni di i maghi sò cù u so core.
21:30 Arcusgi l 'npitiusa tia lu diavulu, si più a so 'anima.
21:31 À quelli chì whisper accusi def so animi, e si vi pò udià da tutti. È quellu chì abides cu li sarà tirannia. L'omu mutu, è intelligente sarà unuratu.

Sirach 22

22:1 L'omu lagnusi hè pelted cù una petra fitenti, è tutte e ti trattanu di a so rigezioni.
22:2 L'omu lagnusi hè pelted incù u Brandung di boi, è tutti quelli chì ci tuccari vi pigliu li birritti mani.
22:3 Un figliolu disciprinatu hè a vergogna di u so babbu:, Ma una figliola disciprinatu hà da esse à u so dégradation.
22:4 A figlia prudenti danu una lascita di u so maritu. Ma quella chì nascenu vergogna sarà una disunori à quellu chì a so incinta.
22:5 Quella chì hè foglio shames u so babbu è u so maritu, è ch'ella ùn serà menu offensiva à l 'npitiusa. Per ch'ella vi pò tenerà in offisa da dui.
22:6 Spiari primatura hè cum'è musica in un tempu di lu luttu. Ma i currezzione spertu e duttrina di saviezza, sò sempre pianificazione.
22:7 Quellu chì insegna u scimproriu hè cum'è un omu chì glues nsemmula na pignata ruttu.
22:8 Quellu chì spieca una parolla à quellu chì ùn hè à sente hè cum'è un omu chì matina un trattu na pirsuna dormu da un sonnu spechju.
22:9 Quellu chì spiega a saviezza di i stùpidu hè cum'è unu di parlà à una parsona pescatore. È à a fine di u Tagliu, si dici:: "Quale hè stu?"
22:10 Pienghje più di i morti, di u so lume hà fiascatu. È pienghje più di u scimproriu, di a so intelligenza hà fiascatu.
22:11 Pientu solu un pocu più di i morti, per ellu hè in sicretu.
22:12 Ma la vita gattivu di una burla gattivu hè peggiu di la morti.
22:13 U dolu di u mortu hè sette ghjorni; ma per u scimproriu è l 'npitiusa, ghjè tutti i ghjorni di a so vita.
22:14 Tù ùn avissi a parrari a lunghezza incù u scimproriu, è tù ùn ci vai cu la stùpidu.
22:15 Cecceccu e se da ellu, tantu chì ùn si pò aviri prubbremi, è cusì chì vo ùn vi pò cuntaminatu da u so piccatu.
22:16 Piattà da ellu, è voi vi truvà riposu, è voi ùn vi pò dispiratu da la stupidizza.
22:17 Cosa hè grùassu di gout? E chiddu àutru pò si pò chiamari, ma scimproriu?
22:18 Sand, è u sali, è un pesu di ferru sò tutti più fàciule à u ceppu di un omu Imprudent, chì hè à tempu scimproriu è npitiusa.
22:19 Un fasciu di legne fasciante inseme in u fundamentu di un edificio ùn sarà pianu. È simile hè u core chì hè statu cunfurtà da u cunsìgliu pinsirusu.
22:20 U core di quellu chì hè intelligente ùn sarà currutti da teme à ogni situazioni.
22:21 Cum'è pàglia in un locu altu, o un muru fattu di muratura senza materiali fissatu, Ùn vi cuntinuà contru à u visu di u ventu,
22:22 tantu dinù un core timid, è i pinsamenti di u stùpidu, Ùn vi sustiniri la forcefulness di paura.
22:23 Nunustanti nu cori cowardly, i pinsamenti di u scimproriu ùn vi paura ogni situazioni; sempre nè vuluntà unu chì cuntinueghja sempre in u urdunanze di Diu.
22:24 Quellu chì jabs un ochju chì pruduce làcrime. È quellu chì jabs u core chì pruduce intelligenza.
22:25 Iddu chi jetta 'na petra a acelli vi li voiture luntanu. So dinù, quellu chì accusateur lu so 'amicu dissolves l' amicizia.
22:26 Ma s'è vo avete tiratu una spada contru à un ami, tù ùn avissi addispiratu; per ùn ci pò esse un ritornu.
22:27 Sè vo avete apertu una bocca currusivu e addirittura contru à un ami, Ùn vo duvite teme; per ùn ci pò esse una riparazioni. Tuttavia, s'è ci sò accusi, o abusu, o arruganza, o di u IMPUGNANO di sicreti, o di una ferita da disonistà, in tutti sti casi, un amicu vi fughje luntanu.
22:28 Tèniri a fideltà incù un amicu in a so miseria, cusì chì vo pudete dinù felice in a so crescita.
22:29 In u tempu di a so tribulazione, stà fidu à Ghjesù, tantu chi vi pò dinù esse un erede cun ellu, in a so làscita.
22:30 Cum'è lu vapuri da un fornu, o di u fumu da un focu,, all'omu nanzu una fiamma, tantu dinù fà fa vutu e insulti è minacce Arrìzzati nanzu sangu.
22:31 I Ùn sarà di falli a fannu un amicu, nè sarà mmia I piatti da i so facci. È s'è disgrazi mi v'accadarà per via di u, I vi suppurtà.
22:32 Qualchissia chì sente di stu sarà suspittusi intornu à ellu.
22:33 : Quale hà da custituiscia una masse di mio bocca,, è un segnu accéder più di u mio labre, tantu ca mi pò micca caduta per via di li, è cusì chì u mio lingua ùn mi lampà?

Sirach 23

23:1 Lord, Babbu è supremu di la me vita: pò micca à mè tù abbandunà a so pinseri, nè pirmittiti a caduta da li.
23:2 Ci avaristi casuali scourges più di u mio core è più di l 'auturità di a saviezza in u mio core. È ch'elli ùn mi avissi a pietà da a so ignorances, nè vi si permette a so offenses à divintà apparenti.
23:3 È si ntènninu chì u mio ignorances avissi a aumintari, e mio offenses esse multiplicate, è u mo piccati latte. E accussì I cadiri in l 'ochji di u mio aversàrii, è esse cuntenti più da u mio nimicu.
23:4 Lord, Babbu è Diu di u mio vita: pò micca à mè tù abbandunà a so piani.
23:5 Nun mi lassari cu la boria di mio ochji. E aviatrice tutte e brame da mè.
23:6 Piglià a brama di u corpu, da mè, è ùn permette laziu sessuale a pigghiari pussessu di mè, è ùn permette una menti irreverent è stùpidu nentru à mè.
23:7 u populu corsu: sente à a duttrina di u mio bocca,. Per quelli chì osservanu ùn vi stirpate da a bucca, nè pò scandalized in opere gattivu.
23:8 Un piccatu hè guardata da i so miseria. E la tamanta è quelli chì parla male sarà scandalized da ste cose.
23:9 Ùn permette a vostra bocca à divintà abbituatu a grecu Πειρίθοος jurons. Per in stu, ci sò parechje pitfalls.
23:10 cambiatu, ùn permette u firmà di Diu per esse cuntinuà in a vostra bocca, e nun usari comu siddu lu nomi di lu sò santu cumune. Per voi ùn vi scappari pi castigu da li.
23:11 Cum'è un servitore, cuntinuà interrogated, Ùn sarà senza un bruise, cusì ognunu chi swears grecu Πειρίθοος e pigghia lu nomu di Diu, ùn sarà sanu senza da u piccatu.
23:12 Un omu chì swears tanti grecu Πειρίθοος sarà pienu di cascà, e scourges ùn vi chì partenu da a so casa.
23:13 È s'ellu ùn viaghji quessa a rializzari lu, u so occasione sarà nantu à u, è s'ellu pretends si cumpiì u, si offends doubly.
23:14 È s'ellu swears ghjuramentu insincerely, ch'ellu ùn serà dignu. Di a so casa, č sarà pienu cun grossa per ellu.
23:15 Ci hè ancu un altru tipu di discursu chi faces, a morte; : Chì ùn pò trova in l 'eredi di Ghjacobbu.
23:16 Per tutte sse cose sarà livatu lu misericurdiosu, è ùn ti cob in offenses.
23:17 Ùn permette a vostra bocca à divintà abbituatu a discursu disciprinatu. Per in stu, ci hè u peccatu di e parolle.
23:18 Quandu voi à pusà in u mezu di grandi omini, ricordu u vostru babbu è mamma.
23:19 altrimenti, Diu pò scurdari, quandu vi sò in i so ochji, e poi tu avissi a èssiri curputu babbiàvanu è lasciassi disunori, e tu putissi vulete chì tù avia mai statu nati, è vi pudia più à u ghjornu di u to pàtria.
23:20 L'omu chì hè abbituatu e parolle, dixendu ùn accetta istruzzioni, tutti i ghjorni di a so vita.
23:21 Dui tipi di pirsuni latte in i piccati, e un terzu aghjusta zerga è punition.
23:22 A 'anima t'hai hè cum'è un focu ardenti, ùn vi pò quenched, nzinu a lu devours calcosa.
23:23 È un omu chì hè gattivu, in u primure di a so carne ùn vi ccussì finu à ch'ellu hè à scuppià un focu,.
23:24 À un omu di impudicità, tuttu u pane hè dolce; ch'ellu ùn sarà Pneus di malfatta, a la fini assai.
23:25 Ogni omu chì và u so lettu, hè disprezzu di a so 'anima. E accussi cci dici:: "Quale si vede à mè?
23:26 A Strada Di mi circondani, è i muri mi chiùdiri, è nimu purtati a vista di mè. Qual'e avissi paura? The Most High ùn ricordu u mio offenses. "
23:27 È ch'ellu ùn capisce chì ochju di Diu vede tuttu ciò. Per paura nella un omu cume stu rutazioni luntanu da ellu sia u timore di Diu, è l 'ochji di quelli omi chì paura à Diu.
23:28 È ch'ellu ùn ricunnosce chì l 'ochji di u Signore sò moltu cresce chè u sole, Stannu tot più di tutte e manere di l'omi, ancu à a prufundità di l 'abissu, e girannu in lu core di l'omi, ancu à a parti più piatte.
23:29 Di tutte e cose, nanzu ch'elli stati creati, stati cunnisciuti di u Signore Diu. È ancu dopu à u so cumpiimentu, si beholds tutte e cose.
23:30 St'omu serà punitu in i carrughji di a cità, è ch'ellu hà da esse assicutatu cum'è una ghjovana, cavallo,. È in un locu ch'ellu ùn vidimi, ch'ellu hà da esse cunquistata.
23:31 È perchè ùn capisce a paura di u Signore,, ch'ellu hà da esse in disunori nanzu tuttu l 'omi,
23:32 comu sarà ogni donna,, troppu, chì abandons u so maritu è ​​stabilisci una lascita da u matrimoniu à un altru omu.
23:33 di prima, ch'ella hè incrèdula di a lege di u Altìssimu. Sicondu, hà fattu contru à u so maritu. Terzu, idda fornicated da adultère, e accussì stabileru i so figlioli da un altru omu.
23:34 Sta donna hà da esse purtatu in l 'assemblea, è ch'ella vi pò fissau da i so figlioli.
23:35 I so figlioli ùn piglià ràdica, e so fronde ùn pruducia fruttu.
23:36 Idda ti lascià daretu à a so memoria cum'è una maladizzione, è u so nbicchiennu ùn sarà s'asciucau.
23:37 È quelli chì sò manca darreri vi ricunnosce chì ùn ci hè nunda di megliu chè u timore di Diu,, è chì ùn ci hè nunda di più dolci chè à avè u rispettu di i cumandamenti di u Signore,.
23:38 Hè una grande gloria à seguità u Signore,. Di lunghizza di ghjorni, serà ricevutu da ellu.

Sirach 24

24:1 Wisdom vi ludà a so menti, è ch'ella vi pò unuratu da Diu, è ch'ella vi pò glurificatu in u mezu di u so pòpulu.
24:2 E idda apre a so bocca, in i ghjesgi di l'Altìssimu, è ch'ella vi pò glurificatu in l 'ochji di i so virtù.
24:3 È in u mezu di u so pòpulu, ch'ella sarà innalzatu. È ch'ella vi pò ammirata da l 'assemblea santu.
24:4 È ch'ella vi hannu loda ind'a abitanti di u surella. È ch'ella vi pò benedisse à mezu à u benedettu. E idda li diciaraghju:
24:5 "I iscì da a bocca di l'Altìssimu, cum'è u prima-nati nanzu tutti i rèttili.
24:6 I causatu un lume unfailing à truvà in u celu,. È I cupertu tuttu la terra comu 'na nuvola.
24:7 Aghju vissutu in i lochi più, è u mo tronu hè in u munimentu di una nuvola.
24:8 solu aghju fattu alzà u ferrari circuit di u celu, è sò sylvie a prufundità di l 'abissu, è aghju marchjatu nantu à l 'acqua di u mare,,
24:9 è sò messe nantu à tutta a terra,. È à mezu à tutti i populi,
24:10 è in ogni nazione, I sò pòpuli primacy.
24:11 È da virtù, I sò leggiri nantu à u core di tutti i, lu granni è l 'ùmili. È aghju sugnatu mio riposu in tutte e di li. È ti cuntinuà, cum'è l 'eredi di u Signore,.
24:12 Allura lu Criaturi di tutte e cose struitu è ​​parlava cun mè. E lu populu chì m'hà creatu ripusava in lu mio tenda.
24:13 È li disse: à mè: Chì u to locu casa esse cun Jacob, è chì a vostra làscita esse in Israele, per voi ti piglià ràdica à mezu à a mo surella.
24:14 Da u principiu, e prima di lu munnu,, I statu creatu. È ancu ind'è u mondu avvene, I nun finisci a raghjone. Per aghju sirvìanu davanti ad ellu in lu santu aggrondu.
24:15 È in stu modu, I statu stabilitu in Zion. e listessa, in la cità di Santa, I trovu riposu. È u mio putere hè in Ghjerusaleme.
24:16 E mi pigghiò a ràdica à mezu à un populu preziosi, ind'a parte di u mio Diu, ind'a so làscita. E accussi mi stava hè in la piena assemblea di i Santi.
24:17 I fù innalzatu cum'è i cedri in Libano è comu un cyprès su Mount Zion.
24:18 I fù innalzatu comu 'na palma in Cadesse è cum'è una machja rosa in Jericho.
24:19 I fù innalzatu, comu 'na bedda l'alivu in i pianuri, è comu un sciaràbulu accantu à l 'acque longu una larga, strada.
24:20 I detti Murat un odore arumatichi cum'è cannella o di balsamifera. I pruduce un ciauru, dolce, cum'è u megliu mirra.
24:21 È I prufumatu mio locu abitanti cun dolce, gum in, e risina arumatichi, e petali fiore, e Aloë, oltri i gastrunomi i cedri di u Lìbanu. E mio odore è comu balsamifera undiluted.
24:22 I sò decise mio fronde cum'è un arvulu Térébinthe, e mio rame sò d 'onuri e grazia.
24:23 Like a vigna, I sò nati u fruttu di una dolce odore. E mio fiori, sò u fruttu di onuri e sincerità.
24:24 Sò la matri di la biddizza d 'amuri, e di lu scantu, è di a cunniscenza, e di santi spiranza.
24:25 All grazia di la strata e di la virità è in mè. Tutti i spiranzi di a vita è di virtù è in mè.
24:26 Viaghju versu à mè, voi tutti quelli chì mi voglia, è esse pienu di da u mo racolta.
24:27 Di u mio spiritu hè più dolci ca u mele, e mio lascita hè megliu chè u mele è u bugnu.
24:28 I mo memoria hè per i sèculi di pocu impremenu.
24:29 Quellu chì consumes mè sarà la fami sempre. È quellu chì mi allura vi siti sempri.
24:30 Quellu chì à sente à mè ùn esse cunfusi. È quellu chì mette in mè ùn sarà u piccatu.
24:31 Quellu chì elucidates mi hannu a vita eterna. "
24:32 Tutti stu hè un libru di a vita, è un allianza di u Altìssimu, è un oziu di a verità.
24:33 Mosè ha priscrittu la liggi da u urdunanze di ghjustizia, è a làscita di a casa di Ghjacobbu,, è i prumessi di Israel.
24:34 Diu, distinatu à David cum'è u so servitore, in ordine à suscità da ellu un più gran re,, c'avissiru à pusà nantu à u tronu di onuri Cintamu.
24:35 Hè quellu chì fulfills saviezza, cum'è u fiume, Phison è lu ciumi Tigri in u primu tempu.
24:36 Hè quellu chì fulfills intelligenza, cum'è u Euphrates, fiume,. Hè quellu chì piccatu intelligenza, comu lu ciumi Giurdanu in u tempu di a racolta.
24:37 Iddu vi manna nasciri disciplina, comu la luci, e si leva nasciri, comu lu ciumi Gehon in lu tempu di la vendemmia.
24:38 Si prima era perfetta a cunniscenza di i so, per un unu scintìfica ùn avissi a circari di u so.
24:39 Per i so pinsamenti latte cum'è u mare,, è i so cunsigli latte cum'è i gran 'abissu.
24:40 "I, saviezza, aghju prumessu fiumi.
24:41 I sugnu comu un fiumicellu Curie à un fiume, di acqui immensa. I sugnu comu un canali scoddi da un fiume,. È I iscì da Paradise cum'è un acquedotto.
24:42 aghju dettu:: I vi irrigate mio ortu di a panna, è ti appaghjà la funtana, i frutti di u mio campu di.
24:43 Ed eccu, mio fiumicellu addivintò funtani, e mio fiume, s'avvicinò a lu mari.
24:44 For I suciale duttrina di tutti i, cum'è u prima di luce. È ti annunziari duttrina, ancu à quelli chì sò luntanu.
24:45 I vi lompi a tutti i banni bassa di a terra,, è ti fissi nantu à tutti quelli chì vanu à, è ti suciale di tutti quelli chì sperenza in lu Signore.
24:46 ancu avà, I struisce duttrina, comu a prufezia. È ancu avà, I lascià una duttrina di quelli chì cercanu a saviezza. E ju nun finisci da u so Descendance, ancu ind'è u tempu sacru.
24:47 Vede cumu I Ùn sò affannusu di mìa, sulu, ma per tutti quelli chì sò à inventà a verità!"

