Ch 2 Luke

Luke 2

2:1 And it happened in those days that a decree went out from Caesar Augustus, so that the whole world would be enrolled.
2:2 This was the first enrollment; it was made by the ruler of Syria, Quirinius.
2:3 And all went to be declared, each one to his own city.
2:4 Then Joseph also ascended from Galilee, from the city of Nazareth, into Judea, to the city of David, which is called Bethlehem, because he was of the house and family of David,
2:5 in order to be declared, with Mary his espoused wife, who was with child.
2:6 Poi è successo che, while they were there, the days were completed, so that she would give birth.
2:7 And she brought forth her firstborn son. And she wrapped him in swaddling clothes and laid him in a manger, because there was no room for them at the inn.
2:8 And there were shepherds in the same region, being vigilant and keeping watch in the night over their flock.
2:9 Ed ecco, an Angel of the Lord stood near them, and the brightness of God shone around them, and they were struck with a great fear.
2:10 And the Angel said to them: "Non avere paura. Per, vedere, I proclaim to you a great joy, which will be for all the people.
2:11 For today a Saviour has been born for you in the city of David: he is Christ the Lord.
2:12 And this will be a sign for you: you will find the infant wrapped in swaddling clothes and lying in a manger.”
2:13 And suddenly there was with the Angel a multitude of the celestial army, praising God and saying,
2:14 “Glory to God in the highest, and on earth peace to men of good will.”
2:15 Ed è accaduto che, quando gli Angeli era partito per tornare al cielo, i pastori dicevano fra loro, “Passiamo a Betlemme, vediamo questa parola, che è successo, che il Signore ci ha rivelato.”
2:16 E andarono in fretta. E trovarono Maria e Giuseppe; e il bambino giaceva in una mangiatoia.
2:17 Poi, dopo aver visto questo, hanno capito la parola che era stato detto loro di questo ragazzo.
2:18 E tutti quelli che udirono, si stupirono da questo, e da quelle cose che hanno detto di loro dai pastori.
2:19 Ma Maria serbava tutte queste parole, meditandole nel suo cuore.
2:20 E i pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, così come è stato detto di loro.
2:21 E dopo otto giorni erano finiti, in modo che il ragazzo sarebbe stato circonciso, il suo nome è stato chiamato Gesù, proprio come è stato chiamato dall'angelo prima che fosse concepito nel grembo materno.
2:22 E dopo i giorni della sua purificazione sono state soddisfatte, secondo la legge di Mosè, lo portarono a Gerusalemme, al fine di presentarlo al Signore,
2:23 proprio come è scritto nella legge del Signore, “Per tutti i maschi l'apertura del grembo materno sarà chiamato santo al Signore,"
2:24 e al fine di offrire un sacrificio, secondo quanto detto nella legge del Signore, “Una coppia di tortore o di giovani colombi”.
2:25 Ed ecco, c'era un uomo a Gerusalemme, il cui nome era Simeone, e quest'uomo era giusto e timorato di Dio, che aspettava il conforto d'Israele. E lo Spirito Santo era con lui.
2:26 E aveva ricevuto una risposta dallo Spirito Santo: che non avrebbe visto la propria morte senza prima aver veduto il Cristo del Signore.
2:27 E se ne andò con lo Spirito al tempio. E quando il bambino Gesù fu portato dai suoi genitori, al fine di agire per suo conto secondo l'usanza della legge,
2:28 anche lui lo prese, tra le sue braccia, e benedisse Dio e disse::
2:29 “Ora si può licenziare il tuo servo vada in pace, Signore, secondo la tua parola.
2:30 Per i miei occhi hanno visto la tua salvezza,
2:31 preparata da te davanti al volto di tutti i popoli:
2:32 la luce della rivelazione alle genti e gloria del tuo popolo Israele “.
2:33 E suo padre e sua madre sono state chiedendo su queste cose, che dicevan di lui.
2:34 E Simeone li benedisse, e disse a sua madre Maria: "Ecco, questa è stata fissata per la rovina e la risurrezione di molti in Israele, e come un segno che sarà contraddetto.
2:35 E una spada attraverserà l'anima, in modo che i pensieri di molti cuori sieno rivelati.”
2:36 E c'era una profetessa, Anna, una figlia di Fanuel, dalla tribù di Aser. Lei era molto avanzata in età, e aveva vissuto col marito sette anni dalla sua verginità.
2:37 E poi era vedova, anche a lei ottantaquattro anni. E senza allontanarsi dal tempio, lei era una serva al digiuno e alla preghiera, notte e giorno.
2:38 Ed entrando alla stessa ora, ha confessato al Signore. E ha parlato di lui a tutti quelli che aspettavano la redenzione di Israele.
2:39 E dopo aver eseguito tutte le cose secondo la legge del Signore, fecero ritorno in Galilea, alla loro città, Nazareth.
2:40 Ora il bambino è cresciuto, e lui è stato rafforzato con la pienezza della sapienza. E la grazia di Dio era in lui.
2:41 And his parents went every year to Jerusalem, at the time of the solemnity of Passover.
2:42 And when he had become twelve years old, they ascended to Jerusalem, according to the custom of the feast day.
2:43 And having completed the days, when they returned, the boy Jesus remained in Jerusalem. And his parents did not realize this.
2:44 Ma, supposing that he was in the company, they went a day’s journey, seeking him among their relatives and acquaintances.
2:45 And not finding him, they returned to Jerusalem, seeking him.
2:46 Ed è accaduto che, after three days, they found him in the temple, sitting in the midst of the doctors, listening to them and questioning them.
2:47 But all who listened to him were astonished over his prudence and his responses.
2:48 E dopo aver visto lui, they wondered. And his mother said to him: "Figlio, why have you acted this way toward us? Ecco, your father and I were seeking you in sorrow.”
2:49 Ed egli disse loro:: “How is it that you were seeking me? For did you not know that it is necessary for me to be in these things which are of my Father?"
2:50 And they did not understand the word that he spoke to them.
2:51 And he descended with them and went to Nazareth. And he was subordinate to them. And his mother kept all these words in her heart.
2:52 And Jesus advanced in wisdom, and in age, and in grace, with God and men.