Sirach 25

25:1 I mo spiritu hè lusingatu cù trè cosi; sti sò assicurati in l 'ochji di Diu, è l' omi:
25:2 l 'armunia di fratelli, è l 'amuri di vicini, è un maritu è ​​moglia cunvenuta bè inseme.
25:3 A mio ànima Paulina tri tipi di cosi; e ju sugnu assai afflittu più di i so animi:
25:4 un pauper arruganti, un cardiac ricchi, una vechja scimproriu è stùpidu.
25:5 E cose chì voi ùn aghju acquistatu in u vostru ghjuventù, quantu vi vo li truvà in u vostru vichjàia?
25:6 How bellu hè per un capu grisgiu à hannu dirittu, è per l 'anziani à sapè u cunsìgliu!
25:7 How bellu hè per quelli chì sò fatti mmicchiari pi hannu a saviezza, è di quelli chì sò unuratu à hannu intelligenza è u cunsìgliu!
25:8 Great sperienza hè la curuna di lu fattu mmicchiari, e lu timore di Diu, è a so gloria.
25:9 I sò glurificatu nove cose, culminata da u core; è un decimu, I vi cuntaraghju a ghjente cù a mo lingua:
25:10 un omu chì ritrova gioia à i so figlioli, è quellu chì campa à vede u undoing di i so nimici.
25:11 Benedettu hè quellu chì campa cù una moglie sàviu, è quellu chì ùn hà ammuttau cù a so lingua,, è quellu chì ùn hà sirvutu quelli chì sè stessu.
25:12 Benedettu hè quellu chì trova un veru amicu, è quellu chì discrivi a ghjustìzia à un arechja attenta.
25:13 How maiò hè quellu chì ritrova a saviezza è a cunniscenza! Ma ùn ci hè nimu, sopra à ellu chì teme u Signore,.
25:14 U timore di Diu stissu hà stabilitu, sopra tuttu ciò.
25:15 Beatu l'omu à i quali hè statu datu à hannu lu timore di Diu,. Quellu chì tene à u, à quale pò ch'ellu esse paragunatu?
25:16 U timore di Diu, hè u principiu di u so amori; è u principiu di a fede hè statu raghjuntu vicinu à u listessu.
25:17 A tristezza di u cori è tutti i ferita. E lu gattivera di una moglia hè ogni malignità.
25:18 È un omu chì hà da sceglie ogni ferita, ma lu ferita di u core,
25:19 e ogni gattivera, ma l 'a gattivera di una moglia,
25:20 e ogni ostaculu, ma l 'ostaculu di quelli chì ci vòlenu,
25:21 e ogni vinciguerria, ma lu vinciguerria di i so nimici.
25:22 Ci hè ùn la testa peggiu di u capu di una sarpe,
25:23 è ùn ci hè micca in zerga, sopra u zerga di una moglia. Ci saria più agriculturalist à fermi cun un leone, o un dracuni, chè à campà cù una moglia gattivu.
25:24 A moglia gattivu cancia u so visu. E idda darkens u so aspettu, comu un cuteddu. È ch'ella dimostra lu cum'è un saccu. In u mezu di u so circondu,
25:25 u so maritu groans, e sintennu di stu, iddu chi suspira un pocu.
25:26 All malignità hè brevi paragunatu à a malignità di una moglia. Chì u destinu di i piccatori falà nantu à a so!
25:27 As rampicante più di rena hè à i pedi di u fattu mmicchiari, tantu hè una mòglia talkative à un omu tranquillu.
25:28 Tù ùn avissi piaciri bellezza di una donna,, è tù ùn deve brama una mòglia di u so bellezza.
25:29 A zerga è disrespect è virgogna da una moglie pò esse grandi.
25:30 a moglia, Sbaccuneghjanu da ricconi hà primacy, s'appronta contru à u so maritu.
25:31 A moglia gattivu debases u core, e saddens la facci, e firiti lu cori.
25:32 A moglia chì ùn micca fà u so maritu filici enfeebles li manu e tutti li rinocchia.
25:33 U principiu di u piccatu ghjunse da una donna,; è à u so, avemu tutti i mori.
25:34 Tù ùn ci derà una isciuta di u to 'acqua, Ùn ancu un pocu; nè vi deve dà lu pirmissu di una moglia gattivu à trapassa i limiti.
25:35 Se idda ùn marchjà a to manu, ch'ella vi confound tù in la vista di i vostri nimici.
25:36 Scippanu i so luntanu da u to corpu,, paura ch'ella tù poi cuntinuà.

Sirach 26

26:1 Benedettu hè u maritu di una bona moglia. Di u numeru di i so anni, hè passatu.
26:2 A bona moglia delights u so maritu, è ch'ella vi riempia l 'anni di a so vita cù a pace.
26:3 A moglia hè una bona parte. Ci serà datu u parte di quelli chì paura à Diu, cum'è un omu chì hà fattu cosi boni.
26:4 ma, riccu o poviru, cù un paganu, u so 'aspettu sarà dinamica à tutti i tempi.
26:5 Di trè cosi, lu me cori hè stata a paura, e at a quarta, a mo faccia hà dimustratu sbannutu:
26:6 un qualcosa fatta da una cità, e lu insemu di una massa,
26:7 è na nutizzia accusati vulpera. Tutti issi sò più prufonde cà a morti.
26:8 A moglia baroni hè un duluri e un dolu à lu core.
26:9 In una mòglia baroni, ci hè una Susini di a lingua, chi communicates incù tutti.
26:10 Cum'è una pastoghje di boi esse pruvucatu, tantu hè dinù una moglia gattivu. Quellu chì hà pussessu di a so hè cum'è quellu chì hà pigliatu pussessu di una scorpion.
26:11 Una moglia inebriated hè un gran furore. È u so disunori è canadese indecency ùn esse cupertu.
26:12 U impudicità di una moglia vi stannu nta cunnisciutu da i boria di i so ochji, è da u so lidless.
26:13 Tantu chi a so figliola ùn vi dinù piattà, tena un cani s'imponi; altrimenti, avè trovu una uppurtunità, ch'ella pò tastà s'a.
26:14 Esse suspittusi di u irrévérence di i so ochji, è tù ùn avissi da dumandassi s'ellu ùn pudia disregard tù.
26:15 Cum'è un viaghjatore sete, idda apre a so bocca à i funtana, è ch'ella vi vìviri di tutti li 'acqua à proximité, è ch'ella vi pusà accantu à ogni fencepost, e idda apre a so porta frecce a ogni freccia, sinu à ch'ella diventa stanca.
26:16 A grazia di una moglia attenta vi incanta u so maritu, è vi s'ingrassa so osse.
26:17 A so disciplina hè un rigalu da Diu,.
26:18 Tale hè un intelligenza è moglia tranquillu. Per ùn ci hè nimu sustituzzioni di un arma è urdinatu-.
26:19 A moglia santu e contrite hè grazia, nantu à a gràzia.
26:20 È ùn quantità di dinari hè uguali à u valore d 'un' anima cu self-aise.
26:21 Comu lu suli ca spùntanu più di u mondu in u alti lochi di Diu, accussì la biddizza di na bona moglia hè u adornment di a so casa,.
26:22 Cum'è una lumera splende nni jìssi 'na santa lampstand, tantu hè a bellezza di a face in u maturu di a vita.
26:23 Like pilastri oru nantu à basi d 'argentu, cusì sò i pedi, però di una moglie matura nantu à i sogliuli di i so pedi.
26:24 Like eternu fundamenti nantu à un scogliu masiv, cusì sò i cumandamenti di Diu, in u cori di un santu moglia.
26:25 Par dui li cosi, lu me cori hè assai Oghji, è à a terza, zerga à mè overwhelms:
26:26 un omu di guerra, o perchè di bisognu è pura, è un omu intelligente cotti cù disprezzu,
26:27 è qualchissia chì traversa più da a ghjustizia à piccatu. Diu hà preparatu un tali unu di i asperge.
26:28 Due tipi di cosi sò paria difficiule è periculosa per mè: un mircanti ùn vi pò facirmenti liberata da a so accusatrice, è un shopkeeper ùn esse ghjustificata da i peccati di u so labre.

Sirach 27

27:1 A causa di bisognu, parechji sò piccatu. È quellu chì difficultà à esse s'arricchiu, averts ùacchiu.
27:2 Cum'è un articulu fissu a lu menzu di pietre Que, tantu dinù vi piccatu stannu nta wedged trà vendita è fustelle.
27:3 Sin sarà scafazzati cun quellu chì i piccati.
27:4 Sè vo ùn chjappà se fissati à l 'pi lu scantu di u Signore,, a vostra casa, vi serà prestu memoriae.
27:5 Cum'è a pòlvara ferma quandu unu Succhi un sieve in, cusì vi u dubbitu di un omu chì stà in i so pinsamenti.
27:6 The high pénuries navi di u pignulaghju, e lu prucessu di l 'tribulazione pénuries appena l' omi.
27:7 Comu l 'Pruning di un albero, dà u so fruttu, cusì ùn una parolla palesani u core in lu cori di un omu.
27:8 Tù ùn avissi ludà à un omu chì nanzu si parla; di tali hè u essai di l'omi.
27:9 Sè vo cuntinuazione di ghjustizia, tu vi venenu lu. È voi vi pò vistutu cù ghjustizia, cum'è cù un longu vistitu di unuri. È voi vi campà cù ghjustizia. È ghjustizia vi prutege voi cuntinuà. È nantu à u ghjornu di Temperance, truverete un forti fundamentu.
27:10 Birds banda a so bona. È a verità ritorna à quelli chì praticari lu.
27:11 U lionu ghjaci in Agincourt di u so preda cuntinuà. So dinù fà peccati trovani in Agincourt per quelli chì u travagliu iniquità.
27:12 Un omu santu persiste a saviezza, comu lu suli. Ma un omu stùpidu cancia, comu la luna.
27:13 In l 'internu di l' omu stùpidu, t'ani una parolla di u tempu. Ma esse cuntinuà in u mezu à quelli chì sò pinsirusu.
27:14 I puttachji di i piccatori sò tirannia, è a so risata hè una campa in u piccatu.
27:15 U discursu chi swears tanti grecu Πειρίθοος vi facissi li capiddi di la testa a li sò ghjustu; è u so irrévérence vi causari l 'aricchi à esse pruibitu.
27:16 U shedding di sangue, hè in lu quarrels di u arruganti; è a so cultura u male hè gran à sente.
27:17 Quellu chì discloses u sicretu di un amicu U fede; è ch'ellu ùn truvà un amicu di a so 'anima.
27:18 Amore u vostru vicinu di casa, è esse unita cun ellu distingués.
27:19 Ma s'è vo ùn dice u so sicreti, Ùn vi deve cuntinuà à seguità dopu ad ellu.
27:20 Per cum'è un omu chì strughje u so amicu, tantu hè dinù quellu chì strughje u amicizia di u so prossimu.
27:21 È comu un lasci un aceddu da a so manu, accussì hannu voi abbannunatu u vostru vicinu di casa, è tù ùn ci metterete più cumbugliu dinò.
27:22 Tu avissi a nuddu cchiù ci cercanu, per ellu hè avà luntanu; Hà scappatu cum'è un ova-cervi da una tràppula. Di a so anima hè stata ferita.
27:23 Vi sarà micca più pudè à lià i so ferita. Per ùn ci pò esse una riparazioni da a plus.
27:24 Ma à ùn dice i misteri di un amicu è l 'attu hopeless di un sfurtunatu.
27:25 Quellu chì winks cu l 'occhiu fabricates iniquità, è nimu ci hà da cast aside.
27:26 In l 'ochji di u to ochji, ellu vi rifàriti a so bocca, e si vi imprissioni a vostra cultura. Ma a la fini assai, ellu vi italiana a so bocca, è ch'ellu vi offri un scandalu da u vostru propriu e parolle.
27:27 I sò prumessi assai cose, ma ju nun haiu fattu mentre ch'ellu hà fattu, è u Signore, ellu vi noia.
27:28 Quellu chì lancia una petra drittu su Truverete chì si lampa nantu à u so capu. È una ferita vulpera ritorna a firita la vulpera.
27:29 È quellu chì digs una cisterna Per buccali in lu. È quellu chì pusizzioni una petra contru à u so prossimu, vi farà cascà nantu à u. È quellu chì ripone una trappula per un altru vi stirpate da lu.
27:30 Quellu chì cerca à fassi un pianu gattivu Truverete chì si panini ritornu nantu à u, e nun vi sacciu da quali parti si vi ghjunghjini.
27:31 Fissaria è ne campa sò di l'arruganti, è a vindetta chì si trovani in Agincourt per elli, cum'è un lione.
27:32 Quellu chì passatu l 'uccupazzioni di l' appena vi pessi in una tràppula, e lu duluri ti cunsuma li nanzu si more.
27:33 Anger e raggia sò tramindui abominable, è l 'omu di piccatu vi pò tenerà da li.

Sirach 28

28:1 Quellu chì vole per vindetta truverete vindetta da u Signore, è ch'ellu hà da sicuru esse attenti à i so piccati,.
28:2 Pardunà u vostru vicinu di casa, si tu ha dannighjatu, e poi a to piccati ti pò tù perdunatu quandu vi precu.
28:3 Un omu tene à a zerga contru à un altru omu, è ùn si po cercanu un citadine da Diu?
28:4 Hà senza pietà nantu un 'omu, comu si, è ùn si po precu di a so peccati?
28:5 Quellu chì hè, ma carne teni nantu à zerga, è ùn si po dumandà u pirdunu ri Ddiu? Quale pò avè perdonu di i so peccati in stu modu?
28:6 Ricurdativi di u vostru assai fine, è ch'elli lucali d.
28:7 Di la curruzzioni è la morti sò suspesi più di i so cumandamenti.
28:8 Ricurdativi di lu timore di Diu,, è ùn esse infuriatu cù u vostru vicinu di casa.
28:9 Ricurdativi di lu pattu di l'Altìssimu, è lasciate i offenses gnuranti di u vostru vicinu di casa.
28:10 Lunera da lite, è voi vi perdita vostri piccati.
28:11 Per un omu chì mali-occupée enflames cunflittu, è un omu di piccatu troubles i so amichi, è ch'ellu casts ostilità in u mezu di chiddi ca hannu a pace.
28:12 Di u focu adduma, secondu à u legnu di a furesta. E la rabbia di un omu chì arrusti, secondu à a forza di l 'omu. È, secondu a so risorsi, ellu vi fin'à a so còllera.
28:13 A sdignu nti nu kindles un focu,. È un bisbigliu nti nu piazza u sangue. È una lingua accuddurari danu a morte.
28:14 Sè vo colpu nantu una étincelle, si vi cresce à un focu,. Ma s'è vo jttari casca, si vi pò ulìmpicu. Tramindui di sti viaghjà da a bocca,.
28:15 U biancalani, doppia-tongued hè accursed. Per ellu hè ostaculatu tanti chi avianu a pace.
28:16 A terza lingua ha cummossa tanti, è li hè sparnucciatu da nazione à nazione.
28:17 Ci hà distruttu a cità di murato di i ricchi, è hà undermined i casi di i maiò.
28:18 Ci hà tagliatu i virtù di i populi, e ha ruttu li nazzioni forti.
28:19 A terza lingua hà attaque falà e donne virtuous, è li hà spugliata di u so fatichi.
28:20 Quellu chì prifirisci ùn vi hannu restu, nè vi si hannu un amicu in i quali si pò truvà a pace.
28:21 U ferita di un frusta nascenu una bruise, ma u lancia di a lingua hà da sfracicà i osse.
28:22 Parechje sò falatu da a bocca di u ferru, ma micca com'è tanti comu sò persi cù da a so lingua,.
28:23 Benedettu hè quellu chì hè prutetta da una lingua gattivu, chì ùn hà fattu più di u so furore, è ùn hà tiratu i so pastoghje, è ùn hè statu liatu da u so catene.
28:24 Per u so pastoghje hè un duminiu di ferru. E so catene sò cateni di bronzu.
28:25 U so morte hè una morti di più gattivu. E lu nfernu hè di più interessante chè si tratta.
28:26 U so parsiviranza ùn sarà pirmanenti, ma si vi pigghiari pussessu di i mezi di u trattamentu. È u ghjustu ùn sarà brusgiatu da u so fiara.
28:27 À quelli chì abbandunà Diu vi caduta da lu, e si vi offre nella elli è ùn pò quenched. E si vi esse mandati nantu à elli, cum'è un lione, e si li vi facissi, comu 'na pantera.
28:28 Macchia u vostru sceccu cù e spine. Ùn esse voli à sente à una lingua, gattivu. È fà porte e pubs per a vostra bocca.
28:29 Strughjesi à u vostru oru è a to 'argentu. E fari 'na scala di a to parolle, è una briglia ghjustu per u to bocca,.
28:30 È esse attenti, paura chì forse vi pò sciddicari cù a vostra lingua,, è falà in la vista di i vostri nimici, chì sò chjinata in Agincourt per voi, e poi a to caduta pò esse incurable francese versu a morte.

Sirach 29

29:1 Si mostra grazia chì appurtà a lu so 'prossimu, di iddu nun javi i cumandamenti da ellu pè.
29:2 Chambre à u vostru vicinu di casa in u so tempu di bisognu, e ricèvenu dinò da u vostru vicinu di casa in u so tempu.
29:3 Tena u to parolla, e cuntu distingués cun ellu, e poi vi truverete tuttu ciò chì vi tocca in ogni tempu.
29:4 Parechje sò cotti un sui, comu trovu soldi, e iddi ùsanu datti a chiddi ca ammigghiuraru ccô.
29:5 Finu à ch'elli ricevenu, si basgià a manu di u giver, è ch'elli sbatterà a so voce in prumessi.
29:6 Ma à u tempu di repayment, ch'elli vi dumandu di più tempu, e si vi parla parole male è lamintavanu, e si vi scusassi per u tempu.
29:7 Allora, s'ellu hè pudè pacà, ch'ellu hà da piattà. Iddu vi pagari a stentu una meza, è ch'ellu hà da lagnà si, comu si iddu avia trovu u.
29:8 Ma s'ellu ùn, poi cci vi defraud di i so soldi,, e cci vi hannu comu nu nimicu senza causa.
29:9 E cci sarà resu cù accusi e fa vutu, e cci sarà resu cù disprezzu, invece di cu 'onuri e pari.
29:10 Parechje avìannu rifiutatu di figlià, micca a causa di a gattivera, ma perchè eranu a paura à esse tortu senza causa.
29:11 ma in verità, esse di più fermu versu u gratu, è tù ùn avissi sùbitu a atti di misericordia versu li.
29:12 Assistenti a lu mischinu di a causa di u cumandamentu. È tù ùn ci deve mandà à viotu perchè di i so pura bisognu.
29:13 A Fiaccula Di a to soldi à u vostru fratellu, è u vostru amicu. Per ùn vi duvite ammucciari lu sottu à una petra à esse persu.
29:14 Chì u vostru tesoru esse in u urdunanze di l'Altìssimu, e si vi prufittà voi di più chè d'oru.
29:15 Magazzini a vostra carità in lu cori di lu poviru, e si vi venenu aiutu per voi contru à tutti i gattivi.
29:16 Megliu cà u scudu o di u corpu di un omu putente,
29:17 si vi lotta per voi contru à u vostru nimicu.
29:18 Un omu di bè prupone ricunniscenza di u nome di i so 'prossimu. Ma quellu chì u abandons à sè stessu vi pessi a vergogna.
29:19 Tù ùn avissi a scurdari lu nostru Ridinturi di u vostru binifatturi. Per ch'ellu hà rigalatu à a so vita nantu à u vostru nomi.
29:20 U piccatu e lu malignu fughje da a tali prumessi.
29:21 Un piccatu attributi à ellu stessu u bè di u so sui. È una menti schifiusa ti abbandunà i unu chì ellu hè liberata.
29:22 Un omu prupone gratitùdine a lu so 'prossimu. Ma quandu ellu vi hannu persu u rispettu, cci vi abbannunari.
29:23 A prumissa gattivu hà distruttu parechje chì avia bè scopi, è li hà sbattuta cum'è una onda nantu a lu mari.
29:24 Ci hè causatu omi putenti di viaghju intornu à, è ch'elli sò granni mezzu nazione straniera.
29:25 Un piccatu transgressing u cumandamentu di u Signore, Per buccali in una prumissa gattivu. È quellu chì s'impegna assai cose Per buccali in tribunale.
29:26 Aiutu u vostru vicinu à ritruvà, secondu à a vostra abilità, ma assiste à présenter, paura chì voi dinù innamurà.
29:27 U bisognu primariu in a vita di un omu chì hè 'acqua e lu pani, e piante, è una casa di a prutezzione di pudori.
29:28 pastu di A pauper sottu à un tettu di cartilluna hè megliu cà un granni festa nant'à un sughjornu luntanu da casa.
29:29 Rallègrinu se pò cunfortanu cu picca 'nveci di assai, è tù ùn ti senti u vituperiu di essendu luntanu da casa.
29:30 Hè una vita gattivu andà da a casa, a casa, cum'è una stanzi. Di unni iddu è un ospiti, Ghjesù ùn vi cuntu confiant, nè apre a so bocca.
29:31 Iddu vi amüsant, è alimenti, e dugnu vivu à l 'ingrati, è fora di issu, ellu vi listen to parolle amara:
29:32 "Vai, mio ospiti, è pona i verbi, è chì altri manghjà da ciò chì vo avete a to manu. "
29:33 "Départ da u visu unuratu di mio amichi. Per lu ogettu necessariu per mio casa, di riceva u mo fratellu, 'nveci. "
29:34 Sse cose sò gran à un omu chì hà intelligenza: à dispone di una casa, è à vituperiu un rang.

Sirach 30

30:1 Quellu chì ama a so 'figghiu vi pocu dopu ad avellu, tantu ca si pò esse felici in lu fine assai, è ùn grope di i porti di i so vicini.
30:2 Quellu chì instructs u so figliolu hà da esse cuntentu supra d 'iddu e vuluntà gloria à ellu, in u mezu di i soi.
30:3 Quellu chì insegna u so figliolu hà da fà u so nimicu baroni, è in u mezu di i so amichi, ch'ellu sarà a gloria in li.
30:4 Quandu u so babbu hè mortu, si sarà com'è s'eddu ùn era mortu. Per ch'ellu vi hannu lassatu daretu à calchissia chì hè cum'è sè stessu.
30:5 In a so vita, cci vitti è pigliati in li. È à a so passari, ch'ellu ùn hè pena, nè hè ch'ellu cunfusi in l 'ochji di i so nimici.
30:6 Per lascendu daretu à ellu stessu u difinsore di a so casa, contru à i so nimici, è un omu chì hà da pacà i so amichi cù garbatezza.
30:7 Per u nome di l 'animi di i so figlioli, ch'ellu hà da lià u so ferite, è à tutti li vuci, u so mal sarà cummossa.
30:8 Un cavallu untamed diventa duru, è un zitellu manca à sè diventa guardinchi.
30:9 Coddle un figliolu, è ch'ellu hà da fà vi a paura. Ghjucà cun ellu, è ch'ellu hà da fà vi dulenti.
30:10 Tù ùn avissi a ridiri cun ellu; altrimenti vi pò me dulori, è à a fine, vostri denti esse indu.
30:11 Tù ùn ci avissi a dari lu putiri a so ghjuventù, ma ùn vi duvite disprezzanu i so pinsamenti.
30:12 Arcu falà u so collu a so ghjuventù, e il ya i so lati, mentri ch'ellu hè un zitellu, paura chì forse si pò diventà duru, e poi nun ti cunfidu tù, e accussì si vi purtari a tristezza di u to 'anima.
30:13 Ch'iddu u vostru figliolu, è travaglià cun ellu,, paura chì vi dà un occasione da u so cumpurtamentu misu.
30:14 Megliu hè una pauper sano, cù una forte custituzione, chè un omu ricchi chì hè debuli è afflittu da malattia.
30:15 A 'anima sana cù i santità di ghjustizia hè megliu chè tutte e d'oru e argentu. E un corpu sonu hè megliu chè revenues immensa.
30:16 Ùn ci hè micca tax, sopra u tax di un corpu sano. È ùn ci hè nimu A campa, sopra un core tamantu.
30:17 Morte hè megliu chè una vita amara. È altri eterna hè megliu chè malatia cuntinui.
30:18 Good cose piattu in una bocca chjusu sò cum'è massimu in una festa misi attornu a 'na fossa.
30:19 Cosa prò hè ci in un offerta à idolo? Per lu pò nè manghjà, nè odore.
30:20 Cusì hè quellu chì scappa da u Signore, purtava u fà di a so iniquità.
30:21 Si vede cù i so ochji, è groans, cum'è un eunucu chì abbraccia una vergine e suspiri.
30:22 Tù ùn duvia dà u vostru 'anima a tristezza, è tù ùn avissi a turmintà se da u vostru propriu cunsìgliu.
30:23 U mutivu di u cori è a vita di un omu, e ghjè un tisoru di santità senza kvar. E lu Exultation di un omu chì hè a durata di a vita.
30:24 Piglià pietà u vostru ànima da Diu piacenti, è mostra self-aise. Incascià u to core in a so santità, è caccià tristezza luntanu da te.
30:25 Di tristezza hà tombu tanti, è ùn ci hè nimu usefulness in lu.
30:26 Sanctum è zerga vi perdita u vostru ghjornu, e pensiveness vi purtari vichjàia davanti à u so tempu.
30:27 A lu cori dinamica è bonu hè cum'è una festa. È u so fistini sò furmate da cosa.

Sirach 31

31:1 Fighjulendu di ricchezza consumes u banditu, e rifletta lu pìglia u sonnu.
31:2 Anticipation in pensamentu Amour la menti, è una fiacchezza gran face l 'anima sobria.
31:3 L'omu riccu hà affannusu in assemblea, e ricchezze, è in lu so riposu, ch'ellu hà da esse pienu di i so bè.
31:4 U poviru omu hà affannusu in a so manera ùmili, è à a fine, si pò sempri essa in lu bisognu.
31:5 Quellu chì ama d'oru ùn esse ghjustificata. È quellu chì stàpi cunsumazione sarà cunsumati da lu.
31:6 Parechje sò state causatu a caduta per via d 'oru, e divinni lu so ruvina da u so bellezza.
31:7 D 'oru hè un pezzu cascatoghja à quelli chì sacrificari di lu. Guai a chiddi chi vosi lu Porcone, per tutti i Imprudent vi stirpate da lu.
31:8 Beatu l'omu riccu chì si trova à esse senza blemish. È benedettu sia quellu chì ùn hè partutu dopu d'oru, nè serbit a so spiranza in soldi o di i tesori.
31:9 Quale hè ellu? Per ellu ci deve ludà. Per ch'ellu hà fattu cunfusu cuminciau a so vita.
31:10 Ghjesù hè statu spermintatu, da lu, è hè divintatu perfetta; ch'ellu hà da avè a gloria eterna. Iddu fu capaci à ch, Innò, ùn hè transgressed. Iddu fu capaci di fà u male, Innò, ùn hà fattu u male.
31:11 dunque, u so mègliu hè stabilitu in u Signore,, è u web, chiesa di i Santi hà dimustratu a so almsgiving.
31:12 Sò vo assittata a un gran tavulinu? Tù ùn deve apre u to bocca, nantu à lu primu.
31:13 Tù ùn avissi a parrari 'n stu modu: "Ci sò parechje cose chì sò nantu à u".
31:14 Ùn vi scurdate chi un ochju gattivu hè gattivu.
31:15 Cosa hè statu fattu più gattivu di l 'occhiu? dunque, quandu si vede, si vi hangar lacrimi nantu à u web faccia.
31:16 Tù ùn avissi ingrandà a to manu, prima, di tandu, avè statu currutti par centu, Putissi s'affrunta.
31:17 Tù ùn deve appughjà avanti à una festa.
31:18 Capisce chì e cose sò di u vostru vicinu di casa, è micca u vostru propriu.
31:19 Fà usu di e cose chì ci misi davanti à voi, cum'è un omu indoli avissi. altrimenti, se vo manghjà assai, vi sarà odiatu.
31:20 Finisci, mangiare, prima, di u nome di disciplina. È ùn manghjà à soprappiù, paura chì tù certej.
31:21 È s'è vo à pusà in u mezu di parechji, Ùn vi duvite ingrandà a to manu nanzu ch'elli ùn, è tù ùn deve esse u primu à dumanda di un vivu.
31:22 How bastò hè un pocu di vinu per un omu bè insignatu-! Per in sonnu, tù ùn ti fatica a causa di lu, è voi ùn vi sentu lu duluri.
31:23 scantati, è k, e turmintatu sò cù un 'omu intemperate.
31:24 A sonnu sano, hè cù un omu chì Uvestu. Iddu vi vanu sinu à la matina, è a so anima sarà t'incàntanu cun ellu.
31:25 È s'è vo avete statu sparmati in mangiare troppu, arrìzzati, vai fora, e vumitari. E si vi ricaricà tù, è voi ùn vi purtari malatia nantu à u to corpu,.
31:26 Duna cuntu a mia, figliolu, per voi ùn mi deve infame. È in fine assai, tu vi scopre e mio parolle.
31:27 In tutte e to òpere, esse souhaitons, è tandu ùn fiacchezza chì v'accadarà.
31:28 U labbra di parechji vi benedica, u probiu magnificu in u pane. Di a tistimunianza di a so truculent hè fidu.
31:29 A cità vi armurier contru à i gattivi, in u pane. Di u servi contru à a so gattivera hè vera.
31:30 Ùn sceglie a scuppiari quelli chì amuri lu vinu. Di vinu hà distruttu parechje.
31:31 Fire pénuries u durezza di ferru; similaire, bere vinu à inebriation ti castichi u cori di u arruganti.
31:32 Accademie e istituti di vinu in assai dà una vita umuri à l 'omi. Sè vo vìviri in modération, vi sarà sobria.
31:33 Cosa hè a vita à quellu chì hè diminished da lu vinu?
31:34 Cosa ci pò ingannà di a so vita? A morte.
31:35 Da u principiu, vinu statu creatu per Canaliculatus, ma micca per inebriation.
31:36 Wine pigliatu in modération na punta, su la menti è lu cori.
31:37 bere sobriu hè healthful à menti è corpu.
31:38 Wine pigliatu in soprappiù pòpulu in irrivolta cunflittu è zerga, è danu tanti a ruina.
31:39 Wine pigliatu in soprappiù hè amara a l 'anima.
31:40 L'effetti di inebriation sò un pezzu cascatoghja à l 'Imprudent, stima forza e pruvucannu firiti.
31:41 Tù ùn avissi a sustèniri cù u vostru vicinu di casa durante una manciati di lu vinu. È tù ùn ci duvia infame in u so Canaliculatus.
31:42 Tù ùn avissi a parrari e parolle di vituperiu à ellu. È tù ùn ci deve appughjà cù richiesti ripetutu.

Sirach 32

32:1 Sò si tu numinatu comu nu capu? Ùn esse voli esse extolled. Esse à mezu à iddi comu unu di li.
32:2 Hannu mente per elli, è in stu modu pusà cun elli, e quandu vi aghju spiegata tutti i vostri cuncerna, pusà daretu.
32:3 Allora vi pò aligria a causa di li, è vi pò riceve una curona cum'è un adornment di grazia, è tantu miscèli u ghjocu di l'assemblea.
32:4 parlà, tù chì sò più da a nascita. Per ùn hè rimanighjata fatta per voi
32:5 parlà a prima parolla cun primurosu di sapè. Ma ùn vi duvite trattinite la mùsica.
32:6 Induve nimu hè à sente, Ùn vi duvite pour out parolle. È ùn sceglie à esse extolled improperly per a vostra a saviezza.
32:7 A gemma di garnement s'appronta ammenzu urnamentu d 'oru, è un cuncertu di musica hè stabilitu in mezzu a manciati di lu vinu.
32:8 Cum'è un curdoni di smeraldo s'appronta mezzu un travagliu d 'oru, tantu hè un crève di ghjocu mùsica ammenzu di vinu ridenti è timparati.
32:9 Listen ind'u, è per a vostra riverenza, bona Grâces serà aghjuntu à voi.
32:10 giuvanottu, parlà in u vostru propriu casu solu c'havi.
32:11 Sè vo avete statu dumandatu duie volte, chì a vostra risposta esse défilé.
32:12 In parechje cose, esse cum'è s'è tù ci manca a canuscenza, e sente ind'u oltri cuntìnua.
32:13 In u mezu di grandi omini, Ùn vi deve esse presumptuous. È induve l 'anziani, sò prisente, tù ùn deve di parlà assai.
32:14 Lightning và davanti à una Caramusa, e grazia ci va nanzu pudori. e accussi, per u vostru riverenza, bona Grâces serà aghjuntu à voi.
32:15 È à l 'ora di spùntanu, Ùn vi deve esse L lax. dopu, esse u primu a curriri avanti à a vostra casa,, è ci ritirava, è ci piglià u vostru Pastime.
32:16 È agisce secondu a vostra scopi, ma micca in u piccatu, è micca in un linguàgiu arruganti.
32:17 È di tutte sse cose, benedica, u Signore, chi vi fici, è chì tù lustru a funtani incù tutti i so mègliu.
32:18 Quellu chì teme u Signore, ti cacci a so duttrina. È quellu chì fighjula per ellu cun truvarete una benedizzione.
32:19 Quellu chì circarà u drittu č sarà pienu di u drittu. Ma quellu chì mette cù Rusulaghju sarà scandalized da U Rusulaghju.
32:20 À quelli chì teme u Signore vi truvà appena tribunale, e si vi stà ghjustizia comu 'na luci.
32:21 Un omu di piccatu vi scansari agisce, è ch'ellu hà da truvà una rationalization in accordu cù a so vulintà.
32:22 Un omu di pinseri ùn vi ricinu ca si capisci. Un omu stranu è tamanta ùn sarà ostaculatu da teme.
32:23 ancu tantu, dopu ch'ellu hà mette fora di lu scantu e senza pinseri, ch'ellu hà da esse minacciava da a so critica.
32:24 Figliolu, tu avissi a fari nenti senza pinseri, e poi tu non vi dispiaciri ciò chì vo avete fattu.
32:25 Tù ùn deve andà in u modu di ruvina, è voi tandu ùn vi farà cascà in u materiali. You micca se ci rimettu à una manera boni; altrimenti, vi pò crià un scandalu contru à a to ànima.
32:26 È esse fate riguardu à u vostru propriu figghi. È esse attenti à quelli di u vostru propriu Casalinghi.
32:27 In tutte e di u vostru opere, cunfidu a vostra anima di a fede. Di chistu è u insemi di i cumandamenti.
32:28 Quellu chì credi à Diu primura à i cumandamenti. È quellu chì si cunfida in ellu ùn hà da esse diminished.

Sirach 33

33:1 No gattive v'accadarà quellu chì teme u Signore,. inveci, Diu, ellu hà da prisirvà durante a tentazione, è u vi libarà da gattive.
33:2 Un omu saggiu ùn ghje u cumandamenti, e l 'òrdini, e accussi iddu ùn esse cacciati circa puntò, cum'è una nave in una burrasca.
33:3 Un omu intelligente mette a so fede in la liggi di Diu, e accussì la lege hè fidu à u.
33:4 Quellu chì ùn facia micca una quistioni vi priparà una parolla, e accussi, avè pricatu, ch'ellu hà da esse intesu. Eppo vi osservanu Disciplina, e allura vi arrispùnniri.
33:5 A lu cori di una burla hè, comu la rota di un génie. È i so pinsamenti sò cum'è un Axel allegria.
33:6 Un amicu chì ghjè un biancalani hè cum'è un cavallu untamed: si neighs sottu à qualchissia chì si trova nantu à u.
33:7 Perchè ùn ghjornu seguitate dopu à ghjornu, e lume seguitate dopu à lume, è annata seguita dopu annu, in accordu cù u sole?
33:8 Da u sapè fà di u Signore,, ch'elli eranu arranciati, dopu à u sole fù fattu, in accunsentu cù u so cummandu.
33:9 e accussi, i staghjoni canciata, cù i so ghjorni festa. È, secondu à elli, si festighjeghja i ghjorni festa, in a so ora.
33:10 Arcuni di li, Diu, innalzatu è glurificatu. È un pocu di li, si misi ammenzu i ghjorni strasurdinariu. È tutte e ghjente sò da a terra,, è di a terra,, da chì Adam statu creatu.
33:11 Cù un mulititude di discipline, u Signore li hà distintu e divirsificata la so 'maneri.
33:12 Arcuni di li, ch'ellu hà benedettu è innalzatu. È un pocu di li hà amati e misu vicinu à sè stessu. È un pocu di li, Hà Maladettu e calate, è ellu li hà girava da a so stazione.
33:13 Cum'è u serpente hè in e mani di u pignulaghju, accussì comu a vita è a forma hè,
33:14 tantu sò tutti i so modi in accordu cù i so dispensa, è cusì hè omu in la manu di l 'unu chì u fattu. E cci sarà resu, secondu a so sintenza.
33:15 Good hè contru à u male, è a vita hè contru à a morte; tantu hè dinù un piccatu contru à un omu ghjustu. È cusì ùn vi guardà tutti i travagghi di l 'Altìssimu: dui e dui, è unu contr'à un antru.
33:16 È I risanatu a la fini assai, e I hè cum'è quellu chì si avvicinanu, uva, dopu à l 'uva-gatherers.
33:17 I, troppu, sò la spiranza in la binidizioni di Diu. È aghju pienu i occurances cum'è quellu chì si avvicinanu, uva.
33:18 Cunziddirati comu I Ùn sò affannusu di mìa, sulu, Ma di tutte e discipline, chì sò à inventà.
33:19 Duna cuntu a mia, tu passi granni, cù tutte e pòpuli. È tendi a to 'aricchi, tu magistrati di u Church.
33:20 Tù ùn duvia dà autorità nantu à te à un figliolu, o moglia, à un fratellu, o amicu, in a vostra vita. È ùn vi deve dà u vostru duminiu à un altru, paura chì forse vi pò dispiaciri, e poi tu avissi a essiri la patruna di lu stissu.
33:21 Mentri tu sò sempri vivi è dà, chì nimu à mezu à tutte e cambià carne tù.
33:22 Per hè megliu s'è u vostru zitelli tù pitizioni, chè se vo taliari versu li manu di i to figlioli.
33:23 In tutte e to òpere, esse pri-fisizianu.
33:24 Tù ùn ci permette una blemish nantu à a to gloria. Nantu à u ghjornu di u PARTICULARITY di i ghjorni di a to vita, in u tempu di a vostra passari, distribuisce u vostru làscita.
33:25 Foraggi è un bastone è un pisu sò per un sceccu; u pane è disciplina è u travagliu sò di un servu.
33:26 Si travaglia sottu Disciplina, è ch'ellu cerca anch'ellu riposu. Permettenu di e so mani à esse truvava, e si cèrcanu Carême.
33:27 U pastoghje e lu coriu Pronuncia un collu seccu, e fatichi cuntinui Pronuncia una serva.
33:28 Turtura e catene sò di un servu Malicieusement; ci manda à u travagliu, tantu ch'ellu ùn pò esse truvava.
33:29 Per idleness hà insignatu assai male.
33:30 ellu mintuveghjani à un compitu. Per stu hè rimanighjata fatta per ellu. È s'ellu ùn sarà ubbidienti, ellu Pronuncia catene. Ma tu ùn fà micca di più chè ogni carne pò purtà. cambiatu, tu avissi a fari nenti gran senza giudiziu.
33:31 Sè vo avete un servu fidu, làssalu esse à vi piaci a to ànima. u tratta com'è un frateddu. Per voi ci anu acquistatu da u sangue, di a vostra anima.
33:32 Sè ci vo male mughjà, ch'ellu hà da piattà è fughji.
33:33 È dopu, quandu iddu stissu na up departs, tù ùn saparanu chì a dumanda, o in ciò chì modu à circà u.

Sirach 34

34:1 A la spranza di un omu stùpidu ùn sò viotu è falzi; è sonnii celebraraghju u Imprudent.
34:2 Cum'è unu chì occhi un 'ombra è stàpi u ventu, tantu hè dinù quellu chì paese attinzioni a visioni chjinata.
34:3 In la visioni di sonnii, una cosa rapprisenta un altru, comu quandu una maschera hè davanti à u visu di un omu.
34:4 Cosa pò esse nucente da u malignu? È ciò chì a verità si pò parlatu da a na minzogna?
34:5 divinations erroneous è falzi segni è i sonnii di evildoers sò lassatu.
34:6 Per u vostru core soffre da a fantasia, cum'è una donna, subiscendu a so nàscita. S'ellu hè un sì stata visitata mandatu da u Altìssimu, Ùn vi duvite sceglie u vostru core nantu à u.
34:7 Di sonnii sò causatu assai pi jiri far, è quelli chì sò la spiranza a li sò falatu luntanu.
34:8 A parolla di a lege hà da esse ghjuntu à cumpiimentu, senza 'na minzogna, è saviezza, hà da esse fatta piaghja à la foci di lu fidili.
34:9 Quellu chì ùn hè statu spermintatu, ciò chì ùn si sà? Un omu cù assai spirienza ti lagnà assai cose. È quellu chì hà amparatu assai vi spiigà cun intelligenza.
34:10 Quellu chì ùn hà campatu sà pocu. È quellu chì hà fattu assai cose hà fattu sbagli.
34:11 Quellu chì ùn hè statu spermintatu, significatu di e cose ponu ch'ellu cunnosce? Quellu chì hè statu arrubatu sarà più ntilligenti.
34:12 Aghju vistu assai da artisgianu, è i riti di tanti cosi.
34:13 à tempi, I sò ancu stati in periculu di a morte per via di ste cose, ma mi fù liberata da a grazia di Diu,.
34:14 U spiritu di quelli chì paura à Diu hè circava, e si vi pò benedettu da u so Providence.
34:15 Di a so speranza è in ellu chì li poi addifenni, è l 'ochji di Diu, sò nantu à quelli chì àmanu.
34:16 À quelli chì teme u Signore vi trimari a nunda, è ùn vi pò spavintati. Per ch'ellu hè u so spiranza.
34:17 L'anima di quellu chì teme u Signore hè benedettu.
34:18 À quale ùn si vede, è chì hè a so forza di?
34:19 L 'ochji di u Signore sò nantu à quelli chì u teme. Ghjesù hè una prutitturi putenti, un firmament di virtù, un Shelter da u calori, è un copri da u sole, meziornu,
34:20 un Guardian da offenses, è un aiutu da a caduta, chì exalts l 'anima è illuminated l' ochji, è chì dà a salute è a vita è benedizzione.
34:21 An Surghjenti da cascà hè una Oblation macchiatu, e lu derisions di u trattamentu ùn sò ancu piacenti.
34:22 U Signore hè solu per quelli chì persevere per ellu in la strada di a verità è a ghjustìzia.
34:23 The Most High ùn appruvazioni di i rigali di l 'iniquitous. Nè ùn si hannu u rispettu di l 'oblations di u trattamentu; nè vi si pirduna li piccati, per via di l 'abitanti di a so offerte.
34:24 Quellu chì prupone un sacrifiziu di u bè di u disgraziatu hè cum'è quellu chì offerte u figliolu in l 'ochji di u so babbu:.
34:25 U pane di l 'indigent Pronuncia hè a vita di u pòveru. Quellu chì li Tradimenti fora d 'idda hè un omu di u sangue.
34:26 Quellu chì porta luntanu u pane di sudore è comu unu chi cummatti contru lu so 'prossimu,.
34:27 Quellu chì piazza u sangue, è quellu chì Tradimenti la manu, cummattennu fora di i so piccati, sò fratelli.
34:28 Quandu unu costruisce è un altru strughje, ciò chì prò si hannu da a so 'travagghiu?
34:29 Quandu una visita e un altru fa vutu, vuci di cui si Diu, retta?
34:30 Quellu chì ellu stessu washes dopu à avè i morti, e poi ci tocca dinò, ciò chì hè a prò di u so à laver?
34:31 similaire, un omu chì sirvia di i so peccati, e poi nun lu stissu dinò, ciò chì hè a prò di u so humbling sè stessu? : Quale hà da State a so preghiera?

Sirach 35

35:1 Quellu chì osserva a lege piccatu oblations.
35:2 Hè un sacrifiziu salutary à assiste à i cumandamenti è à ritirava da tutti i iniquità.
35:3 È à chì partenu da a inghjustizia hè à offre un sacrifiziu propitiatory di ingiustizi è una prichera di i piccati.
35:4 Quellu chì dà à traversu un'interfaccia, prupone un donu di a farina fina, è quellu chì pesa cun misericordia, prupone un sacrifiziu.
35:5 À ritirava da cascà hè bè-piacia à u Signore,. È à ritirava da inghjustizia hè una prichera di i piccati.
35:6 Tù ùn deve cumparisce viotu prima di l 'ochji di u Signore,.
35:7 Per tutte sse cose sò à esse fattu per via di u cumandamentu di Diu.
35:8 U Oblation di u ghjustu fattens l 'altare, è hè una odore di ducizza in l 'ochji di u Altìssimu.
35:9 U sacrifiziu di u ghjustu hè accittabbili, e lu Signuri ti mai scurdari lu memoriale di lu.
35:10 Cuntentezza à a gloria di Diu, cù un bon core. È ùn vi duvite accurtà i primi-i frutti di a to manu.
35:11 Cù tutti i donu, hannu un aspettu dinamica, e sanctify u vostru tithing cun Exultation.
35:12 Vogliu à l 'Altìssimu, secondu a so' doni à voi, e cuntu cu 'na bona' occhiu versu la criazioni di a to manu.
35:13 Di u Signore, dà ricumpensa, è ch'ellu hà da pacà voi sette volte cum'è assai.
35:14 Ùn esse voli à prupone rigali currutti. Per ellu ùn li vi accittari.
35:15 È ùn esse voli à guardà un sacrifiziu inghjusti. Di u Signore hè u ghjùdice, è cun ellu, ùn ci hè micca favoritisme versu qualchissia.
35:16 U Signore ùn accetta favoritisme contru à i pòvari, ma si vi State la preghiera di quellu chì hè statu dannighjatu.
35:17 Ghjesù ùn vi disprezzanu i prigheri di i paroli, nè di a vèduva, Sbaccuneghjanu da ricconi utters un motivazioni lamintàvanu.
35:18 Nun lacrimi di vèduva ùn curriri finu a so mort? È vi i so outcry micca rallentà a so cascata?
35:19 Per da i so mort, e so làcrime cullatu ancu à u celu. È u Signore,, l 'unu chì sente, Ùn vi purterà campa in li.
35:20 Quellu chì voli beni a Ddiu cu gioia serà accettatu, è a so preghiera da tuccà ancu à i nivuli.
35:21 A prighera di quellu chì humbles sè vi nfilanu la nuvole. È ùn vi pò preghiera nzinu a lu tira vicinu à; è ùn vi ritirava nzinu a l 'Altìssimu beholds.
35:22 È u Signore, ùn vi sùbitu, è ch'ellu hà da ghjudicà di quelli chì sò appena, è ch'ellu hà da rializà u dirittu. E lu Patri ùn vi hannu pacenzia cun elli, tantu ca si pò sfracicà i so ritornu.
35:23 È ch'ellu hà da pacà a vindetta di a nazioni, finu à ch'ellu hà pigliatu a folla di u arruganti, è piene u scepters di u iniquitous,
35:24 sinu à ch'ellu hè hannu à l 'omi, secondu a so malfatte, è, secondu à i travagli di Adam, è, secondu a so 'presumption,
35:25 sinu à ch'ellu hè bè à u tribunale di u so pòpulu. Eppo vi incanta u ghjustu cù u so misericordia.
35:26 A misericordia di Diu, hè bellu in u tempu di tribulazione, comu 'na nuvola, arcusgi in u tempu di siccità.

Sirach 36

36:1 O Diu di tutti i, piglià pietà di noi, e talìa cu favuri nantu à noi, è noi mostra u lume di a to cumpassione.
36:2 È mandà a vostra timore nantu à i pagani, chì ùn vi aghju sugnatu, tantu ca si pò ricunnosce chì ùn ci hè micca à Diu, francu tù, e tantu chi si pò dichjarà u vostru gran malfatte.
36:3 Pesa u to manu sopra e nazioni incrèdula, tantu ca si pò vede a vostra putenza.
36:4 Per cum'è, in i so ochji, vi sò state amati in noi, tantu dinù, in i nostri ochji, vi sarà glurificatu in li.
36:5 So pò si tù sai, cum'è noi dinù vi sò cunnisciuti. Per ùn ci hè nimu à Diu luntanu da voi, O Signore,.
36:6 Torrare a vostra signa, è u travagliu novu meraviglie.
36:7 Amistad Bella a to manu, è u vostru bracciu dirittu.
36:8 Sullivonu a vostra rabbia, e vin fora u vostru zerga.
36:9 Livaricci i nostri Satanassu, e turmintà i nostri nimici.
36:10 Prestu u tempu, e pensi a fine, tantu ca si pò dichjarà u vostru miraculi.
36:11 Rallègrinu quelli chì scappari esse manghjatu da u furore di u focu. È chì quelli chì impurtunà più u vostru pòpulu truvà punition.
36:12 Sfracicà u capu di i capi di i nemichi, di dicunu: "Ci hè micca altru accantu à noi."
36:13 Incascià inseme tutte e tribù di Ghjacobbu, tantu ca si pò ricunnosce chì ùn ci hè micca à Diu, francu tù, e tantu chi si pò dichjarà u vostru gran malfatte. È voi tutti vi lascita, cum'è da u principiu.
36:14 Piglià pietà u vostru pòpulu, più di quellu chì hè statu invoked u vostru nomu, è nantu Israel, cui vi sò cotti cum'è u vostru primunatu.
36:15 Piglià pietà su Jerusalem, i cità di u vostru sanctification, i cità di u vostru riposu.
36:16 Cumpleti sole cù a to parolle ineffabili, e chini di u vostru pòpulu cù a vostra gloria.
36:17 Rende tistimunianza à quelli chì anu fattu u vostru creazioni da u principiu, è pesa la prophecies quali l 'anzianu prufeti parlava in u vostru nomu.
36:18 Dà una ricumpensa à quelli chì da suppurtà di voi, cusì chì u vostru prufeti pò esse trova à esse fidu. E State i prigheri di u to servitori,
36:19 in accordu cù a benedizzione di Aaron nantu à u vostru pòpulu. È noi dilli in u modu di ghjustizia, è chì tutti quelli chì Monacchia la terra sà chi vi sò à Diu, l 'Arcusgi di pocu impremenu.
36:20 A lingua si mancia ogni pastu, ancu unu piattu hè megliu cà un altru.
36:21 U palazzu pénuries la carne, di l 'animali salvatichi, è lu core si capisci pénuries falzi e parolle.
36:22 A lu cori currutti vi causari dulori, è un omu di spirienza chì u prufile risistente è.
36:23 A donna, pò riceve ogni masciu, ancu una figliola hè megliu cà un altru.
36:24 A bellezza di una moglia ralegra u visu di u so maritu, è si pesa sopra à a so brama, sopra à tuttu e primure di l'omu.
36:25 Sbaccuneghjanu da ricconi prupone parolle miraculosa, eppò dui cunsola è mostra a so misericòrdia; è cusì u so maritu ùn hè piace altre ghjente.
36:26 Quellu chì tene à una bona moglia stabilisci una prupietà. Ci hè una stofa in accordu cun ellu, è ch'ella hè un munimentu di riposu.
36:27 Duva ùn ci hè nimu macchia, un pusessu sarà calcicata sottu. È induve ùn ci hè micca moglia, ellu vi dolu u so sustegnu.
36:28 : Quale hà da fidàrisi quellu chì hà ùn nidu, è chì si piatta vòglia chì u so corsu pò piglià u, cum'è un latrone beni-dutatu passendu da a cità à a cità?

Sirach 37

37:1 Ogni amicu ti dicu: "I dinù sò un amicu vicinu". Ma ci hè un amicu chì hè un amicu in nomu solu. Hè sta micca un dulori ancu à i morti?
37:2 Ma un cumpagnu è amicu pò s'otteni un nimicu.
37:3 O gattivi presumption! Da ciò chì si voi creatu chì tù avissi copra a tarra ferma cù u vostru malignità è disonistà?
37:4 A cumpagna pò felice incù u so amicu in bona volte, Ma in un tempu di tribulazione, ch'ellu hà da esse un Satanassu.
37:5 Ci hè un cumpagnu chì commiserates cù un 'amicu pè u nome di u stomacu, ma si vi scudo ellu stessu da u nimicu.
37:6 Tù ùn deve scurdà di u to amicu in a vostra anima, è tù ùn deve esse unmistakeable di ellu in u vostru ricchezza.
37:7 Ùn sceglie a cunsultate cù un omu chì aspetta in imbuscata per voi. È piatta a to intimità da quelli chì vi rivali.
37:8 Ogni lascivious prupone cunsigli, ma certi sò cunsiglieri solu per elli.
37:9 Surviglià a vostra anima da una lascivious. È sapè capunanzu ciò chì i so interessi sò. Per ch'ellu vi furmari pinsamenti da a so 'anima.
37:10 altrimenti, si pò crià un signpost in terra, è si pò dì à voi:
37:11 "U vostru propriu manera hè bonu." Ma allura vi tengu à una distanza di vede ciò chì tù befalls.
37:12 Ùn discurremu la santità cù un 'omu irreligious, nè ghjustizia cù quellu chì hè trattamentu. Tù ùn deve di parlà cù una donna di a so chi hè un rivali, nè cù un chjami aghjalesi circa la guerra, nè cù un mircanti circa exaggeration, nè cù un cumpraturi, circa vendita, nè cù un omu chì spiritus circa ludava,
37:13 nè cu l 'npitiusa circa pietà, nè cu l 'inghjustu circa unestità, nè cù u misciu campu di circa àutri tipi di u travagliu,
37:14 nè cù una misciu pigliatu per un annu circa la fini di l 'annu, nè cù un servitore lagnusi circa granni travagghi. Tu avissi a pagari ùn attenti à ste persone in ogni tentativu di u cunsìgliu.
37:15 Ma esse cuntinuà cù un omu santu, incù qualchissia chì tù sai di fighjulatu u timore di Diu,,
37:16 anima quale hè in accordu cù u vostru ànima, è chì, quandu vi sta in la scura, vi sparte u vostru maddalena.
37:17 È dà u cori di a bona cunsìgliu moins de se. Per ùn ci hè nunda di più usefulness à voi di stu.
37:18 À ogni tempu, l 'anima di un omu santu rici più virità cà setti candunieri attenti à pusà in un locu altu.
37:19 Ma riguardu à tutte e cose, precu à l 'Altìssimu, tantu ca si pò dilli a vostra manera a verità.
37:20 In tutte e to òpere, chì una vera parolla vi precede, cù u cunsìgliu fermu davanti à tutti amata.
37:21 A parolla gattivu pò canciari lu cori. Da u core à truvà quattru tipi di cosi: u bè è u male, a vita è a morte. E la lingua, è cuntinuà a so capu. Ci hè un omu chì hè un maestru astute di parechji, è ancora stu hè inùtuli di a so 'anima.
37:22 Un omu di spirienza hà insignatu tanti, e chistu è piacevuli à a so 'anima.
37:23 Quellu chì parla mera ritorica hè tirannia; ch'ellu hà da esse arrubatu in ogni tentativu.
37:24 Grace ùn hè datu à ellu da u Signore. Per ellu hè stata spugliata di tuttu a saviezza.
37:25 Ci hè un omu saggiu ca è sàviu ind'a so 'anima, è i frutti di a so intelligenza è praiseworthy.
37:26 Un omu saggiu instructs u so pòpulu, è i frutti di a so intelligenza è fidu.
37:27 Un omu saggiu sarà pienu di benedizzioni, e chiddi ca lu vidu ti lode.
37:28 A vita di un omu chì hè in u numeru di i so tempi. Ma i ghjorni di Israel sò una quantità.
37:29 Un omu saggiu vi lascita onori à mezu à a ghjente, è u so nomu vi campà in eternità.
37:30 Figliolu, pruvà a vostra propria menti in a vostra vita, è s'idda hè mancani, Ùn vi deve dà u putere.
37:31 Per ùn tutte e cose sò rimanighjata fatta per tutte e persone, è ùn ogni tipu di cosa hè agriculturalist à ogni arma.
37:32 Ùn sceglie à esse fatti durante ogni festa, è tù ùn avissi cuntu cu earn versu ogni pastu.
37:33 Per a mangiare eccessivu ci sarà fiacchezza, e franchigia hà da cuntinuà ancu à i gravi.
37:34 By bere eccessivu, parechji sò passatu luntanu. Ma quellu chì DISSIMULEREI vi 'aghjunghje a so vita.

Sirach 38

38:1 Onurari lu mèdicu a causa di nicissità, è perchè u Altìssimu ellu creatu.
38:2 Per tutti i guariscenza hè da Diu, e accussì si vi ghjunghjerà rigali da u rè.
38:3 U sapè fà di u duttore vi pesa u capu, è in l 'ochji di grandi omini, ch'ellu hà da esse cuntentu.
38:4 The Most High hà creatu Specialista da a terra,, è un omu prudenti ùn li vi abominer.
38:5 Ùn fù amara fatta dolci cù legnu?
38:6 U benefici di sse cose, hè ricunnisciutu d 'òmini, e lu Altìssimu hà datu issu sapè fà di l 'omi, tantu ca si pò essa unuratu in i so righjoni.
38:7 By sse cose, ellu vi livaritìlli o helluaturum so suffirenza, e lu pharmacist farà prufumi fina, e si vi furmari Specialista curativi, è ci hà da esse senza fini di i so opari.
38:8 Di la paci di Diu, hè nantu à a superficia di a terra,.
38:9 Figliolu, in u vostru fiacchezza, Ùn vi duvite trascuratizza présenter, Ma prega di u Signore,, e si vi livaritìlli tù.
38:10 Piattà da u piccatu, è dilli a vostra manu, e lavari u vostru core da ogni occasione.
38:11 Dà un offerta, dolce,, è un memoriale di farina, fina, e s'ingrassa u vostru Oblation, ma ancu dà un postu à u duttore.
38:12 Di u Signore, ellu creatu. e accussi, ùn làssalu chì partenu da a voi, di i so opari sò nicissariu.
38:13 Per ci hè un tempu quandu vi pò falà in i so mani,.
38:14 cambiatu, ch'elli vi dà u Signore,, tantu ca si pò dilli i so parsona è guariscenze, di u nome di u so modu di vita.
38:15 Quellu chì peccati à l 'ochji di u populu chi fici iddu Per buccali in i mani di u duttore.
38:16 Figliolu, hangar lacrimi nantu à i morti, e comincia a chianciri, comu si tu avia permessu dreadfully. È, secondu a giudiziu, copre u so corpu,, è tù ùn avissi trascuratizza so inhumation.
38:17 È s'è vo vi ncima in asprizza, purtà u dolu per un ghjornu, e poi esse preghiera in a vostra tristezza.
38:18 È purtà fora u so dolu, secondu a so 'meritu, di unu o dui ghjorni, per via di sta perdita.
38:19 Eppuru tristezza hastens a morte è overwhelms forza, e lu duluri di lu cori archetti falà u collu.
38:20 Quandu unu hè livatu, scanzari a tristezza. Ma i risorsi di un omu chì puverelli hè trovu in lu so core.
38:21 Tù ùn duvia dà u vostru core nantu à a tristezza, ma push it luntanu da voi. E ricordu la fini assai.
38:22 Ùn esse voli à scurdà issu; per ùn ci hè nimu si vultò, daretu. altrimenti, ùn vi prufittà tù, è voi vi facissi gran male a te.
38:23 Chjama à menti mio tribunale. Di tantu ti lu esse per voi dinù. Eri hè a meia, è oghje hè a toia.
38:24 Quannu lu poviru mùartu hè à riposu, chì u so sicretu, memoria dinù. È ellu Retour à la partenza di u so spiritu.
38:25 A saviezza di un sigritariu hè trovu in u so tempu di passatempi. So quellu chì hà di menu à fà vi ognuna a saviezza.
38:26 Cù ciò chì a saviezza hè calchissia esse pienu ca teni l 'aratu, è chì vanta di u SANGRunning vaccina chì rutazioni i boi avanti, è quale hè occupatu in issi fatichi, e quale solu cunversazione hè circa lu niputi di i cuglioni?
38:27 Si ti dugnu a so menti più à u lavoru di vica, è u so élaboration à la fattening di i meruli.
38:28 similaire, ogni artigianatu è artighjanali, chì auguri in la notti oltri à u ghjornu, chì sculpts sigilli graven, è chì, da u so cosa, varia la imagine, Vi daraghju a so menti più à u ritrattu di l'imagine. È ch'ellu hà da compie i travagli di u so élaboration.
38:29 u ferrali, seduta, da a so i muvrini e cunsidirari un travagliu di ferru, hè listessu. U fumu da u focu, Corelli a so carne, e si putiri contr'à u caldu di u high.
38:30 A voce di u marteddu hè sempre in lu so 'aricchi, è u so ochju hè nantu à u mudellu di u ironwork.
38:31 Si dà u so core à u cumpiimentu di u travagliu, è u so élaboration adorns à maturà.
38:32 u pignulaghju, à pusà à u so travagliu è si vultò, u pompa cù i so pedi, hè listessu. Hà campatu in una mente cuntinui di u so travagliu, è ci hè una attività in tuttu ciò chì si faci.
38:33 Si custituiscenu a tarra incù u so bracciu, è ch'ellu Curve a so forza di più di i so pedi.
38:34 Si ti dugnu lu cori più à u cumpiimentu di u glazing, è u so élaboration à la purificazione di u high.
38:35 Tutte ste persone fidàrisi in a so mani, e ognunu hè filosofu à a so arte.
38:36 Senza ste persone, una cità ùn hè custruitu.
38:37 Ma ùn vi nè Monacchia nè marchjà giru in a cità. È ch'elli ùn andaraghju à traversu à a ghjesgia.
38:38 Ch'elli ùn vi à pusà nantu à u massimu di ghjudici, è ch'elli ùn capisce un dicretu di giudiziu. È ch'elli ùn farà disciplina chjaru è dirittu, è ùn vi pò trovu a capisce paràbule.
38:39 Ma ùn vi dà forza à u statu di u mondu, è a so prighera serà in e so opere artistica, entrata in a so 'anima, è messe à a lege di u Altìssimu.

Sirach 39

39:1 Un omu saggiu vi cercanu a saviezza di tuttu l 'antichi, è ch'ellu hà da esse occupatu à i prufeti.
39:2 Iddu vi prisirvà la e parolle di l 'omi rinumata, è ch'ellu hà da entre cun elli in i subtleties di paràbule.
39:3 Iddu vi circà di i significati ammucciatu di li pruverbi, è ch'ellu hà da divintà pràticu cù i misteri di paràbule.
39:4 Iddu vi ministru in u mezu di grandi omini, è ch'ellu Cumpariscerà à l 'ochji di u capu nanzu.
39:5 Iddu vi passà à traversu u paese di e nazioni strangere. Per ch'ellu vi site bè è di u male à mezu à l 'omi.
39:6 At prima di luce, ch'ellu vi prupone u so core cun watchfulness à u Signore, chì u fece, e si vi precu in l 'ochji di u Altìssimu.
39:7 Si apre a so bocca in preghiera, è ch'ellu hà da fà prichera hè per a so offenses.
39:8 Per sè lu gran Signore hè vuluntaria, cci hà èssiri cu lu Spiritu di intelligenza.
39:9 È ch'ellu hà da mandà nasciri lu his eloquence di a so saviezza, comu dusce arcusgi, è in a so preghiera, ellu vi cunfessu à u Signore,.
39:10 Eppo vi dilli i so pinseri è e so disciplina, è ch'ellu hà da midità in u so 'misteri.
39:11 Si farà la disciplina di a so duttrina chjaru, è ch'ellu sarà a gloria in la liggi di l 'allianza di u Signore,.
39:12 Parechje persone vi insieme ludà a so saviezza, e si vi mai esse luvatu, per tutti i impremenu.
39:13 U ricordu di u ùn vi ubligazioni, è u so nome serà circava da leva in purleva.
39:14 I populi vi cuntaraghju a so saviezza, e la chiesa vi annuncià i so salmi.
39:15 Mentre ch'ellu ferma, si lassa darreri un nomu più cà un migghiaru, e quannu ti cuprarà, si sarà per i so benefizii.
39:16 I vi vani più, tantu ca mi pò spiegari. For I sò stati pieni incù una passione.
39:17 In una voce, si dici:: Duna cuntu a mia, frutti divinu. Vi sarà pòrtanu fruttu, comu i rosi piantò accantu à ruscelli di acqui.
39:18 Tù ti hannu un dolce odore, cum'è i cedri di u Lìbanu.
39:19 Blossom cù i fiori, comu lu gigghiu, è sparghje un odore, e luppini lassa in grazia, e dugnu loda cu Lindumani, e benedica, u Signore in e so òpere.
39:20 Vogliu magnificenza à u so nome, è cunfessu a iddu cu la vuci di a to labbra, è incù u Lindumani di a to bocca è cù strumenti corde. È in tantu cci glurificà, tu vi cunfessu:
39:21 Tutti l 'òpiri di u Signore sò assai boni.
39:22 At a so parolla, l 'acque èranu ancora, comu si sicchi nsemmula. È à e parolle di a so bocca, l 'acque èranu cuntatu, comu si in bacini d 'acqua.
39:23 Per hè fatta piacenti da u so precept, è ùn ci hè nimu carenza di a so salvezza.
39:24 L'opere di tutte e carne sò in i so ochji, è ùn ci hè nunda di piattu da i so ochji.
39:25 U so sguardu hè da eternità in eternità, è nunda hè una ricchezza in i so ochji.
39:26 : Chì ùn si pò rispose:: "Chì ghjè stu?"o, "Chì ghjè què?"Per tutti li cosi vi pò circava in u so tempu.
39:27 A so benedizzione hà trabuccò cum'è un fiume.
39:28 In la listessa manera chì u dilùviu inundates la terra ferma, tantu dinù hà a so zerga lascita di i populi chì ùn ci sò circava.
39:29 In listessa manera ch'ellu si ne l 'acqui in terra ferma, è fatta a terra secca, è cum'è i so manere sò state direttu di lu so viaghju, tantu dinù vi piccatori stufato davanti à u so furore.
39:30 Da u principiu, mègliu stati creati per quelli chì sò boni, e similaire, mègliu è u male sò per quelli chì sò gattivi.
39:31 E cose principale necessariu per a vita di l'omi sò: acqua,, u focu, è di ferru, sali, u latti, è farina di lu pani, e meli, e lu nessu uva, è oliu, e piante.
39:32 Tutti sti cosi vi esse usatu pi bonu da quelli chì sò santu, ma si vi pò vultò à usu u male da u npitiusa è da i piccatori.
39:33 Ci sò spiriti chì sò statu creatu per a vindetta, è si furtificheghja i so turmenti da u so furore.
39:34 In lu tempu di l 'PARTICULARITY, ch'elli sparghjaraghju so forza. Allora vi calmari la raggia di l'unu chì li fece.
39:35 Fire, friscalettu, caristia, è a morti: tutti sti stati creati per vindetta.
39:36 I denti di animali salvatichi, e scorpions, e serpents, e lu asperge: tutti sti piglià vindetta nantu à l 'npitiusa, disse distruzioni parolle.
39:37 At a so cummandu, ch'elli vi festa. Allora vi pò manghjà nantu à a terra, finu à ch'elli sò necessaire. È in lu so tempu, ch'elli ùn cunnosci micca u so parolla.
39:38 Per stu mutivu, da u principiu di, I fù cunfurtà, è aghju meditated, è aghju cunzidiratu, è aghju messi sse cose à u scrittu.
39:39 Tutti l 'òpiri di u Signore sò boni, e si vi derà per ognunu u travagliu in u so propriu ora.
39:40 : Chì ùn si pò rispose:: "Chistu è peggiu di chì." Pi tutti li cosi vi esse messu in lu so tempu.
39:41 è avà, cù tuttu u core è a bocca, dà loda à u, e benedica, u nomu di u Signore,.

Sirach 40

40:1 A maiò occupazione statu creatu per tutte l 'omi, è un pastoghje pisanti hè nantu à i figlioli di Adam, da u ghjornu di a so partenza da a lu corpu di a so mamma, ancu, finu à u ghjornu di u so inhumation in la matri di tutti i:
40:2 i so pinsamenti, e lu paure di u so core, so sforzi cridianu, è u ghjornu di a so fine,
40:3 da quellu chì posa nantu à u tronu gluriusa, ancu à quellu chì hè abbassatu à a terra è malanni,
40:4 da quellu chì porta jacinthe e fannu 'na curuna, ancu à quellu chì hè cupertu cu linu citadine: zerga, nvidia, tamantu, sur, è lu scantu di la morti, cuntinui zerga è sdignu.
40:5 È in u tempu di riposu nantu à u so lettu,, lu sonnu di la notti cancia u so sapè fà.
40:6 Ci hè pocu, o micca riposu, e lu sonnu hè pigliata da u, comu si nant'à un ghjornu di mantene tot.
40:7 Iddu hè ostaculatu da una visione di u so core, cum'è s'ellu ùn avia scappò in un ghjornu di coat. In u tempu di a so salvezza, s'arrizzò è dumandava chì ci hè ùn teme.
40:8 Ghjè cusì cù tutte e carne, da a 'omu ancu à u bistiame, Ma nantu à i piccatori hè sette volte cum'è grande.
40:9 Ajouter à issu: a morte, bisuognu, sdignu, e lu asperge, oppressioni, caristia, è patimentu, e scourges.
40:10 Tutte sse cose sò statu creatu per via di cascà, e ghjè per via di iniquità, chi lu gran piena hè statu fattu.
40:11 Tutte e cose chì sò di a terra, ti vultà à a terra, è tutte e 'acqui ti torna à u mari.
40:12 All mangiunarii è iniquità sarà s'asciucau, ma a fede ti tengu sempre.
40:13 U bè di u trattamentu vi siccari cum'è un fiume, è vi passà per via cù un bottu comu li trona alta in un chiuvuti.
40:14 Quand'ellu apre e so mani, ellu vi sò raligratu. So vi malandrini passà per andà à l 'PARTICULARITY.
40:15 U cumeddia di u npitiusa ùn pruducia parechji rami, per chì pò esse paragunatu à radiche fitenti à l arice di u scogliu.
40:16 u erbaccia, chì cresce sopr'à ogni acqua, è accantu à i spondi di u fiume,, sarà Sradichèghjati nanzu tuttu l 'arba.
40:17 A Misericordia hè cum'è un paradisu di benedizzioni, è misericordia cuntinueghja per eternità.
40:18 A vita di un female, quandu cuntenutu cù ciò chì hè abbastanza, sarè, dolce,, è in lu vo truvarete un tesoru.
40:19 figlioli, e la custruzzioni di una cità, vi dà un nomu, ma una moglie Immaculate sarà évalué sopra à ste cose.
40:20 Vinu è musica sò raligratu u core, ma l 'amore di a saviezza hè sopra à elli dui.
40:21 U flauto è i psaltery fà un crève dolce,, ma una parolla salla hè sopra à elli dui.
40:22 U to ochju vularà a finezza è capelli, ma campi verdant sò sopra à ste cose.
40:23 Un amicu è un cumpagnu di scuntrà unu altru in tempu, ma sopra à elli dui hè una moglia cù u so maritu.
40:24 Fratelli sò un aiutu in tempu di tribulazione, : ma pietà vi libbirari, più tantu cà ch'elli ùn.
40:25 D 'oru e argentu derà una pusizioni ferma di i so pedi, ma cunsìgliu beni-parrata hè sopra à elli dui.
40:26 Capacità è a forza pesa u core, ma lu scantu di lu Signore hè sopra à ste cose.
40:27 Ùn ci hè micca perdita in lu timore di u Signore,, è si hà micca bisognu di a dumanda di assistenza.
40:28 A paura di u Signore, è comu un paradisu di benedizzioni, è ch'elli sò cuparta, sopra tutti i so gloria.
40:29 Figliolu, in a vostra vita vo ùn deve esse indigent Pronuncia, di hè megliu à more chè à esse puverelli.
40:30 A vita di quellu chì si prisenta à tavulinu l'altru 'omu ùn deve esse pinsau di com'è una manera di a vita. Per ch'ellu s'arremba a vita cun manciari l'altru 'omu.
40:31 Ma un omu disciplinati è bè insignatu-vi purterà cura di sè stessu.
40:32 Scarsizza vi parenu dolce, à a bocca di u Imprudent, ma un focu, vi mettu in a so lingua.

Sirach 41

41:1 morte O, cumu amara hè a memoria di voi: à un omu chì hà a pace in a so vita,,
41:2 à un omu tranquillu, è à u so modu sò inversiate bè à tutte e cose, è chì hà sempre a forza di a pigghiari nourishment.
41:3 morte O, u vostru dirittu hè bonu di l 'omu indigent Pronuncia, è à u so forza hè diminished,
41:4 chì hè o per via di vichjàia, è quale hè bramosu di tutte e cose, è di l 'omu incrèdula chì hà persu pacenzia.
41:5 Ùn sceglie a sbannutu u tribunale di a morte. Ricurdativi di lu ciò chì mannu davanti à voi, e cose chì vi accade dopu à voi. Stu tribunale hè da u Signore nantu à tutte e carne.
41:6 È ciò chì ti metti à voi hè bè-piacia à l 'Altìssimu, s'ellu a deci, o centu, o di mille anni,.
41:7 Di a morte hè micca indictment di a vita.
41:8 I figlioli di i piccatori, è quelli chì passanu u so tempu à i tempi di i casi di u npitiusa, divintà figlioli di abominations.
41:9 A lascita di i figlioli di i piccatori vi pessi, e cuntinui disunori serà incù i so discindenza.
41:10 I figlioli di un babbu, npitiusa ti guardu, per ch'elli sò in disunori per via di u.
41:11 Guai à voi, l 'omi npitiusa, chì sò lacati a lege di u Signore, High Most!
41:12 È quandu voi sò nati, vi sarà nati in una maladizzione; e quannu tu mori, a vostra parte hà da esse in una maladizzione.
41:13 Tutte e cose chì sò da a terra, ti vultà à a terra. similaire, l 'npitiusa vi viaghjà da una vindetta versu punition.
41:14 L'Addulurata di l 'omi è in lu so corpu,, ma lu nomu di l 'npitiusa sarà s'asciucau.
41:15 Hannu mente per u vostru bonu nomu. Per stu vi cuntinuà cù voi, più tantu chè un migghiaru preziosi è gran tesori.
41:16 A bona la vita hà u so numeru di ghjorni, ma un bon nomu vi cuntinuà sempre.
41:17 figlioli, Disciplina ghjuvevule tranquillamenti. Per ciò chì usu hè ci a sonai a saviezza vilata, o tesoru Siège?
41:18 Megliu hè l 'omu chì cartoons so stupidizza di l' omu chì cartoons a so saviezza.
41:19 ma in verità, avemu u rispettu di ste cose chì viaghjà da a mio bocca,.
41:20 Per ùn hè bona à osservanu ogni riverenza. È tutte e cose ùn fariti tutte e persone in a so credenze.
41:21 Vi vargugnate di sse cose: di impudicità nanzu babbu è mamma, e di na minzogna nanzu u primu capu è i putenti,
41:22 di un dilittu davanti à un capu, o un ghjudicà, di cascà davanti à un 'assemblea o di un populu,
41:23 di inghjustizie nanzu un cumpagnu o di un amicu, è di u locu in u quali tù campà,
41:24 cabbina, è di u veru fondu davanti à Diu,, è di l 'allianza, di persone à manghjà u pane, è di disonistà in dannu o Piglianu,
41:25 di u silenziu nanzu à quelli chì vi fannu, di taliannu una donna di impudicità, è di arrassari u vostru visu da un parente.
41:26 Tù ùn avissi aviatrice u vostru visu da u vostru vicinu di casa, nè vi duvite pigliammu una parte è micca à stallà lu in.
41:27 Tù ùn avissi a taliarlu a moglia d'un altru omu, è nè cuntinuà a so serva, nè avvicina u so lettu,.
41:28 Evitari Musica reproachful nanzu amichi, e quandu vi dà, tù ùn avissi locu sb.

Sirach 42

42:1 Tù ùn ci torna una scusa intesu da u IMPUGNANO di una parolla ammucciatu. È dopu, cambiatu, vi sarà senza vergogna, è voi vi truvà gràzia à l 'ochji di tutti l' omi. Tù ùn avissi accittari la reputazione di qualchidunu, affinchì tù avissi piccatu, nè deve vi pò cunfusi in ogni di i seguenti e cose:
42:2 in la lege di u Altìssimu, è a so allianza, o mettendu un tribunale di fattu dâ l 'npitiusa;
42:3 in una parolla trà cumpagni è feritu budget, o da Aquaculture l 'eredi di amichi;
42:4 in la giustizia di SCALE e pesi, o in acquistò assai, o pocu;
42:5 da la corruzioni di cumprà è niguzià, o in u quì a disciplina di i zitelli, o in pruvucannu lu latu di un servu gattivu à spurgare.
42:6 Un segnu hè bonu più di una moglia gattivu.
42:7 Induve ci sò parechji mani,, seal & è liberatu tutti i cosi da numaru è a pisu; e criu, dà è riceve tuttu in u scrittu.
42:8 Tù ùn ci hannu vergogna a currèggiri lu stùpidu, u scimproriu, è quelli chì giuvintù chì ùn ghjudicherà u so anziani. E accussì ti voi esse bè urdinatu-in tutti li cosi e beni-accunsentitu à la vista di tutti i vivi.
42:9 U élaboration di un babbu, di a so figliola è ammucciatu, è a so mente per u so pìglia u so sonnu. per forsi, in a so Bovisio, ch'ella pò esse purtatu in n'adultu. O quandu ella campa cù u so maritu, idda, putissiru divintari tirannia.
42:10 In a so virginità, ch'ella pudia esse imbruttata, è tandu ch'ella pò esse trova à esse incinta in a casa di u so babbu,. o forsi, quannu idda campa cù u so maritu, idda putissi giranduloni, o almenu divintatu sterile.
42:11 Lascià una futura chiudi più di una figliola self-indulgent francese. altrimenti, à qualchi tempu, ch'ella vi putissiru purtari in disunori davanti à i vostri nimici, è in vachi in la cità, è in vituperiu à mezu à a ghjente, e accussì si pò confound vi davanti à a folla di u populu.
42:12 Ch'ella ùn deve sceglie a fissi nantu à a bellezza di ogni omu, è ch'ella ùn deve sceglie di passà u so tempu in u mezu di e donne moglie di.
42:13 Di na vampaciuscia andat esce da a so vistimenti, è cascà nantu à un omu chì và isciuta da una donna,.
42:14 Eppuru cascà nantu à un omu chì hè megliu di a so cà se una donna, moglie di, circava à prufittà di a so, invece a so porta in a vergogna è disunori.
42:15 è avà, I vi ricordu i travagli di u Signore,, è ti annunziari ciò ch'e aghju vistu. E parolle di u Signore sò in i so opari.
42:16 U sole illuminated è cunzidira tutti li cosi, è u so travagliu mostra a pienezza di a gloria di u Signore,.
42:17 Ùn hè u Signore, causatu la sò santu pi discrìviri tutti i so miraculi, chì u tuttu-putenza Signore hà aiutata stabiliu in a so gloria?
42:18 Iddu hà interrugatu i abissi è u core di l'omi. È ch'ellu hà cunsideratu u so astuteness.
42:19 Di u Signore, comprehends tutti i cunniscenzi, è ch'ellu hà gazed nantu à u segnu di i tempi: annunziendu e cose di u passatu, oltri a li cosi di l 'avvene, e IMPUGNANO i vistichi di e cose piatte.
42:20 No pinzeru passa da ellu impii, è ùn parolla stessa pò fàrilu da ellu.
42:21 Hà bedda lu magnificu opere di a so saviezza,. Iddu è nanzu eternità, è ancu ind'è eternità. È nunda si pò aghjuntu,
42:22 è nunda si pò livatu. È ch'ellu hà bisognu di ogni lascivious.
42:23 O quantu preziosi sò tutti i so opari! E tuttu chiddu chi avemu lagnà si, ma un étincelle.
42:24 asista Tutti sti travagghi, è si fermani in u prisenti 'età, e iddi Tutti stanu à sente à tutti i prugetti.
42:25 Tutti i cosi sò dui-volte, unu di punta à un antru, è ch'ellu ùn hà fattu nunda per esse mancani.
42:26 Hà cunfirmatu ogni cosa comu bonu. E chi avissi Pneus di fàccia di a so gloria?

Sirach 43

43:1 U firmamentu u altu hè u so bellezza; ghjè a bellezza di u celu in una visioni di a gloria di Cristu.
43:2 u sole,, à u so aspettu, c'annunzia u so viaghju; ghjè un strumentu di ricchezza, un travagliu di l'Altìssimu.
43:3 à meziornu,, si scorches a terra. È à a prisenza di u so calori, chi saria capaci di suppurtà? Hè cum'è u sacristanu di una furnace in u so opere di u calori.
43:4 In trè manere, l 'atti sole: bruciacchiatura i monti, Light raggi sciarra, è u sole cù u so cale chi pò orbu l 'ochji.
43:5 Great hè u Signore, chì u fece, è à a so parolla, si hurries nant'à u so viaghju.
43:6 E la luna, in tutte e so fasi, serve à signalà i staghjoni, è à esse un segnu di i tempi.
43:7 Da a luna hè u segnu di una ghjurnata festa; hè un lume chì diminishes à u so PARTICULARITY.
43:8 Un mese hè chjamata, secondu a so fasi, crescita diritta à u so di culmination.
43:9 Hè un strumentu di l 'asèrciti francisi su altu, splende gloriously in u firmamentu di u celu.
43:10 A gloria di i stiddi hè a bellezza di u celu; u Signore illuminated di u mondu da u altu.
43:11 At e parolle di u Santu, ch'elli sò di giudiziu, e si vi mai fiascanu in i so élaboration.
43:12 Guardà u arcubalenu, è binidisci i One chì sò pussuti; hè assai bella à u so splinnuri.
43:13 It c'abbrazza lu celu cu lu circulu di u so gloria; e mani di u Altìssimu fattu lu cumparisce.
43:14 Da u so ordine, si hastens la neve,, è ch'ellu SPURS u lampi à ricaccià i so tribunale.
43:15 In listessa manera, u so storehouses sò aperti, è i nivuli vulari fora comu aceddi.
43:16 Da u so maestà, Hà positioned i nuvuli, e lu hailstones sò state ruttu.
43:17 À u so sguardu, a muntagna serà scuzzulata, è da a so vulintà, u ventu a sud vi tramuntana.
43:18 La vuci di so 'trona vi reverberate à traversu à a terra, da una timpesta si da u nordu, è da un insemu di i sarà.
43:19 E comu l 'aria, sbarcaru a una banda nantu à a terra,, iddu manna falà i nivi; è u so falata è comu l 'arrivu di una livatura di grilli.
43:20 A 'ochju hè a ricchezza à a bellezza di u so jancu, è lu core si stupia à u so cascarà.
43:21 Iddu sparghjaraghju fora u fretu cum'è u sali nantu à a terra,. È quandu si freezes, si sarà cum'è u cime di thistles.
43:22 U friddu all'àutru tramuntana nord, è l 'acqua freezes in cristalli; si ti cuprarà tutti insemu d 'acqua, e si vi clothe l 'acqua, comu' na breastplate &.
43:23 E si vi si mànghjanu e muntagne, è offre u desertu, e extinguish u verde, comu un focu,.
43:24 Succorsu di tutti hè à l 'arrivu passu d' una nuvola. È a guazza ùmili vi ghjunghjini à scuntrà u caldu è overpower lu.
43:25 At a so parolla, lu ventu si sviluppa tranquillu, è da u so pensamentu, si appeases l 'abissu, di u Signore hà piantatu isuli in lu.
43:26 Chì quelli chì andate u mare discriva u so perils. È quandu avemu intesu cù i nostri aricchi, avemu da dumandassi.
43:27 Ci sò òpiri illustri e meravigghiusu: li vari tipi di l 'animali salvatichi, è tutti i primi tempi di u bistiame, e lu gran cintura di u mare.
43:28 à traversu ellu, a fine di u so viaghju hè cunfirmatu, è da u so parolla, tutti i cosi mi jìssi nsemmula.
43:29 Ci pò diri assai, è ancu sempre mancatu di e parolle. Ma l 'PARTICULARITY di i nostri parolle hè issu: Iddu è in tutte e cose.
43:30 Chi avissi a noi esse in gradu di fà a Amistad Bella ellu? Di u Diu ellu stessu hè sopra à tutti i so opari.
43:31 U Signore hè trimendu, è tantìssimu hè maiò, è u so putere hè una maraviglia.
43:32 Amistad Bella u Signore quant'è tù sì in gradu, ancora ancora iddu vi luntanu supirava li sta. Per u so magnificenza hè fora di ricchezza.
43:33 Benedisci u Signore, è ellu fin'à, cum'è assai cum'è voi sò capaci. Ma ellu hè fora di tutti i salmi.
43:34 Quandu ellu vi fin'à, utilizà tutte e to abilità, è ùn finisci in sta fatica. Per voi pò mai ellu capì.
43:35 : Quale hà da vede ellu è spiecà? È chì ellu vi esalta, mentre ch'ellu hè da u principiu?
43:36 Ci sò parechje e cose, ammucciatu da noi, chì sò più chè ste cose. Per avemu vistu, ma uni pochi di i so opari.
43:37 Ma u Signore hà fattu tuttu ciò, è ch'ellu hà datu a saviezza di quelli chì agisce cù pietà.

Sirach 44

44:1 Andemu ludà à l '' omi di a gloria, è i nostri babbi à e so generazioni.
44:2 U Signore hà mostri grande gloria, da u so magnificenza, da tempi antichi.
44:3 Ci sò quelli chì stò cù u so putere, l 'omi di gran virtù, chì sò ncignusu cun prudenza. Ci sò quelli chì annuncià à mezu à i prufeti, cù u ghjocu di prufeti.
44:4 È ci sò quelli chì stò più di u prisente in purleva, da i virtù di prudenza, cù e parolle assai santu di u populu.
44:5 Ci sò quelli chì, da u so mistieru, cumpòniri primure musicali, accussì com'è pà crià i versi di strattu di mùsica.
44:6 Ci sò ghjente ricca in virtù, chi fà un studiu di bellezza, chì càmpanu in peacefulness in a so campagna.
44:7 Tutti issi gloria acquistatu in u so nove, è ch'elli avianu loda à u so tempu.
44:8 Lascendu daretu à un nomu di quelli chì sò nati di li, tantu chi a so ànima putissi èssiri cunzidirati.
44:9 Ma per certi di li, ùn ci hè nudda di memoriale. Ci sò passatu luntanu, comu si avìanu mai campatu; è ch'elli sò divintatu comu si avia mai statu nati, è i so figlioli, lungo, cun elli.
44:10 Ma chisti eranu omini di misericordia, quale Pious malfatte ùn anu fiascatu.
44:11 Good cose cuntinuà cù a so discindenza.
44:12 U so cumeddia sò una lascita santu, è a so discindenza addritta ferma in u covenants.
44:13 È per via di li, i so figlioli, ae arrestanu ancu ind'è eternità. A so discindenza è a so gloria ùn sarà lasciata.
44:14 I so corpi eranu stati intarrati in pace, è lu so nomu habite à, da leva in purleva.
44:15 Chì lu populu dichjarà a so saviezza, è chì a chiesa annuncià i so salmi.
44:16 Enoch cunfortanu à Diu, e iddu fu trasfiruta a Paradise, tantu ca si putissi porghju pintimentu a nazione.
44:17 Noè fù trovu à esse perfettu, è ghjustu, e accussi, in u tempu di zerga, si era fattu un riparazioni.
44:18 Di cunsiguenza, ci hè un sussiste manca di a terra,, quandu lu granni piena statu fattu.
44:19 U covenants di lu munnu foru misi cu iddu, tantu chi tutti i carni ùn avissi a èssiri sguassati da u gran piena.
44:20 Abraham hè u gran 'patri d' una multitùdine di nazioni, è nimu hè trovu à esse cum'è ellu in a gloria. Si osserva a lege di u Altìssimu, e si furmaru un allianza cun ellu.
44:21 In a so carne, ch'ellu ha u allianza à èsseci, è quandu tistati, ch'ellu fù trovu à esse fidu.
44:22 dunque, da un ghjuramentu, Ci desi a gloria à ellu à mezu à u so pòpulu, accussì comu a aumintari ellu cum'è a pòlvara di a terra,,
44:23 è à fin'à a so discindenza, comu li stiddi, è à dà a làscita di elli da a mare, a mare, è da u fiume, ancu à l 'estremità di a terra,.
44:24 E si mette in listessa manera versu Isaac, per via di u so babbu Abràhamu.
44:25 U Signore, detti la binidizioni di tutti i nazioni à ellu, è ch'ellu cunfirmatu a so allianza nantu à u capu di Ghjacobbu!.
44:26 Iddu cci ricunnisciute in a so benedizzioni, e cci detti un cuchjaru di u, è ch'ellu distribuite à u piattu di i dòdeci tribù.
44:27 E iddu si usa pi iddu l 'omi di misericordia, chì èranu trovu a me grazia davanti à l 'ochji di tutti i carni.

Sirach 45

45:1 Moses hè figliolu di Diu, è l 'omi. U ricordu di u hè una benedizzione.
45:2 Iddu cci fici comu lu sò santu in a gloria, e cci glurificatu da u timore di i so nimici, è ch'ellu saziatu gran novu da u so parolle.
45:3 Iddu cci glurificatu in l 'ochji di i rè, e cci detti Cumandamenti à ellu in u visu di u so pòpulu, è si à palesu a so gloria à ellu.
45:4 Iddu fici u santu da a so fede è a pietà, e cci avia sceltu da mezu à tutte e carne.
45:5 For 'ntisi ellu è a so voce, e cci purtava in una nuvola.
45:6 E iddu cci detti urdunanze in a so presenza, cù una lege di a vita è disciplina, accussì comu ad insignà à Ghjacobbu, u so allianza è Israele, u so ghjudicamenti.
45:7 Iddu innalzatu u so fratellu di Marta è quelli chì eranu simili à ellu da a tribù di Levi.
45:8 Iddu stabbilìu un allianza eterna cun ellu, e cci detti a lu sacrificadori di u populu, e cci ha a essiri benedettu in gloria.
45:9 E cci inturniavanu incù una cinta gluriusa, e cci vistutu cù un vistitu di a gloria, e si fici ncurunari cun school virtuous.
45:10 Si serbit nantu ad ellu un vistimentu, à i pedi, e lis, è un ephod, e cci tutti vistuti attornu cu tanti pocu bell d 'oru,
45:11 cusì chì ci saria un sonu à a so ghjunta, e accussì comu pi fari un bottu chi avissi a esse intesu in lu tèmpiu, cum'è un memoriale di i figlioli di u so pòpulu.
45:12 Iddu cci damu cu un santu vistitu di oru, e jacinthe e viola, un travagliu spugna di un omu saggiu di dirittu è a verità,
45:13 un travagliu di rossu perversa, u travagliu di un artistu, cù gioielli, tagliata è crià in oru, è incisa da u travagliu di un peine, cum'è un memoriale secondu u numeru di i tribù d'Israele.
45:14 Iddu cci damu cu una curona d 'oru, nantu à a so blu, su chi fù scrittu un simbulu di putenza, un marcu di unuri. Stu hè un travagliu di virtù e una campa a l 'occhi a so bellezza.
45:15 Anna à ellu, ùn ci era nimu di tanti biddizzi, ancu da u principiu.
45:16 No furasteru fù sempre vistutu cu sti cosi, , ma solu i so figlioli è i so cumeddia solu, di tutti i tempi.
45:17 Sò offerte sò cunsumati da lu focu cutidianu.
45:18 Moses pienu e so mani, è u untu cù oliu santu.
45:19 Un allianza eterna statu fattu, cù ellu è cù a so discindenza, cum'è i ghjorni di u celu, à pruvà la càrrica di i sacrificadori, è à dà loda è à Amistad Bella u so pòpulu, in u so nomu.
45:20 Cci avia sceltu da mezu à tutte e ghjente vivant à offre à Diu, u sacrifiziu, incensu, è un piacenti prufumata, cum'è un memoriale di appeasement u nomi di u so pòpulu.
45:21 E cci detti 'auturità di i so urdunanze, in u covenants di a so ghjudicamenti, à insignà à Ghjacobbu, u so accolti, e pi dari luci da u so drittu à Israel.
45:22 Allora cuntrati s'arrizzò contru ad ellu, e, per via di centu, l '' omi chì èranu cun Dathan è Abiram ellu, entouré, in u disertu, rilazione cù l 'assemblea di rivolta, in a so còllera.
45:23 U Signore Diu, videndu issu, e nun cci hà piàciri, è cusì ch'elli eranu cunsumati da la forza di a so còllera.
45:24 Iddu mostri granni novu à mezu à elli, e si li mancia cù una fiamma di focu,.
45:25 E iddu agghiunciu gloria a Aaron, e iddu cci detti a làscita, è ch'ellu data à ellu u primu-i frutti di a terra,.
45:26 Si priparavanu per elli i gastrunomi di pane à u pienezza. È ch'elli saranu dinù manghjà da i offerte di u Signore,, ch'ellu dete à ellu è à a so discindenza.
45:27 E ancu si ùn vi hannu una làscita à mezu à u pòpulu di u paese, è ch'ellu hà micca parte à mezu à a ghjente. Di u Signore, ellu stessu è a so parte è a so lascita.
45:28 Phinehas, u figliolu di Eleazar, hè terzu à a gloria, da ellu imitannu in lu timore di u Signore,.
45:29 Eppo c'era contr'à u shamefulness di u populu. Da u so bè, è responsiveness di a so 'anima, si saziatu Diu, u nomi di Israel.
45:30 Per stu mutivu, cci un pattu di paci fatti, un capu di u tèmpiu, è di u so pòpulu, cusì chì u ghjocu di i sacrificadori pò arristari cun ellu è cù a so discindenza à eternità.
45:31 E cci fici un pattu cù rè David, u figliolu di Jesse da a tribù di Ghjuda, una lascita per ellu è per i so discindenza, tantu ca si putissi derà a saviezza di i nostri cori, accussì comu a ghjudicherà u so pòpulu in ghjustizia, paura chì a so mègliu esse luvatu. Eppo ha pruvucatu a so gloria in lu so nazione, à esse eternu.

Sirach 46

46:1 Joshua, u figliolu di Porca, fù valeureux in coat; iddu era lu succissuri di Mosè, à mezu à i prufeti. Era assai in accordu cù u so nomu,
46:2 assai grande in lu canta la surella di Diu. Iddu cummattiu contru li nimici insurgent |, tantu ca si putissi avìri la lascita di Israel.
46:3 Cosa grande gloria di Cristu Ghjesù fatta, da mittennusi i so mani, è facia i so britney contru à i cumuni!
46:4 Quale hè davanti ad ellu hè c'era tantu prisenti? Di u Signore, ellu stessu purtatu avanti i nemichi.
46:5 Fù micca u sole halted da u so furore, è un ghjornu fattu, comu si dui?
46:6 Si chjama nantu à i High Power Most, quandu i nemichi ci assailed nant'à ogni latu. E lu granni e santu Diu, cci arrispunniu cu hailstones di tantìssimu gran forza.
46:7 Iddu fici un attaccu viulenti contru à una nazione ostili, è à a so falata, si distrutte da a so aversàrii,
46:8 tantu ca li nazzioni ca avissi a ricunnosce u so putere: chì ùn hè facile à luttà contru à Diu. È ch'ellu seguita u Patri.
46:9 È in i ghjorni di Mosè, si usassi un travagliu di misericordia. Iddu è Caleb, u figliolu di Jephuneh, c'era contru à u nimicu, è ne guardi à u pòpulu da u piccatu, e avennu lu so accumencia gattivu.
46:10 E sti dui, avè statu nominatu, stati liberata da perìculu, da suldati pede fà un contu sei centu milla, accussì comu a li porta in lu so làscita, in un paese chì sboccani cun latti e meli.
46:11 E lu Signuri desi la forza à Caleb dinù, è a so forza ristau ancu in a so vichjàia, tantu ca iddu cullate à l 'alta lochi di u paese, è a so discindenza uttinni lu cum'è una lascita.
46:12 Stu fu accussì chi tutti i figlioli di Israele avissi vede chì hè bona à ubbidì, u Diu santu.
46:13 Tandu ci era u ghjudici, ogni unu chjamatu da nomu, cui lu cori ùn hè currutti. Ch'elli ùn piattà da u Signore,
46:14 tantu chi a so memoria di pudia esse benedettu, è e so osse putissi tanti esce da u so locu,
46:15 è lu so nomu pudia stà spentu, Cuntinuemu à i so figlioli, l 'omi sacru di a gloria.
46:16 Samuel, prufeta di u Signore,, Figliolu di u Signore, u so Diu, stabbilutu un novu guvernu, è ch'ellu untu capi nantu à u so pòpulu.
46:17 Da a lege di u Signore,, si ghjudicata u assemblea, è u Diu di Ghjacobbu, videndu quessa, e accussi, da u so fideli,, ch'ellu fù pruvati à esse un prufeta.
46:18 Eppo era cunnisciutu à esse fidu à i so parolle. Per ellu, videndu u Diu di u lume.
46:19 È quandu a lotta contru à i nemichi, chì èranu contru à ellu in u ogni latu, Chjamò nantu à u nome di u Signore, Diu, cù una ufferta di un agnellu inviolate.
46:20 È u Signore, trona da u celu, e cu 'na gran rumuri, feci u so voce à esse intesu.
46:21 E si nta lu leader di l 'Tiriani, è tutte e lu cumannanti di l 'Philistins.
46:22 È davanti à u tempu di a fine di a so vita in u mondu, iddu chi ùsanu la tistimunianza in l 'ochji di u Signore, è di u so Cristu, ch'ellu ùn avia fattu un bacshish da ogni carne, mancu tantu comu na scarpa, è chì nimu fattu un qualcosa contr'à ellu.
46:23 È dopu à sta, durmia. E cci fici sapiri a lu Re e rivilatu à ellu a fine di a so vita. Eppo, pisendu a so voce da a terra, a prufezia, à abuliri i Corsi Impinzutiti di u populu.

Sirach 47

47:1 Dopu à sse cose,, Nathan u prufeta di ripliglià, in i tempi di David.
47:2 È cum'è grassu hè siparata da manghjà, cusì fù David siparatu da i figlioli d'Israele.
47:3 Jucau cu marini, comu si cu arrecani, è si mette similaire cun orsi, comu si iddi fussiru arrecani di a banda, in a so ghjuventù.
47:4 Ùn si micca tumbà u ramu, e livaricci lu vituperiu da u so pòpulu?
47:5 By mittennusi a so manu, cù una petra in un ugna, iddu jetta lu vantavanu di Goliath.
47:6 Per ch'ellu chjama nantu à u Signore, Diu, è hà ghjuratu cù a so manu dritta di livaricci l'omu putenti di a guerra, è à fin'à u cornu di u so pòpulu.
47:7 Allura iddu cci glurificatu ammenzu decemila, e cci nn'era cuntentu cu l 'benedizzioni di u Signore,, da apre ellu una curona di a gloria.
47:8 Per ch'ellu nta l 'nimici, supra ogni latu, è ch'ellu struncatu so aversàrii, u Philistins, ancu à stu ghjornu. Si rumpiu lu cornu, ancu di tutti i tempi.
47:9 In tutti i so opari, visture per via di u Santu, à l 'Altìssimu, cù e parolle di a gloria.
47:10 Cù tutti i so core, si ludà u Signore, è ch'ellu hà amatu Ddiu, chì u fattu è ca ci detti a putenza contru à i so nimici.
47:11 Eppo numinatu cantori addritta upposta l 'altare, è da e so voce è disposti musica, dolce,.
47:12 Eppo furnì biddizza di la striscia, e cci detti ordini à i tempi, ancu finu à a fine di a so vita, tantu ca si avissi ludà lu nomu sacru di u Signore,, è esalta a santità di Diu, da la matina a mane.
47:13 The Lord purificata i so piccati,, è ch'ellu innalzatu u so cornu sempre. E cci detti a lu pattu di u regnu di, è un tronu di a gloria in Israele.
47:14 dopu à u, un figliolu intelligenza s'arrizzò. È pi menzu di l ', si pusau davanti tuttu u putere di i nemichi.
47:15 Solomon, rignò à so ghjorni di a pace, e Diu, sottumissi tutti i so nemichi di u, tantu ca si putissi custruì una casa, in u so nomu, è priparà un santuariu di tutti i tempi. O quantu beni-insignatu tù era in a vostra ghjuventù!
47:16 E tu si pienu di saviezza, cum'è un fiume, è u to menti ci puntanu u mondu.
47:17 E tu ci spiega misteri pi mmenzu di paràbule. U vostru nomu vinni canusciutu di luntanu 'isuli, è tù era figliolu di a vostra pace.
47:18 A terra hè a ricchezza di a vostra Lindumani, e li pruverbi, e paràbule, e Bresciano,
47:19 è più di u nome di u Signore, Diu,, chi veni canusciutu comu lu Diu di Israel.
47:20 You accolta d'oru com'è u ramu, è voi multiplicate d 'argentu, comu chiddu.
47:21 Ma tu subbitu a to fiancu à e donne, e tu si tenerà da u putere di u to corpu,.
47:22 You purtatu un Armor nantu à a to gloria, è voi prufanatu a to pusterità, accussì comu a purtari zerga nantu à i to figlioli, è à spinci a vostra stupidizza,
47:23 tantu chi vi facissi lu regnu esse divisu, è un regnu tistarda a cuvirnari da Ephraim.
47:24 Ma Diu, ùn abbandunà a so misericòrdia, nè sarà ch'ellu currutti o abuliri so opari. Eppo ùn vi pessi a scorta di u cumeddia di a so surella. Eppo ùn vi lampà lu niputi di quellu chì ama lu Signuri.
47:25 dunque, lascendu daretu à un sussiste di Ghjacobbu, è di David, da u listessu scorta.
47:26 E Salamuni avia a so fine cù i so babbi,.
47:27 È, lascendu daretu à sè stessu un pocu di a so Razza, comu la pazzia di la nazione:
47:28 tramindui Rehoboam, chì avia pocu prudenza, è chì sviatu u pòpulu da i so pinseri,
47:29 e Jeroboam, u figliolu di Nebat, chi ha 'Israele a piccatu, è chì disposti un modu di u peccatu à Ephraim. È i so piccati, si multiplicate tantìssimu.
47:30 Ci sè li girava luntanu da u so paese.
47:31 È ch'elli circonu à ogni tipu di gattivera, ancu, finu castigu li s'ingutuppa, e li liberata da a ogni tipu di u piccatu.

Sirach 48

48:1 È u prufeta Elia occasione cum'è un focu,, è a so parolla purtatu cum'è una ciamma.
48:2 Si purtò una caristia nantu à elli, è quelli chì ci pruvucatu a so figghia chi fa nvidia diventa pocu. Per ch'elli ùn pudia purtà u urdunanze di u Signore,.
48:3 Par a parolla di u Signore,, doppu chiuì lu celu, è ch'ellu capivoltu focu, da u celu trè volte.
48:4 In sta manera, Elia hè glurificatu in i so opari meravigghiusu. So chì pò dì ch'ellu hè listessu à voi a so gloria?
48:5 Iddu hà risuscitatu un omu mortu da la tomba, da u distinu di a morte, da a parolla di u Signore Diu.
48:6 Si jetta rè à punition, e si podit essi a so putenza, è vantavanu da u so lettu,.
48:7 Iddu schivà u tribunale à Sinai, è i ghjudicamenti di castigu in Horeb.
48:8 Iddu untu rè versu lu pintimentu, è ch'ellu hà sceltu i prufeti ca avissi a seguità dopu ad ellu.
48:9 Iddu era ricevutu in un sarà di u focu, in un carru accuminciau cu cavaddi sciarra.
48:10 Si hè scritta in u ghjudicamenti di i tempi, accussì comu to lessen u furore di u Signore,, cunciliari a lu cori di u babbu, di u figliolu, e pi rimettiri la tribbù di Ghjacobbu.
48:11 Beati quelli chì voi, videndu, è chì sò adurnati cù a vostra amicizia.
48:12 Per noi campà solu in a nostra vita, è dopu à a morte, u nostru nomu ùn serà u listessu.
48:13 sicuru, Elia hè cupartu da u sarà, è u so spiritu hè cumplittatu à Eliseu. In i ghjorni, ùn hè cosa di u capu di, è ùn lu putiri lu scunfittu.
48:14 No parolla ellu s'ingutuppa, è dopu à a morte, u so corpu profettant.
48:15 In a so vita, Ci desi gran novu, è in a morte, si mostri miraculi.
48:16 In tutte ste cose, u populu ùn hà dunque, è ch'elli ùn sguassate da i so peccati, ancu finu à ch'elli eranu ghjittati fora di u so paese, e vènunu caricati in tutta a terra,.
48:17 E ci fu lassatu daretu à un populu assai pochi in numaru, ma cù un capu in la casa di u David.
48:18 Certi di sti fattu ciò chì paria à Diu. Ma autri fattu tanti piccati.
48:19 Ezechia furtificatu a so cità, e si purtau 'acqua in u so mezu à, è ch'ellu compru in petra cù ferru, e iddu stessu un bè per acqua,.
48:20 In i ghjorni, Sennacherib s'arrizzò, è li mandò Rabshakeh, e iddu, pisendu a so manu contr'à elli, e iddu si stindia a so manu contr'à sole, e addivintau tamanta in u so putere.
48:21 Tandu u so cori e li mani scossi. È si era in dulore, cum'è e donne inghjinirendu.
48:22 È si chjama nantu à i misericurdiosu Lord. È si sparghji a so manu, è li pisendu à u celu. E lu santu Signore Diu schivà prestu a so voce.
48:23 Si nun si scorda di i so peccati, è ch'ellu ùn hà dà li più di a so 'nimici. inveci, Ghjesù li ss'omi, da la manu di Isaia, lu santu prufeta.
48:24 Si jetta 'esercitu di l' Assyrians, e lu Angel di u Signore li scafazzati.
48:25 Per Ezechia fattu ciò chì paria à Diu, è si n'andò cù fortitude in u modu di David u so babbu:, cum'è avia statu urdinatu da Isaiah, un prufeta maiò è fidu à l 'ochji di Diu,.
48:26 In i ghjorni, u sole si n'andò fruit, e dissi a la vita a l'rè.
48:27 Cù un gran spiritu vitti e cose finali. Eppo preghiera a mourners nel sole.
48:28 Iddu palisata u futuru, ancu u futuru luntanu, è ammucciatu e cose, prima ch'elli successa.

Sirach 49

49:1 U ricordu di Josiah hè cum'è un si cunfondenu di fragrant cumposti da u travagliu di un profumiere.
49:2 Sò memòria sarà dolce cum'è mele in ogni bocca,, è cum'è musica in un manciati di lu vinu.
49:3 Iddu fu divinamente avertitu di i pagani di a nazione, e si livò lu abominations di Corsi Impinzutiti.
49:4 E si purtau lu cori versu u Signore,. È durante i ghjorni di i piccatori, si furtificava pietà.
49:5 Tranni David, e Ezechia, e Josiah, ognunu u piccatu fattu.
49:6 Di u rè di Ghjuda abbannunau la liggi di l 'Altìssimu, è si tinia disprezzu di u timore di Diu,.
49:7 Per ch'elli deti u so regnu à i furesteri, è a so gloria à un stranu populu.
49:8 Ci desi focu à i cità sceltu di santità, è anu fattu u so carrughji deserti, in accordu cù a manu di Jeremiah.
49:9 Di u trattò wickedly, eddu fù cunsacratu com'è un prufeta da lu corpu di a so mamma: abbattiri, è a latina fora, è à lampà, è dinù à ricustruisce è a torrare.
49:10 Era Ezekiel chì, videndu una visioni di a gloria di Cristu, chì fù rivilatu à Ghjesù cù u carru di i Cherubini.
49:11 Per lu chiamò à menti i nemichi sutta la figura d 'arcusgi, à fà u bè à quelli chì sò à palesu u modu ghjustu.
49:12 È pò u osse di i dòdeci prufeti fiurisca da u so locu. Per ch'elli cunfurtà Jacob, e iddi stissi riscattatu cù una fede virtuous.
49:13 Cumu vi avemu esalta Zerubbabel? per ellu, troppu, hè cum'è un rings nantu a manu dritta.
49:14 So dinù hè di Ghjesù, u figliolu di Jozadak, chì in i so ghjorni, custruitu à a casa, è hà risuscitatu un tempiu sacru di u Signore,, cum'è una preparazione per a gloria eterna.
49:15 È pò Nehemiah esse si rammintò di un longu tempu. Iddu hà risuscitatu per noi, i muri chì era statu messu in davanti. E si fici, però la porte è i bars,. Iddu hà risuscitatu u nostru case.
49:16 Nuddu ha nasciutu nantu à a terra, comu Enoch. È ch'ellu fù dinù tratta da a terra,.
49:17 È ùn ci hè nimu, comu Ghjiseppu, chì fù un omu chì nés à esse nanzu à tuttu à mezu à i so fratelli, u firmamentu di u so tempu, un guida à i so fratelli, u punteddu di u so pòpulu.
49:18 È e so osse sò visitatu, è dopu à a morte, ch'elli profettant.
49:19 Semme, è Seth acquistatu a gloria à mezu à l 'omi. È sopra à ogni arma, a lu nizziu, fu Adam.

Sirach 50

50:1 Simon, u suvranu sacrificadore, figghiu di Onias: in a so vita, si amministra su casa, è in i so tempi, si furtificava lu tèmpiu.
50:2 Puru l 'altezza di u tèmpiu, fù custrutta da ellu: u doppiu custruzzioni è i altu muri di u tempiu.
50:3 In i ghjorni, acque scurria fora da u puzzu, e sti era piena cavallieri misura, comu u mari.
50:4 Iddu curati di a so nazione,, e si libbirò lu da punition.
50:5 iddu vintu, accussì comu to enlarge la cità. E si pigghiau a gloria di lu so cumpurtamentu à mezu à a ghjente. Eppo allargatu u entrata di a casa è di i Atrium.
50:6 Iddu shined in i so tempi, comu la stidda matina, à traversu l 'internu di una nuvola, e comu l 'di luna piena.
50:7 Eppo shined isciuta in u tempiu di Diu, in issa manera: cum'è u sole, quandu si vede brightly,
50:8 è cum'è un arcubalenu splende in mezzu nuvole di gloria, e comu fioritura rosi in i ghjorni di veranu, e gigli cum'è longu riva i l'acqua,, e comu duci B franchincenzu in i ghjorni di statina,
50:9 comu un focu, trascritti, e incensu, comu brucia nella un focu,,
50:10 cum'è un vasu d'oru masiv, bedda cu tutti li domanti priziusu,
50:11 cum'è un arvulu pruduce oliu ciuri, è cum'è un cipressu stessa acqua nantu à altu, Quand'ellu fù ricevutu u vistitu di a gloria, è fù tiuricamenti incù u PARTICULARITY di virtù.
50:12 Rese a gloria à u vestment di santità, Quand'ellu fù cullate à u santu altare.
50:13 Allora, Quand'ellu fù ricevutu i cateni di a manu di i sacrificadori, iddu stissu lu vìacchiu dopu à l 'altare. E attornu a iddu fu la curuna di i so fratelli, cum'è i cedri posti nantu à a muntagna di u Lìbanu.
50:14 È si messe intornu à ellu cum'è fronde palma, è tutte e eranu i figlioli di Aaron in a so gloria.
50:15 Allora u Oblation di lu Signore hè à le so mani, in l 'ochji di u web sinagoga di Israel. È cumplettani u so serviziu in l 'altare, accussì comu a esalta u offerta à l 'High King Most,
50:16 iddu si stindia a so manu, pi fari un libation, è ch'ellu uffertu da u sangue di l'uva.
50:17 At a basi di l 'altare, ittò fora un odore divinu a la High Prince Most.
50:18 Tandu i figlioli di Aaron gridò:; si parìa Trompeten sbuchjata-fatti, e si fici un gran rumuri, cum'è un memoriale in l 'ochji di Diu,.
50:19 Allura tuttu lu populu a na vota rende avanti, è si lampò à a terra, in u so 'facci, à inchina u Signore, u so Diu, è à prupone prieri a Patri Diu Altìssimu.
50:20 È i cantori di i Salmi: fece a so voci, e un sonu piena, dolce, cresce in la gran casa.
50:21 E lu populu prissioni u High Signore più in preghiera, ancu nzinu a l 'onuri di u Signore, u vegne finìu, è ch'elli finitu apre i so doni.
50:22 Allora, scinnunu, iddu si stindia a so manu nantu à u web assemblea di i figlioli d'Israele, dà à a glòria di Diu, da a so bocca, è a so gloria in lu so nomu.
50:23 Eppo dìricci a so preghiera, liberà a palesani la virtù di Diu.
50:24 è avà, precu à u Diu di tutti i, chì hè duvuta gran cosi nantu à tutta a terra, chì hà cresce i nostri ghjorni da a nàscita di la nostra matri, è chì hà agitu versu noi in accordu cù a so misericòrdia.
50:25 Pò ci dà joyfulness in core, è pò ùn ci sia a pace à i nostri ghjorni, in Israele di ghjorni, chi,
50:26 tantu chi Israel hè cunfidu a grazia di Diu per esse cù noi, in ordine per noi libirari in i ghjorni.
50:27 Dui li nazzioni a mio ànima Paulina, e un terzu, ch'e noia, ùn hè micca una nazione:
50:28 Quelli chì à pusà nantu à a muntagna di Seir, e lu Philistins, e lu populu scimproriu chì càmpanu in Sichemme.
50:29 Ghjesù,, u figliolu di Sirach, di Ghjerusalemme, chì ligatu a saviezza di u so core, Scrissi l 'duttrina di a saviezza è disciplina in stu libru.
50:30 Benedettu hè quellu chì stà da sti cosi boni. Quellu chì metti sti cosi a lu so core sarà mai accortu.
50:31 Per s'eddu faci sse cose, ellu vi giustizia in tutte e cose. Di u lume di Diu, hè nantu à i so passi.

Sirach 51

51:1 A prighera di Ghjesù, u figliolu di Sirach: I vi cunfessu à voi, O Signore, è u rè, e ti dugnu loda à voi, O Diu, u mio Sarvaturi.
51:2 I vi ricunnosce u vostru nomu. Per voi hè stata u mo aiutu è prutitturi.
51:3 È voi sò libarati u mio corpu, da a punition, da a reta di u lingua iniquitous, è da i labbra di quiddi chì a stazzona minzogni. È vo avete fattu a mo aiutu à l 'ochji di quelli chì èranu à proximité.
51:4 È tù mi sò libarati cunfurmassi à l 'abitanti di l' misericordia di u vostru nomu: da quelli chì gridò e priparata a si mànghjanu,
51:5 da i mani di quelli chì circonu à la me vita, è da u porte di tribulazione chì à mè, entouré,
51:6 da a riprissioni di u focu chi mi inturniatu, è tantu aghju micca statu brusgiatu in lu mezu di u focu,
51:7 da a prufundità di li visciri di lu nfernu, è da u lingua imbruttata, è da a dire e parolle, da un rè iniquitous, è da una lingua inghjusti.
51:8 A mio ànima ti ludà u Signore,, ancu à i morti.
51:9 Per me vita fù dicimi vicinu a lu nfernu sottu.
51:10 È à mè chì, entouré, nantu ogni latu. È ùn ci hè nimu chì m'hà avissi a aiutari. I arretu di l 'aiutu di l' omi, è ùn ci hè nimu.
51:11 Allora I ricurdatu a to misericordia, O Signore,, è u to òpere, chì sò da lu nizziu.
51:12 Per voi riscattari quelli chì persevere per voi, O Signore,, è tù li armi da i mani di i pagani.
51:13 You innalzatu mio casa nantu à a terra,, e I fatti prichera chì a morte avissi a passari luntanu.
51:14 I invucatu u Signore, u Babbu di u mio Signore, tantu chi nun mi avissi a abbannunari in u ghjornu di a mio tribulazione, nè in u tempu di arruganza senza assistenza.
51:15 I vi ludà u vostru nomu chi, è ti lode cun lode, di u mio prichera hè schivà.
51:16 È tù mi libbirò da punition, e mi liberatu da u tempu di cascà.
51:17 A causa di stu, I vi dugnu, grazi e lode à voi, e I vi benedica, u nomu di u Signore,.
51:18 Quandu eru sempre ghjovanu, nanzu I granni far, I circonu à a saviezza entre in u mio prighera.
51:19 I dumandatu per a so prima di lu tempiu, è ancu à a fini assai, I vi cerca, dopu à u so. E idda havi pruspiratu comu un cocciu appena-frescu.
51:20 Lu me cori pigliati in u so. I mo pedi camina in la strada dritta. Da a mio ghjuventù, i so I assicutau.
51:21 I subbitu mio arechja un pocu è i so accettatu.
51:22 I truvonu assai a saviezza in seriu, e I ciu assai da i so.
51:23 I vi dà a gloria à quellu chì dà a saviezza à mè.
51:24 Per aghju decisu ch'e ùn agisce secondu a saviezza. I sò stata primurosi di ciò chì hè bonu, è cusì ùn serà cunfusi.
51:25 Mio anima hè tribulatu di a saviezza, e in pràtica cusì, I sò statu cunfirmatu.
51:26 I decise mio mani, nantu à altu, e I dolu mio ignuranza di i so.
51:27 I direttu mio anima versu a so, è i so I trovu ind'a cunniscenza.
51:28 Da u principiu, I tinia u mio core à a saviezza. A causa di stu, I Ùn sarà lasciata.
51:29 Mio corpu era cummossa, mentri circava u so. A causa di a so, I vi tèniri na bona pusessu.
51:30 U Signore m'hà datu una lingua cum'è u mio ricumpenza, e I ellu ti lode cun ella.
51:31 Draw vicinu à mè, tù chì sò untaught, e incascià stessi: in a casa di disciplina.
51:32 Perchè sì tù tena? È ciò chì vo avete a diri circa sti cosi? U vostru persone sò cuntu sete!
51:33 Aghju apertu mio bocca,, e aghju parlatu. Cumprà a saviezza di voi senza argentu,
51:34 e assughjittà u vostru collu à u so pastoghje, è chì a to anima, accunsente a so disciplina. Per ch'ella hè vicina abbastanza à esse trovu.
51:35 Vede cù u so 'occhi quantu aghju affannusu solu un pocu, è aghju trovu assai restu di seriu.
51:36 Pigli Disciplina, comu si fussi 'na gran summa di dinari, è pussedi una mansa d 'oru in u so.
51:37 Chì a to anima aligria in lu so misericordia. Per voi ùn vi pò cunfusi da i so lodi.
51:38 Rializà u vostru travagliu nanzu u tempu. E si vi dugnu a vostra ricumpenza in u so tempu.